tipress
BERNA
26.06.18 - 15:060

Disoccupazione: tutto pronto per annunciare i posti vacanti

Dal 1° luglio sarà possibile annunciare agli URC i posti vacanti nei generi di professioni con un tasso di disoccupazione nazionale minimo dell’otto per cento

BERNA - Il 26 giugno 2018, la Segreteria di Stato dell’economia (SECO) e l’Associazione degli uffici svizzeri del lavoro (AUSL) hanno fatto il punto durante una conferenza stampa sullo stato di attuazione dell’obbligo di annunciare i posti vacanti. Tutti i lavori sono in fase avanzata, per cui dal 1° luglio sarà possibile annunciare agli uffici regionali di collocamento (URC) i posti vacanti nei generi di professioni con un tasso di disoccupazione nazionale minimo dell’otto per cento.

Il portale online lavoro.swiss è la piattaforma di informazioni e servizi per l’attuazione dell’obbligo di annunciare i posti vacanti. Grazie allo strumento «Check-up», ai diretti interessati bastano pochi clic per controllare se un posto vacante è soggetto all’obbligo di annuncio. I datori di lavoro sono tenuti ad annunciare i posti vacanti in questione su lavoro.swiss oppure inviando un’e-mail, telefonando o recandosi personalmente all’URC. Per un periodo di cinque giorni lavorativi le persone in cerca d’impiego iscritte a un URC e i collaboratori degli stessi uffici regionali di collocamento potranno consultare, in via esclusiva in un’apposita area protetta, i posti vacanti soggetti all’obbligo di annuncio.

Questi strumenti, nuovi e completati, consentono ai datori di lavoro di collaborare in modo moderno, digitale ed efficiente con gli URC e di accedere alle persone in cerca d’impiego iscritte presso gli URC. Dal canto loro, le persone in cerca d’impiego beneficiano non solo di un’ampia offerta di posti di lavoro, ma anche di un vantaggio informativo per quanto concerne i posti soggetti all’obbligo di annuncio.

Il servizio pubblico di collocamento è pronto per l’attuazione dell’obbligo di annunciare i posti vacanti, decisa dal Parlamento.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
FOTO
SAN GALLO
23 min
Dispersi nella Thur: «Per loro non ci sono più speranze»
I corpi del 30enne e della 26enne sono verosimilmente intrappolati sotto la cascata situata fra Brübach e Henau.
SVIZZERA
1 ora
Richiamate le mountain bike «Rocky Mountain»
I triangoli anteriori potrebbero incrinarsi e dare luogo a incidenti
SVIZZERA
1 ora
Il lockdown è un ricordo, ma lo stress non se ne va
Diversi svizzeri dicono di essere più stressati rispetto a prima della pandemia.
GINERVA
2 ore
Il PLR ginevrino fa fuori Pierre Maudet
Antagonista di Ignazio Cassis nel 2017, è stato escluso dalla sezione cantonale del partito
SAN GALLO
4 ore
Trascinati via dalla corrente, riprese le ricerche
Due persone stavano attraversando la Thur, ieri, quando sono state portate via dalle acque.
ZURIGO
12 ore
Primo attacco mortale di una tigre in Svizzera, ma Irina è salva
La struttura riaprirà i battenti lunedì, ma l'area circostante il recinto delle tigri sarà momentaneamente inaccessibile
SVIZZERA
14 ore
Da lunedì obbligo di mascherina sui voli Swiss
La quasi totalità dei viaggiatori già la indossava
FOTO
SAN GALLO
14 ore
I sub alla ricerca di due persone scomparse
Sul posto è presente anche un elicottero della Rega
SOLETTA
16 ore
Se ne frega della quarantena e va al (suo) bar
Il gerente è stato pizzicato dalla polizia mentre effettuava la contabilità nel retro del suo locale di Grenchen.
GIURA
17 ore
Quarantena per 410 persone
Il periodo della limitazione è di 10 giorni dall'ultimo contatto con una persona infetta
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile