Keystone
VALLESE
29.03.18 - 15:060

Le criptovalute fanno rivivere Gondo

La start-up elvetica Alpine Mining ha dato nuova vita al paesino colpito da una terribile frana nel 2000 e che da allora era diventato un villaggio fantasma. E altre potrebbero seguire l'esempio

SION - A Gondo (VS), in un locale senza finestre, lavorano centinaia di server, che in un'atmosfera di rumore incessante generano criptomonete 24 ore su 24. Un'attività che porta nuova vita a questo antico villaggio di cercatori d'oro.

«È molto interessante da un punto di vista storico», spiega all'Afp Paul Fux, vicesindaco della località vallesana vicina al confine italiano e sulla strada del Sempione. «Abbiamo avuto miniere d'oro di fama mondiale fino alla fine del 19esimo secolo; oggi sono arrivati nuovi minatori, giovani, e rilanciano lo sfruttamento minerario». Di valute virtuali.

La società in questione si chiama Alpine Mining: è lei che gestisce il locale di 96 metri quadrati dove sono allineati i server. Una quindicina di grandi tubi espellono l'aria calda prodotta dai computer e immettono 30'000 metri cubi di aria fresca all'ora, spiega il direttore Ludovic Thomas, che fatica a farsi sentire in mezzo al baccano informatico.

I suoi supercomputer, guidati da specialisti, sono responsabili della risoluzione delle complesse equazioni matematiche necessarie per creare una "blockchain", un protocollo informatico che si aggancia a un gigantesco database pubblico, sicuro e condiviso.

Le applicazioni di questa tecnologia sono molte, ma la più nota è quella che consente la creazione delle criptovalute, come il bitcoin. Più le macchine sono potenti - e quindi energivore - più velocemente viene creata la valuta.

L'arrivo sette mesi fa della start-up elvetica Alpine Mining, installatasi a Gondo a causa del prezzo molto basso dell'elettricità, ha portato un vento di rinnovamento nel villaggio alpino, segnato nel 2000 da una tragedia: il 14 ottobre di quell'anno dopo piogge torrenziali una frana distrusse un terzo del paese, uccidendo 13 persone.

Non lontano dalla miniera high tech di Alpine Mining - la cui posizione deve rimanere segreta - si trovano le galline che razzolano nel cortile di una delle poche case della località incassata fra ripide montagne. Poco lontano è in corso di realizzazione una seconda miniera.

«Gli abitanti sono felici di vedere dei giovani, vedere che la vita può riprendere», afferma Thomas, che ha 26 anni. Dopo il dramma il comune ha cercato invano di attirare imprese per evitare la morte del villaggio, gli fa eco Fux. Che si dice rallegrato dal fatto che i sei giovani informatici presenti sul posto siano sopravvissuti al loro primo inverno in montagna....

Nel locale in cui viene generata la moneta virtuale, il caldo, che raggiunge i 41 gradi, è soffocante. Le luci arancioni e verdi lampeggiano mentre Ludovic Thomas controlla il sistema di aerazione. Il suo look urbano e i tatuaggi sulle braccia contrastano con lo stile montanaro dei 50 abitanti di Gondo, ma tutti assicurano che si va d'accordo.

Il comune affitta due alloggi. Dopo la catastrofe del 2000, non tutti sono tornati, spiega Fux. Nel 2017 l'amministrazione doganale è stata trasferita e una delle tre stazioni di servizio nel villaggio è stata chiusa.

La frazione del comune di Gondo-Zwischbergen era diventata una specie di villaggio fantasma: eppure passano 400 camion al giorno e la località è da due ore da Milano, sottolinea Simon Squaratti, un dipendente comunale che accoglie con favore l'arrivo dei cripto-minatori, sebbene ammetta di non capire bene quello che facciano.

La maggior parte degli edifici sono vuoti. Non c'è scuola, niente panetteria, niente negozi, niente bar. Ma non pochi pensano che l'arrivo di Alpine Mining possa invertire la tendenza. Un primo ristorante ha aperto i battenti a inizio marzo. E una "una dozzina" di aziende, tutte attive nel campo della creazione di criptovalute, desiderano stabilirsi a Gondo, annuncia orgogliosamente Fux. Il comune sta aspettando che le autorità cantonali accettino di trasformare dei terreni in zone edificabili.

Perché Gondo? «Abbiamo le tariffe elettriche più convenienti della Svizzera», poiché il comune «offre prezzi preferenziali per attirare» le imprese, spiega il direttore di Alpine Mining. «Quindi possiamo ridurre i nostri costi di raffreddamento sfruttando il clima alpino», aggiunge.

Ma la crescita dell'azienda rimane limitata in questo villaggio, che ha un solo trasformatore: la costruzione di un secondo richiederebbe troppo tempo. Thomas intende quindi organizzare altre miniere in Vallese, cantone re dell'idroelettrico. «Un tempo c'era la gold rush, la corsa all'oro: oggi abbiamo la crypto rush...», conclude l'imprenditore.

Commenti
 
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
6 min

Nuove crepe sugli F/A-18

"L'inconveniente" è stato riscontrato in quindici cerniere degli undici dei 30 caccia finora esaminati. Tuttavia, gli aerei sono sempre disponibili per il servizio di polizia aerea

FOTO
SAN GALLO
2 ore

Basta un solo attimo sulla strada e la Corvette non c'è più

L’uomo al volante ha riportato lievi ferite, mentre per la passeggera è intervenuta la Rega. I pompieri hanno dovuto liberarli dalle lamiere

GERMANIA/SVIZZERA
17 ore

In macchina con i nonni, muore bimbo svizzero di 9 anni

La loro macchina è stata violentemente tamponata mentre viaggiavano in autostrada a sud di Monaco di Baviera

SAN GALLO / TURGOVIA
22 ore

8 colpi e 800'000 franchi di bottino, catturato l'uomo mascherato

Davanti alla procura il 26enne ha confessato di essere l'artefice delle varie rapine compiute ai danni di banche e distributori di benzina nella Svizzera orientale negli ultimi anni

SVIZZERA
22 ore

Roger e Xenia non hanno fatto pubblicità occulta

La Commissione svizzera per la lealtà ha risposto al reclamo presentato dall'associazione svizzero-tedesca di protezione dei consumatori

FOTO
ZURIGO
23 ore

Esperimenti sui cani, l'Uni si difende: «Non sapevamo nulla»

La ZHAW di Zurigo dichiara di non essere a conoscenza dei test effettuati in un laboratorio tedesco che agiva su mandato di un'azienda farmaceutica che collaborava con la scuola: «Test inaccettabili»

SVIZZERA
23 ore

Quasi 40'000 firme contro il 5G

Una petizione che chiede una moratoria sullo sviluppo della tecnologia mobile è stata depositata oggi presso il Dipartimento federale delle comunicazioni

SVIZZERA
1 gior

Deal o No-Deal: la Svizzera è preparata alla Brexit

Cinque accordi sono stati elaborati con il Regno Unito che verrebbero applicati a partire dal momento in cui le intese bilaterali tra Berna e Londra non saranno più valide

SAN GALLO
1 gior

Quella fattoria è fuori dal mondo, anche per la Posta

Nell'estate 2016, il gigante giallo aveva informato un contadino che non gli avrebbe più consegnato pacchi e lettere al domicilio. L'uomo ha fatto ricorso, invano.

LUCERNA
1 gior

Maxi tamponamento in galleria, nove feriti

In tutto sono una decina i veicoli coinvolti nell'incidente avvenuto stamattina nel tunnel di Eich

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile