Tipress
BERNA
12.03.18 - 16:040
Aggiornamento : 17:42

AutoPostale: il Governo «pronto a far chiarezza»

Il procedimento penale aperto dall'Ufficio federale di polizia parte dal 2007. Il tema sarà discusso dal Parlamento mercoledì

BERNA - Non accennano a placarsi le critiche e gli interrogativi sollevati dallo scandalo delle manipolazioni contabili presso AutoPostale. Messo sotto pressione dall'insieme dei partiti, il Consiglio federale ha fornito oggi alcuni elementi chiarificatori, dicendosi pronto a fare piena luce su tutte le aziende sovvenzionate. Il Parlamento ne discuterà mercoledì.

Rispondendo a una serie di interpellanze urgenti di PS, UDC, PLR, PPD, Verdi, PVL e PBD, il governo ha precisato che l'Ufficio federale di polizia (fedpol) ha aperto un procedimento penale contro AutoPostale il 2 marzo, dal quale potrebbero scaturire multe o sanzioni pecuniarie.

Il procedimento parte dal 2007 e non ha limiti temporali, ha precisato la ministra dei trasporti Doris Leuthard al Nazionale durante l'"ora delle domande". Non si ferma quindi al 2015, come annunciato in un primo tempo dal governo. Per il 2016 e 2017, l'Ufficio federale dei trasporti (UFT) deve tuttavia ancora valutare se siano state versate sovvenzioni indebitamente, ha specificato rispondendo a Olivier Feller PLR/VD). Nessun contratto di prestazione né indennizzo è stato invece firmato per il periodo 2018/2019.

Parallelamente La Posta ha incaricato lo studio di avvocati Kellerhals Carrard ed esperti contabili di d'Ernst & Young di condurre un'inchiesta esterna. Un comitato di tre esperti dovrebbe garantire l'indipendenza della stessa. Anche in Francia sono in corso procedimenti giudiziari.

In vista dell'Assemblea generale 2018 della Posta Svizzera SA, è previsto di nominare un esperto o istituire un controllo speciale in particolare per quanto riguarda i conti 2017 e il discarico da concedere al consiglio di amministrazione.

La cronologia - Interrogato sulla cronologia dello scandalo, il Consiglio federale ha indicato che dubbi sono emersi dopo che AutoPostale è stata ristrutturata in subholding, sin dal suo primo esercizio contabile 2016. Secondo il rapporto di revisione dell'UFT del 6 febbraio scorso, la Posta ha fornito diversi documenti, ma in un primo tempo si è rifiutata di consentire l'accesso a quelli delle società del gruppo.

Solo dopo un incontro ai vertici fra Susanne Ruoff e l'UFT, all'inizio di settembre del 2017, si è messa a completa disposizione dei revisori. Soltanto da quel momento l'ufficio federale ha potuto disporre di indizi sull'ampiezza delle irregolarità. Il 2 novembre 2017 l'UFT ha informato il Controllo federale delle finanze, il quale ha informato il Consiglio federale.

Le altre aziende - Oltre ad AutoPostale, altre aziende di trasporto ricevono sovvenzioni. L'UFT ha inviato loro una missiva a fine febbraio affinché controllino i loro conti e confermino per iscritto che tutto è conforme alle disposizioni legali. In caso contrario la Confederazione non firmerà con loro contratti per gli anni 2018/2019.

Nel 2013, l'UFT ha sottoposto a perizia la procedura di ordinazione nel trasporto regionale di viaggiatori. Da questa sono emersi ritardi nella definizione del finanziamento di alcune offerte, la complessità delle interfacce procedurali e l'assenza di incentivi volti ad aumentare ulteriormente l'efficienza. Una decisione di indirizzo da parte della Confederazione e dei Cantoni è attesa per metà 2018, ha precisato il governo.

Conflitti d'interesse - Il Consiglio federale ha pure ammesso l'esistenza di conflitti d'interesse nel settore delle aziende pubbliche. Ha però ricordato che ci sono disposizioni per limitarli: la Confederazione separa chiaramente i suoi ruoli di proprietario, autorità di regolazione e sorveglianza del mercato, così come di mandatario o fornitore di servizi.

Tuttavia, a causa delle irregolarità rilevate presso AutoPostale, l'esecutivo è disposto a esaminare una separazione fra controllo delle sovvenzioni e sorveglianza del mercato.

Il governo è anche cosciente della concorrenza potenziale che le imprese statali possono presentare per il settore privato. Se volessimo eliminare completamente questo rischio, bisognerebbe arrivare a una privatizzazione completa, una soluzione che il governo ritiene troppo radicale. Secondo il Consiglio federale, l'attuale separazione dei ruoli è conforme alle norme internazionali.

TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
23 min

Gli A220 di Swiss a terra fino a nuovo ordine

Un volo Londra-Ginevra è stato dirottato su Parigi stamattina. Un nuovo incidente che coinvolge un motore Serie C / A220 e che ha spinto l'azienda a reagire drasticamente

ZURIGO
1 ora

Poliziotta investita, chiesta una punizione esemplare

Secondo la Federazione Svizzera dei Funzionari di Polizia, il 20enne «ha preso in conto la morte dell'agente»

BERNA
2 ore

Quaranta gatti sono troppi, potrà tenerne sei al massimo

Nell'appartamento c'erano grandi quantità di escrementi, l'aria era impregnata di ammoniaca, alcuni animali erano malnutriti e la loro riproduzione avveniva incontrollata

SVIZZERA
2 ore

Apple Pay accessibile anche con Visa e Mastercard

La possibilità di usufruirne viene offerta anche a chi possiede una carta di debito, una prima in Svizzera

VAUD
2 ore

Abusò della moglie, l'imam deve lasciare la Svizzera

Davanti al TF l'uomo ha invocato la protezione della sfera privata, garantita dalla Convenzione europea dei diritti dell'uomo. Ma il kosovaro non ha assimilato i valori sociali e giuridici

SAN GALLO
3 ore

Abusi, liberato l'allenatore delle ginnaste

L'uomo è sospettato di reati sessuali nei confronti di una 17enne

SVIZZERA
4 ore

Anche con un pomodorino o un chicco d'uva si può morire

L'Ufficio prevenzione infortuni mette in guarda sul rischio di soffocamento dovuto ad alimenti di piccole dimensioni per i bambini

SVIZZERA
4 ore

Evolve il mercato dell'auto: si guarda alle vendite online e al noleggio

Gli esperti analizzano il settore dopo l'introduzione di alcune novità da parte dell'azienda Auto Kunz di Wohlen

SVIZZERA
5 ore

Libra: avanti con 21 membri, firmata la carta e determinati i vertici

La missione è costruire una migliore rete di pagamento, ampliare l'accesso ai servizi finanziari essenziali e ridurre i costi per miliardi di persone che ne hanno più bisogno

SVIZZERA
6 ore

I ghiacciai raggiungono un nuovo record (negativo)

I ghiacciai svizzeri sono diminuiti del 10% in cinque anni, secondo l'Accademia svizzera di scienze naturali. Una perdita mai osservata prima

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile