FRANCIA / SVIZZERA
01.03.18 - 21:510
Aggiornamento : 02.03.18 - 06:57

Una conferenza demolisce l’alibi di Tariq Ramadan

L’islamologo svizzero era in Spagna l’8 ottobre 2009, ed è arrivato a Lione il giorno seguente alle 11.15. Un donna lo accusa di stupro nello stesso pomeriggio

PARIGI - Ci sarebbe un video a demolire l’alibi di Tariq Ramadan, in detenzione a Parigi accusato di stupro.

Una donna, “Christelle”, accusa l’islamologo svizzero di averla violentata in un hotel di Lione «nel pomeriggio» del 9 ottobre 2009. In sua difesa gli avvocati di Ramadan hanno presentato un biglietto aereo a suo nome, per un volo da Londra a Lione il 9 ottobre, con atterraggio all’aeroporto Saint-Exupéry alle 18.35. Per i suoi difensori, questo documento metterebbe definitivamente in dubbio l’accusa.

Libération e Muslim Post hanno però pubblicato un documento che demolisce questo alibi. Secondo le informazioni in loro possesso, Ramadan era arrivato a Lione il 9 ottobre alle 11.15. E il suo volo non è arrivato da Londra, ma da Madrid. Un lasso di tempo che potrebbe collocare l’islamologo nella camera d’albergo «nel pomeriggio», considerato inoltre che la conferenza a cui era atteso era fissata alle 20.30.

Ramadan era in Spagna - Buzzfeed ha pubblicato un altro dettaglio: la sera prima, l’8 ottobre 2009, Tariq Ramadan era in Spagna. Ha parlato pubblicamente a Jerez de la Frontera, a 465 chilometri da Madrid. Era invitato al museo di Atalaya per la 23esima edizione del festival “Agora Juvenil”. L’islamologo doveva parlare pubblicamente alle 17. Il suo aereo è partito il giorno seguente, il 9 ottobre, alle 7.05 per Lione, dove è atterrato alle 11.15.

Ramadan è stato fermato il 2 febbraio a Parigi per l’accusa di due stupri. Ha chiesto la liberazione per motivi di salute - sarebbe affetto da SLA e un’altra malattia -, ma gli è stata negata. I giudici temono il rischio di fuga.

La legenda del video menziona l'anno 2004, ma approfondite verifiche hanno confermato che si tratta del festival dell’8 ottobre 2009.

TOP NEWS Svizzera
ZURIGO
8 min
Qui i principali focolai del virus mutato
Variante britannica o sudafricana. Si moltiplicano le segnalazioni in Svizzera.
GRIGIONI
1 ora
«Caviale e champagne sono a pagamento, la zuppa di aragosta è gratuita»
Ecco cosa significa stare in quarantena in un albergo a cinque stelle: una testimonianza da St.Moritz
SVIZZERA
2 ore
Hotelplan: 75 agenzie restano chiuse
Il provvedimento vale sino alla fine di febbraio a causa dell'obbligo di telelavoro
VALLESE
3 ore
Un altro morto sotto una valanga
Un 29enne è morto in Vallese: con altre due persone si trovava nella regione del Col des Gentianes
BERNA
6 ore
Chi riconosce questo tatuaggio?
Una donna senza vita è stata trovata nelle acque del lago di Thun. Si sospetta l'omicidio
VALLESE
6 ore
Dieci sciatori sotto una valanga: un morto
È successo stamani nel comprensorio di Verbier. Le persone travolte si trovavano fuori pista
SVIZZERA
7 ore
La scuola reclute a distanza è partita col piede sbagliato
Molti non sono riusciti a connettersi al sistema per colpa di un problema tecnico.
BERNA
7 ore
Sugli sci in barba alle disposizioni
Code e assembramenti si sono verificati in molti comprensori sciistici questo fine settimana.
GRIGIONI
9 ore
La variante sudafricana è sbarcata a St. Moritz, test a tappeto per tutti
Individuati una dozzina di casi in due hotel. Scuole chiuse a tempo indeterminato.
SVIZZERA
9 ore
Con l'app in quarantena prima degli altri
Uno studio dell'Università di Zurigo ha confermato l'efficacia dell'app SwissCovid.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile