SVIZZERA
20.04.18 - 10:400

Più sicurezza nei trasporti pubblici per un “Happy End”

L’Ufficio federale dei trasporti ha lanciato una campagna di prevenzione pubblicando tre cortometraggi

BERNA - Oggi, l'Ufficio federale dei trasporti (UFT) ha avviato, congiuntamente alle FFS e all'upi (Ufficio svizzero per la prevenzione degli infortuni), una campagna sulla sicurezza nei trasporti pubblici (TP). Alla pagina Internet www.happy-end.ch sono pubblicati tre cortometraggi, che presentano dei casi tipici d'incidente e il comportamento opportuno per evitarli. La campagna punta a mantenere e ad aumentare il più possibile il già elevato livello di sicurezza nei TP. Come emerge dal Rapporto sulla sicurezza 2017 dell'UFT, pubblicato contemporaneamente, l'anno scorso nei TP sono occorsi 167 incidenti con morti, feriti gravi o ingenti danni materiali.

Nel 2017 nei trasporti pubblici si sono registrati 167 incidenti gravi. Questa cifra è la seconda più bassa da quando l'UFT ha iniziato, undici anni fa, a pubblicare un rapporto sulla sicurezza standardizzato. Solo l'anno scorso si sono registrati valori inferiori. Sempre nel 2017, il numero di decessi (30) è rimasto pressoché invariato rispetto al 2016, mentre quello dei feriti gravi (135) si è attestato a un livello lievemente superiore. I casi di incidente mortale erano dovuti in primo luogo all’accesso non autorizzato a impianti ferroviari, mentre circa la metà dei feriti gravi era riconducibile a imprudenza, sconsideratezza o disattenzione. Nuovamente, nell’anno oggetto del rapporto non si sono registrate vittime di incidenti mortali tra i passeggeri.

In questo contesto l'UFT ha lanciato una campagna di prevenzione, in collaborazione con l'upi e le FFS, allo scopo di sensibilizzare i clienti e gli utenti dei TP a una maggiore attenzione e al rispetto di regole e prescrizioni. La campagna, che s'intitola «Happy End», comprende una pagina Internet (www.happy-end.ch) con tre cortometraggi, che esortano gli utenti a rispettare le strisce di sicurezza bianche sui marciapiedi dei treni e il divieto di attraversare i binari, nonché a reggersi bene agli appositi sostegni dei mezzi del trasporto locale, nel caso in cui restino in piedi.

TOP NEWS Svizzera
BERNA
5 ore
Doping, c'è anche un medico svizzero nello scandalo Aderlass
L'uomo avrebbe fornito una sostanza proibita tra il 2012 e il 2013
SVIZZERA
6 ore
Come proteggersi dal coronavirus
Un reminder sulle precauzioni da prendere per evitare il contagio
BERNA
9 ore
Il Coronavirus avanza, le autorità svizzere guardano
Da Berna nessuna ulteriore misura. Silenzio in Ticino. Il virologo: «Sbagliate le previsioni tranquillizzanti»
FRIBURGO
10 ore
Contro un palo con la slitta, finisce in ospedale
È accaduto a Schwarzsee. La donna ha subito gravi lesioni alla testa e alla colonna vertebrale
SONDAGGIO
SVIZZERA
11 ore
Macché data di scadenza? Lidl introduce l'etichetta "Spesso buono oltre"
Accompagnerà la dicitura "Da consumare preferibilmente entro", che non è una data di scadenza
APPENZELLO ESTERNO
11 ore
Centauro sfreccia a 147 km/h in una zona 80
Multa salatissima, ritiro patente e denuncia per un 54enne pizzicato da un controllo di velocità
FOTO
VALLESE
1 gior
Una targa per restare vigili contro gli abusi
È stata la vittima di un ex insegnante, religioso e allenatore di calcio, a chiederne la posa
SVIZZERA
1 gior
Stop alla quarantena per gli svizzeri della MS Westerdam
Un'americana che si trovava sulla nave è stata trovata infetta. Ma «non vi sono state trasmissioni del virus»
VAUD
1 gior
Che fine hanno fatto le gemelline Schepp?
La mamma delle due ragazze vodesi lancia un nuovo appello a Chi l'ha Visto
SVIZZERA/KENYA
1 gior
Due arresti per lo stupro e l'omicidio della missionaria svizzera
La 74enne viveva sola ed era stata aggredita per una rapina, le autorità keniane a caccia di una terza persona
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile