tipress
BERNA
19.04.18 - 09:240
Aggiornamento : 14:46

La salute arriva a costare 803 franchi al mese

Questo il costo medio del sistema sanitario nel 2016. Sono 21 franchi in più rispetto all’anno precedente

BERNA – Nel 2016, in Svizzera i costi complessivi del sistema sanitario ai sensi degli standard dell’OCSE ammontavano in totale a 80,7 miliardi di franchi. Questo è il risultato emerso dalle cifre provvisorie dell'Ufficio federale di statistica (UST) sui costi e sul finanziamento del sistema sanitario nel 2016.

I costi del sistema sanitario sono aumentati del 3,8%, in linea con la crescita media degli ultimi cinque anni. Siccome la prestazione economica ha segnato una progressione dello 0,8%, il rapporto tra costi del sistema sanitario e prodotto interno lordo (PIL) ai prezzi correnti ha continuato a salire, raggiungendo nel 2016 il 12,2% (anno precedente: 11,9%).

La crescita dei costi del sistema sanitario segue la tendenza degli ultimi cinque anni - Delle spese supplementari (3,8%) pari a 3,0 miliardi di franchi, l’81,1% (2,4 mia.) è imputabile all’aumento delle spese degli ospedali (+1,3 mia.), degli istituti medico-sociali (+0,4 mia.), degli studi medici (+0,2 mia.) e di altri fornitori di cure ambulatoriali (+0,5 mia.), i quali complessivamente rappresentavano il 77,4% dei costi della salute.

Misurato unicamente secondo il tasso di crescita quinquennale, si delinea un quadro diverso per i singoli gruppi di fornitori di prestazioni. Nel 2016 presentano una crescita al di sotto della media tra l’altro gli studi medici (+1,5%), le organizzazioni di prevenzione e sostegno (+0,6%) nonché i fornitori di cure sussidiari (p.es. laboratori e salvataggio +7,9%). È cresciuto più della media il gruppo degli «altri fornitori di cure ambulatoriali», principalmente Spitex e la fisioterapia, +10,4%).

803 franchi al mese per la sanità - Nel 2016, in Svizzera, per la salute sono stati spesi 803 franchi al mese per abitante; 21 franchi in più rispetto all’anno precedente. Di questi, 286 franchi pro capite (+9) sono stati coperti dalle prestazioni dell’assicurazione malattie obbligatoria, 50 franchi (+/–0) da altre assicurazioni sociali come l’AVS, l’AI e l’assicurazione contro gli infortuni, 30 franchi (+/–0) da altri enti della sicurezza sociale nonché da prestazioni sociali legate al bisogno e 53 franchi (+2) dalle assicurazioni complementari. Lo Stato ha finanziato 139 franchi (–1) e altri privati hanno contribuito con 11 franchi (+/–0). Le economie domestiche hanno dovuto sborsare, oltre ai premi assicurativi e alle imposte, l’importo restante di 235 franchi (+10), che comprendeva per la maggior parte prestazioni per case di cura, trattamenti dentistici nonché partecipazioni ai costi ambulatoriali e stazionari per l’assicurazione malattie.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
11 min
L'app SwissCovid non convince
Il 56% della popolazione non intende installarla sul proprio cellulare. C'è chi teme per la protezione dei dati.
SVIZZERA
4 ore
Svizzera e Stati Uniti a braccetto nello sviluppo di droni
Si mira in particolare a migliorare la loro integrazione in sicurezza nello spazio aereo
FOTOGALLERY
BASILEA CITTÀ
8 ore
Otto nuovi cuccioli allo zoo
Si tratta della discendenza più numerosa registrata negli ultimi 34 anni nel parco zoologico renano.
SVIZZERA
9 ore
Un trucchetto per avere treni puntuali? «No, non inganniamo i viaggiatori»
Le FFS smentiscono che l'evoluzione positiva della puntualità dei convogli sia dovuta al nuovo modello di calcolo.
FOTOGALLERY
VAUD
9 ore
10 anni e 1'000 operai, ma ora l'Abbazia è pronta
La più grande chiesa romanica del nostro Paese riaprirà al pubblico nel weekend.
SVIZZERA
10 ore
Coronavirus: le Pmi svizzere temono la seconda ondata
Per la maggioranza degli interpellati, il rischio è grande. Cresce però l'ottimismo su andamento degli affari e finanze.
ZURIGO
10 ore
Sgominata una baby gang specializzata in furti, truffe e borseggi
La banda composta da quattordici giovani tra i 17 e i 33 anni ha commesso più di 70 reati in tre cantoni.
BERNA
10 ore
La montagna "razzista" non deve cambiare nome
Il Municipio di Grindelwald non intende cambiare il nome all'Agassizhorn.
SVIZZERA
11 ore
129 nuovi casi di coronavirus in Svizzera
Sei persone sono finite in ospedale. Oltre 10mila i tamponi effettuati
VALLESE
13 ore
A 104 km/h sul 50: automobilista nei guai
Al conducente di 32 anni è stata ritirata immediatamente la patente e sequestrato il veicolo.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile