BERNA
23.05.18 - 10:150
Aggiornamento : 15:14

Netflix impazza in Svizzera, ma uno su tre lo guarda senza pagare

Sono soprattutto i giovani a fruire del servizio di streaming video. E sono sempre loro i primi a trovare il modo per guardare le serie preferite senza mettere mano al portafogli

Netflix

Caricamento in corso ...
Questi sondaggi non hanno, ovviamente, un valore statistico. Si tratta di rilevazioni aperte a tutti, non basate su un campione elaborato scientificamente. Hanno quindi l'unico scopo di permettere ai lettori di esprimere la propria opinione sui temi di attualità.

BERNA - Il servizio di confronti internet Moneyland.ch ha dato uno sguardo alle abitudini degli svizzeri in fatto di streaming. Tra i servizi video a pagamento, spicca il gigante statunitense delle serie: Netflix. Soprattutto tra i clienti più giovani, il portale sta avendo una buona diffusione. In termini di popolarità si colloca proprio dietro Youtube.

In totale, circa il 21% degli svizzeri fruisce di Netflix. Il divario d'età è importante: il 45% degli intervistati di età compresa tra i 19 e i 25 anni afferma di utilizzare regolarmente il servizio. Tra gli over 50, è solo il 9 percento. «Tra i giovani adulti, quasi una persona su due utilizza Netflix. Questo è un valore molto alto e sottolinea il dominio di questo servizio in Svizzera», afferma Ralf Beyeler di Moneyland.

I giovani guardano, ma non pagano - Sempre secondo Beyeler, ogni utente abituale è pronto a pagare per l'intrattenimento quotidiano. Tuttavia circa il 35% degli utenti di Netflix ha dichiarato di fruirlo gratuitamente. Un modo per hackerarlo, in realtà, non c'è. Secondo Beyeler, la maggior parte di loro condivide semplicemente un login con i propri amici. «Quasi un quarto utilizza Netflix tramite amici o colleghi: è un numero incredibilmente alto».

Anche in questo caso le differenze in base alla fascia d'età sono rilevanti: tra i ragazzi (19/25 anni), poco più della metà paga per Netflix.

Gli altri servizi restano indietro - Gli altri servizi di video streaming non stanno al passo: secondo lo studio, circa il 15% degli utenti accede ai servizi on demand di Swisscom, seguito da Apple iTunes (13%), Google Play (12%) e UPC (7 percento). Poco più del 4% degli intervistati utilizza Teleclub Play, il servizio di flat streaming per i clienti di Swisscom TV. Gli altri servizi di streaming registano meno del 4% (Amazon, Sunrise, Sky Sports, Network Cinema, DAZN, Hollystar, Sky Show e Watchbox).

Si fruisce più nelle zone rurali - Uno sguardo alle differenze tra città e zone non urbane rivela un altro dato interessante: Youtube è ancora più popolare nelle campagne (63%) rispetto alla città (61%). È il contrario per Netflix. Il 22% degli intervistati nelle città utilizza Netflix e solo il 18 % nelle aree rurali.

Lo streaming musicale non ha altrettanto successo - In generale, secondo lo studio, lo streaming video è più popolare dello streaming musicale, che il 64% degli intervistati non usa affatto. 

A fruire maggiormente della rete per i video sono più gli uomini, rispetto alle donne, ma le differenze non sono eclatanti. 

Per quanto riguarda i servizi di streaming musicale, molto meno popolari, domina la classifica il gigante Spotify (20% degli intervistati), seguito da Apple Music (12%), Google Play Music (11%) e SoundCloud (6%).

Ingrandisci l'immagine
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Papy Krishnasamy 2 anni fa su fb
No lo so ne anche netflix. Noi paghiamo solo Swiss com
Alessandro Mathieu 2 anni fa su fb
Ho un account condiviso e quindi rimane economico. Mi piace Netflix ma trovo assurdo che molti contenuti non abbiano l'inglese come opzione ma solo tedesco....
Lucrezia Novelli 2 anni fa su fb
io l'ho cancellato per questo. Il 70% della programmazione non prevede la lingua italiana
Bruna Bralla 2 anni fa su fb
Che barboni ????
Michele Clerici 2 anni fa su fb
Se magari oltre al.titolo italiano mettessero anche l audio varrebbe anche l'abo
Andy Da Silva 2 anni fa su fb
Grazie al c.... le cose fighe non ci sono...le cose interessanti solo in inglese e tedesco. ?
Carolina Botta 2 anni fa su fb
Vero, in italiano c’è poco
Andy Da Silva 2 anni fa su fb
scandaloso ?
Jessica Fernandes Machado 2 anni fa su fb
Io non so nemmeno come si usa ahah
Ernesto Serrao 2 anni fa su fb
Uno di questi è di sicuro quella zicca di Francesco Sergio Arrestatelo pf
Francesco Sergio 2 anni fa su fb
Ahahahah grazie pure agli amici di spotify
Francesco Alessia Mancuso 2 anni fa su fb
I patrioti di sibari sono sovvenzionati erne
Francesco Sergio 2 anni fa su fb
Francesco Alessia Mancuso ahahah sugnu rocchisanu atru ca sibari ?
Ernesto Serrao 2 anni fa su fb
Per la rsi si sarà attaccato al contatore di qualcuno
Enzo Cropanese 2 anni fa su fb
Ciao Ernesto
Francesco Alessia Mancuso 2 anni fa su fb
Francesco Sergio extracomunitarioooooo torna al to paess
Gottlieb Brunner Modz 2 anni fa su fb
Kevin Sarina
Susanna Rossera 2 anni fa su fb
Chiara Finotti netflix?? Cosa è? ?? ahahahahaahahha
Chiara Finotti 2 anni fa su fb
Io non guardo queste brutte cose! Mi rifiuto!
Susanna Rossera 2 anni fa su fb
Chiara Finotti ahahahahahahaha ceeeerto ?
Chiara Finotti 2 anni fa su fb
AHAHAHAHAHAH ????
Simona Bottinelli 2 anni fa su fb
Ma fanno bene a nn pagare la Billag giustifica lo scaricare gratis
Lucrezia Novelli 2 anni fa su fb
La Billag devi pagarla comunque anche se hai Netflix
Simona Bottinelli 2 anni fa su fb
Appunto
Diego Dessy 2 anni fa su fb
Ci manca anche che qualcuno lo paghi dato quanto schifo in questo paese
Nunzia Conte Iorio 2 anni fa su fb
I miei. Aiutooo
Andrea Festa 2 anni fa su fb
Fate bene se qualcuno sa come non pagare mi scriva ?
Hardy 2 anni fa su tio
E comunque che problemi volete che abbia Netflix? Un account premium credo consenta la fruizione addirittura su 5 apparecchi contemporaneamente, per cui il fatto che molti sfruttino l'account di un parente o amico rientrava sicuramente nelle aspettative dell'azienda.
Alwin Gashi 2 anni fa su fb
Bho se qualcuno sa come non pagare me lo scriva ?
Simon Rossi 2 anni fa su fb
Se sei abbonato hai a disposizione 4 account, 3 amici potrebbere guardarlo gratis. Oppure dividi il costo dell'abbonamento in 4 e pagate meno di 5 CHF a testa
Alwin Gashi 2 anni fa su fb
Ma così non è gratis :(
Marco Niederhauser 2 anni fa su fb
Beh se ti ciulano l' account per gli altri diventa gratis
Alwin Gashi 2 anni fa su fb
Marco Niederhauser geniale
Junior Davies J Mills 2 anni fa su fb
Giusto.. uno lo uso a casa mia, uno sulla tele dei suoceri e un'altro sul telefono?? è così che va!
Marisa Filipponi 2 anni fa su fb
Cos'è?????
albertolupo 2 anni fa su tio
Non trovo niente di male a condividere l'account. Questi qua fanno miliardi a palate.
Daniel Gherbi 2 anni fa su fb
Tra tutte le immagini che potevate usare, avete usato quella della serie Netlix peggiore di tutte.
16Chuck93 2 anni fa su tio
Non vengono hackerati gli account, un utente può condividere il profilo semplicemente dando password e l'e-mail. Così facendo un sacco di persone non pagano...
Hardy 2 anni fa su tio
A me piace, soprattutto perché guardo film e serie tv sempre e solo in lingua originale coi sottotitoli. Non sarebbe male avere più sottotitoli in italiano, o quantomeno in inglese perché è un ottimo modo per esercitare un po' la lingua (e non che sputi sul tedesco o sul francese, anche se sul tedesco ho ancora qualche difficoltà). Piuttosto, è impressionante quanti contenuti vengano prodotti solamente da Netflix e pubblicati settimanalmente, se non quasi giornalmente: passi che il target è molto diversificato in fatto di gusti, età, generi preferiti eccetera ma secondo me si corre il rischio di saturare il tutto.
Lore62 2 anni fa su tio
...per forza, è una generazione senza soldi...
SwissPitBull 2 anni fa su tio
Non è netflix ad essere hackerato ma gli accounts degli utenti. Questo non lo sanno o lo fanno passare in sordina apposta?
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
8 sec
Estati estreme: 30 anni fa erano l'eccezione, ora sono la norma
Gli uffici meteorologici di Svizzera, Austria e Germania prevedono che il fenomeno proseguirà negli anni a venire.
SVIZZERA
19 min
Sì all'aiuto alla stampa, sulla base della tiratura
Più è importante, minori dovrebbero essere gli sconti: lo pensa la Commissione delle finanze del Nazionale
BERNA
53 min
Hacker violano i conti Migros e fanno la spesa per decine di migliaia di franchi
I due cybercriminali sono stati fermati dalle autorità bernesi, la mente del piano sarebbe un 22enne
BERNA
1 ora
Donna priva di vita trovata su un versante del Gantrisch
Si tratta di una 44enne bernese la cui salma è stata recuperata con l'aiuto della Rega, si cercano testimoni
BERNA
1 ora
Negli ospedali svizzeri è arrivato il farmaco anti-Covid
Il medicinale può essere utilizzato da subito per il trattamento dei pazienti affetti da Covid
SOLETTA
3 ore
Un positivo in discoteca, 340 persone in quarantena
Aumenta il bilancio di quelli che dovranno restare chiusi in casa per dieci giorni.
SVIZZERA
5 ore
Strade svizzere sempre più cariche
Lo scorso anno sono aumentate le colonne registrate sulle strade nazionali svizzere.
SVIZZERA
6 ore
Non si ferma la progressione dei contagi
Il numero dei casi registrati in Svizzera tocca quota 31'967. I decessi sono 1'686.
CANTONE / SVIZZERA
6 ore
Le corse su richiesta tramite app potrebbero diventare realtà
Da settimana prossima AutoPostale utilizzerà un taxi londinese riconvertito per servire la Valle Verzasca
SVIZZERA
7 ore
"No" alla deduzione fiscale per chi sceglie vacanze svizzere
Il Consiglio federale propone di respingere le mozioni presentate da Marco Chiesa e da Franz Ruppen.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile