Keystone
SVIZZERA
25.06.18 - 07:290
Aggiornamento : 10:27

Più volentieri a scuola reclute, merito del nuovo modello

Grazie al nuovo modello - introdotto per la prima volta lo scorso mese di gennaio -, i giovani, stando alle cifre rilevate, affrontano la scuola reclute con un certo sollievo

BERNA - Ora, ad esempio, durante le marce, i militi che lo desiderano possono indossare anche delle sneakers. Senza contare poi che - oltre alle ore di sonno portate a un minimo di sei - già nel corso della prima settimana di scuola reclute è in programma la prima libera uscita.

L’esercito, in pratica, non ha lesinato sulle misure per rendere più attrattive le diciotto settimane (prima erano ventuno) e ridurre il numero di partenze già nei primi giorni. Il nuovo modello, tanto criticato e spesso definito “Kuschel-RS” (una scuola reclute a base di coccole, in pratica) sta però dando i suoi frutti.

Nel 2018, per la prima volta il numero di giovani che hanno abbandonato la scuola reclute è inferiore a quello dell’anno precedente: tant’è vero che quest’anno ha lasciato il servizio solo il 12% dei 10763, contro il 15% dei 16615 del 2017.

Pertanto, la portavoce dell’esercito Delphine Allemand, suggerisce di confrontare le cifre «con una certa cautela» e si limita a parlare di «primi effetti positivi».

Per la consigliera nazionale Priska Seiler Graf (PS), l’esercito è sulla strada giusta: «L’obiettivo deve essere quello di motivare i giovani. Il lavoro duro appartiene al passato. Tuttavia, non si può parlare di “Kuschel-RS”: i militi continuano comunque a mettere alla prova i loro limiti».

Nel contempo Markus Müller, il portavoce del “Gruppo Giardino - Per un forte esercito di milizia”, sostiene che la riduzione delle partenze è certamente un aspetto positivo. Il problema, tuttavia, secondo Müllter, è quale tipo di segnale l’esercito intende dare ai giovani: «Il fatto che definizioni come “Kuschel-RS” siano in uso non favorisce di certo la reputazione dell’esercito».

Lo psicologo militare Hubert Annen, dal canto suo, sostiene che «i giovani del giorno d’oggi si aspettano che l’esercito mostri loro il significato delle varie attività». «Solo urlare ordini non va bene», sottolinea. «Dar loro più tempo libero è sicuramente un fattore di motivazione», aggiunge. E questo non vuol dire che parliamo di una scuola reclute “light”: «Abbiamo potuto appurare che con un inizio “tranquillo”, dopo undici settimane le reclute sono efficienti quanto prima. Con queste misure si possono ottenere dei buoni risultati», conclude.



Commenti
 
Gabriel Gustavo Correa 1 anno fa su fb
Che coraggio chiamarla scuola recluta. Per farli addormentare fanno la video chiamata alla mamma.??
Mattia Arrigoni 1 anno fa su fb
No comment fra un po ii libera uscita usciranno TUTTI con la gonna! ?
Gabriel Gustavo Correa 1 anno fa su fb
Mattia Arrigoni ,ahahahahaha senza parole!
Luca Tessy 1 anno fa su fb
Il militare è diventato una vacanza pagata ?
Lucaiai Chigi 1 anno fa su fb
Ahahah perché non lo era già per te ?? per me anche ahahah dipende da come lo prendi no ?
Amir Deranjic 1 anno fa su fb
Daniel uguale ai americani ??
Daniel Mercolli 1 anno fa su fb
???Sono comunque i migliori ??
Amir Deranjic 1 anno fa su fb
I migliori dei peggiori ?
Ivan Stojmenov Jovanov 1 anno fa su fb
Esercito di professionisti e basta.
Giancarlo Schraner 1 anno fa su fb
Stiamo creando un vero esercito di checche. ?
Igor Gutschen 1 anno fa su fb
io vedo più checche tra coloro che usano espressioni infelici come la tua che non tra chi fa e non giudica. Per me un uomo è colui che se la sa cavare da solo senza bisogno altrui, un uomo è colui che non ha pensieri strani sul comportamento di un'altro uomo e poi infine se conosci la parola checca vuol dire ne avrai diretta esperienza...a me non verrebbe mai in mente di dare della checca ad un altro anche perché altrimenti il sabato vedere in giro certi uomini che entrano al fai da te o a fare la spesa e rompere il cazzo alle proprie mogli su cosa acquistare o meno oppure, quando li vedo in piscina con questi pargoli attaccati al marsupio come se la gestazione l'avessero fatta loro e non le madri...mi sento molto confuso...
Andrei Rezzin 1 anno fa su fb
Giancarlo Schraner proprio lei parla di educazione ?
Simone Villorini 1 anno fa su fb
Già il fatto che esista un esercito ci rende checche
Gianfranco Sale 1 anno fa su fb
Ah, i veri valori dell'esercito. Ubbidire senza ragionare, quelli si che erano bei tempi!!
Giancarlo Schraner 1 anno fa su fb
Gianfranco Sale. Perché nella vita di tutti i giorni non é lo stesso? Non siamo forse come quegli asinelli che seguono ciecamente la carote attaccata ad un bastone e che beve dove lo attacca il padrone? L'esercito non è una democrazia, ma un istituzione basata sulla disciplina e ordine. Nulla è perfetto, verissimo! Poi non è vero che era ubbidire senza ragionare. Vero che ti dicevano cosa fare, ma sul come fare era lasciato al singolo altrimenti ci si faceva male. Io ho imparato ad avere fiducia nei miei superiori, non perchè portavano spaghetti o lasagne, ma perchè il quel campo un tanticchio più di conoscenza di me ce l'avevano. Poi se sbagliavano erano cavoli loro.
Sandrini Sirio 1 anno fa su fb
Sarebbero ancora piu' contenti se il congedo sarebbe dato al venerdi sera e non al sabato mattina che molti Ticinesi si devono ancora assorbire 3/4 ore di treno. Ma si sa dove inizia il militare finisce la logica
Ara Pez 1 anno fa su fb
Vacanze pagate dalla Confederazione. Attenzione a non spellarvi le mani salendo su un camion ! Ma quando mangiano lo fanno da soli ?
Mert Özyalçin 1 anno fa su fb
?
Jo Braulio 1 anno fa su fb
Fighettine
Danijela Disic 1 anno fa su fb
Dusan Disic ...
Mattia Arrigoni 1 anno fa su fb
?‍♂️
bobà 1 anno fa su tio
Il CF vuole rendere meno attrattivo il Servizio Civile, per esempio aumentando ancora di più la durata del servizio (già ora il SC è più lungo della Scuola Reclute) Secondo me, il CF deve rendere più attrattiva la SR se si desiderano meno civilisti; questo è un primo passo, ma molti ancora s'hanno da fare.
Corsica 1 anno fa su tio
la mi scuola reclute é stata stupenda ...durissima ma ad oggi la porto nel mio cuore!
Corsica 1 anno fa su tio
ciola i giovani d'oggi sono quasi tutti dei lavativi, tra un po gli mettono le calze a rete.
Mattiatr 1 anno fa su tio
@Corsica Grazie :-D
SosPettOso 1 anno fa su tio
Talmente "buoni risultati" da dover prendere misure per limitare il passaggio al servizio civile... Qualcuno non la racconta giusta!
Foxdilollo78 1 anno fa su tio
Vacanze-forzate quindi...
VISIO 1 anno fa su tio
Il merito va ai professionisti che rispettano le persone, e non come fu negli anni 50 al 80
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
ARGOVIA
1 ora

La polizia cerca un caimano nel lago di Hallwil

Un pescatore domenica sera ha visto «un rettile di circa un metro e mezzo apparso sulla superficie per azzannare una giovane anatra, allontanandosi poi con la preda»

VALLESE
1 ora

Alpinista precipita sul Cervino

La vittima è un sudcoreano partito insieme a due connazionali domenica pomeriggio dal rifugio Hörnlihütte per una ricognizione lungo la cresta dell'Hörnligrat

SVIZZERA/GERMANIA
2 ore

Libra di Facebook: alla Svizzera il ruolo cruciale di sorveglianza

Per Berlino è una possibile minaccia all'euro

ARGOVIA
4 ore

Si finge innamorato e lei sborsa 160'000 franchi

I due si sono conosciuti su un sito di incontri e la donna ha finito col versare il denaro su un conto in Turchia

FOTO E VIDEO
URI
5 ore

Camper in fiamme sull'A2

L'autostrada e la galleria del San Gottardo sono rimaste chiuse fino alle 12.15

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report