Fotolia
ZURIGO
28.06.18 - 06:040
Aggiornamento : 09:38

Da sabato nuove regole sul bagaglio a mano per chi vola negli States

Dopo i liquidi, la TSA se la prende con i prodotti in polvere. L'Aeroporto di Zurigo: «Il consiglio è di imbarcarli in stiva»

ZURIGO - Estate tempo di vacanze, ma, proprio quando molti svizzeri stanno già preparando le valigie, una nuova regola sugli oggetti proibiti in aereo va a complicare i preparativi. Si tratta delle nuove disposizioni della Transport Security Administration americana (TSA) sui bagagli a mano, che va a colpire una categoria di prodotti che, finora, avevate forse sempre reputato innocui: quelli in polvere.

Le nuove regole, in vigore da sabato 30 giugno, si applicano solo ai voli diretti verso gli Stati Uniti, dalla Svizzera o da un altro Paese del Vecchio Continente. A spiegarle è l’Aeroporto di Zurigo che, in un comunicato, chiarisce che cosa non si può più portare nel bagaglio a mano. A essere banditi saranno i contenitori con prodotti in polvere più grandi di 350 ml, che dovranno tassativamente andare nel bagaglio in stiva. Per gli amanti della palestra potrebbe trattarsi di proteine, per chi va a visitare dei parenti oltre oceano del sacchetto di “farina bona”. I cosmetici, invece, non dovrebbero causare problemi, a meno di non portare con sé un barattolo di terra per il viso con all’interno una scorta per un anno.

A seconda del prodotto, si può dire che i grammi riportati sulla confezione (g) corrispondono sommariamente al volume in millilitri (ml), ma questa indicazione molto generale non vale sempre. Se si è diretti verso gli Stati Uniti, il consiglio dell’Aeroporto di Zurigo è di imbarcare i prodotti in polvere nel bagaglio in stiva, così da evitare eventuali ritardi ai controlli.

Esclusi da queste limitazioni sono i medicamenti, gli alimenti in polvere per bambini e le urne contenenti ceneri funerarie. Come per i liquidi, continuerà inoltre a essere possibile portare sull’aereo i prodotti in polvere e i granulati acquistati al duty free dell’aeroporto.

«Queste misure fanno parte degli sforzi della TSA per anticipare le minacce e far viaggiare sicuri i passeggeri», spiega al New York Times un portavoce dell'agenzia.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Carlo Soldati 1 anno fa su fb
Maradona, attento alla polvere?
Claudia Filipe 1 anno fa su fb
Marina Filipe hai avuto fortuna
Marina Filipe 1 anno fa su fb
ah ma non portavo comunque prodotti in polvere?
Claudia Filipe 1 anno fa su fb
Marina Filipe hahabproteineee
bobà 1 anno fa su tio
"Chi semina vento raccoglie tempesta" dice un vecchio proverbio, che calza a pennello all'attitudine degli americani di erigersi a "rambo del mondo" andando a mettere il becco (con le armi) in affari degli altri (stati)
Aiden Wyss 1 anno fa su fb
Lara Cereghetti
Lara Cereghetti 1 anno fa su fb
??
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
BERNA
16 ore
«Questo virus non scomparirà più dalla nostra vita»
Gli esperti hanno evidenziato strategie e obiettivi della tracciabilità del virus. Obiettivo: Scoprire ogni singolo caso
SVIZZERA
18 ore
Coronavirus: 10 nuovi casi e un decesso in Svizzera
Il numero di contagi in Svizzera dall'inizio dell'emergenza sale a 30'746
FOTO
SVIZZERA
18 ore
Una promozione felina nell'esercito
Lili ha meritato le mostrine «per il suo efficiente servizio in favore della truppa».
SVIZZERA
19 ore
Gli averi a vista della BNS continuano a salire, ed è record storico
Ed è la 19esima volta di fila per il valore più elevato mai raggiunto, e non è detto che sia una cosa positiva
VAUD
20 ore
Crediti Covid trasferiti all'estero: sospetti di una frode milionaria
Il Ministero pubblico vodese ha avviato un'inchiesta. Una persona si trova in detenzione preventiva
SVIZZERA
20 ore
«Con l'auto il rischio di morte è 59 volte maggiore»
L'Ufficio federale dei trasporti ha pubblicato il suo ultimo rapporto sulla sicurezza dei trasporti pubblici
SVIZZERA
21 ore
Settore secondario: produzione ancora in crescita, cifre d’affari in calo
La pandemia ha avuto ripercussioni sui risultati di febbraio e marzo
ZURIGO
22 ore
Coronavirus e rimborsi, il direttore di Hotelplan critica Swiss
«Ha preso soldi dai clienti e poi ha bloccato unilateralmente il rimborso nei suoi sistemi»
BERNA
22 ore
«Servono più scorte mediche»
Jürg Schlup, presidente FMH, ritiene il materiale sanitario debba tornare ad essere prodotto in Svizzera ed Europa
BERNA
1 gior
Coronavirus: togliere alla lotta all'alcolismo per dare ai bar?
A Berna si pensa alla sospensione della tassa sugli alcolici. L'idea non piace alle associazioni contro le dipendenze.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile