Tipress
BERNA
23.02.18 - 19:580

FFS, le trattative per il CCL non piacciono ai sindacati

Denunciati il clima di estrema pressione e proposte irricevibili da parte dell'ex regia federale

BERNA - Le trattative iniziate oggi per rinegoziare il contratto collettivo di lavoro (CCL) di FFS e FFS Cargo non piacciono ai sindacati. Le proposte avanzate dall'azienda sono ritenute «nient'altro che un pacchetto di risparmi» che contempla riduzioni salariali, aumento del tempo di lavoro, soppressione di giorni di vacanza e maggiore facilità di licenziare.

Lo afferma il vicepresidente del sindacato del personale dei trasporti (SEV) Manuel Avallone, in un comunicato congiunto con il sindacato dei servizi pubblici transfair, l'associazione dei quadri AQTP e il sindacato svizzero dei macchinisti e aspiranti (VSLF).

SEV, transfair e VSLF attendono dunque che la direzione delle FFS torni al tavolo dei negoziati con un pacchetto di rivendicazioni che possa essere davvero oggetto di negoziati.

«Con questo pacchetto di rivendicazioni, la direzione FFS vuole imprimere ulteriore pressione sul personale. Vive in un altro mondo se pensa che i dipendenti si lascino trattare in questo modo», aggiunge Manuel Avallone. E, come se non bastasse, la delegazione negoziale delle FFS «ha pure l'audacia di parlare di uno sviluppo del CCL».

I sindacati affermano poi che le trattative si svolgono in un contesto di estrema pressione per l'azienda, invischiata nei problemi sul funzionamento del programma Sopre (il programma informatico introdotto in novembre per gestire i turni di lavoro dei macchinisti che genera caos e irritazione) e in riorganizzazioni interne permanenti tese a sopprimere 1400 impieghi entro il 2020 attraverso il progetto di risparmi RailFit 20/30. La direzione è poi nel mirino delle critiche a causa dei suoi salari faraonici.

Il personale, sempre pronto ad identificarsi nell'azienda e a fornire prestazioni di qualità per il servizio pubblico, merita davvero di meglio rispetto a questi attacchi frontali, afferma il comunicato.

Contattate dall'ats, le FFS sottolineano che i negoziati sono appena agli inizi. Un elenco delle rispettive preoccupazioni è stato stilato. Le Ferrovie affermano di voler «rimanere un datore di lavoro attrattivo». Contestano il fatto di voler abbassare i salari e aumentare i tempi di lavoro. Si tratta piuttosto di adeguare le condizioni di lavoro alle esigenze attuali e future. «In questo modo vogliamo garantire gli impieghi a lungo termine».

Commenti
 
splugen 2 anni fa su tio
concordo pienamente con hcap76.
hcap76 2 anni fa su tio
@splugen :-) Un altro articolo..700 e rotti posti da eliminare? Si...se sono i posti dei SIGNORI strapagati va benissimo in caso contrario che escano dai loro caldi comodi e bei uffici e che se li facessero loro i lavori che fanno gli operai direi quasi perseguitati..dall inizio della riorganizzazione delle ffs..fine anni 90 circa siamo sempre andati peggiorando e le cose non miglioreranno MAI !!!
hcap76 2 anni fa su tio
Ma piantatela e iniziate a ridurre il vostro stipendio, e basta risparmiare sul personale,i risultati poi si vedono !!! Ci sono dirigenti,direttori e compagnia bella che guadagnano milioni e parlano di ridurre i nostri stipendi darci meno giorni di vacanza e poi cosa? Caliamoci direttamente le braghe facciamoci in.....are ancora tanto siamo abituati!!! Ultimamente abbiamo ricevuto una newsletter che sottolinea il fatto che sono aumentati gli infortuni professionali e ciò è dovuto al fatto che non rispettiamo le prescrizioni sulla sicurezza....io dico che il personale è arrivato allo stremo e non ne può più,poi ci può stare che non vai a lavorare ma non sei al 100 per 100. Provateci voi scienziati,che a parole siete tanto bravi...RICORDATEVI CHE IL LAVORO,QUELLO VERO,LO FACCIAMO NOI QUINDI PIANTATELA !!!!!! FFS vuole continuare ad essere un azienda attrattiva? cos'è una barzelletta? sono anni che non è più attrattiva e chi come me che ci lavora da anni lo sa bene,chi invece non sa niente,una volta assunto,accetta di restare perché non ha alternative oppure se ne va!!! L'unica vera cosa sarebbe quella di rivedere un po' certe regole che riguardano i licenziamenti perché cè gente che ogni 3 per 2 si butta in malattia o altro fregandosene degli altri che si devono fare un mazzo quadrato perché non cè abbastanza personale. Iniziate a lasciare a casa questi parassiti e assumere persone che veramente vogliono il bene dell'azienda e non come tanti che sono contenti delle FFS solo al 25 di ogni mese !!!! Sul nuovo CCL ci sarà guerra ed è giusto così perché siamo veramente stufi !!!!!!
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SAN GALLO
14 min
Un carro di carnevale forse un po' troppo razzista
Quello di un ex-deputato Udc presentato al carnevale di Wangs: «Per me negro non è mica una parolaccia»
LUCERNA
42 min
Auto finisce ribaltata in un torrente
L'incidente è avvenuto nelle prime ore di questa mattina, il conducente è rimasto illeso.
SVIZZERA
3 ore
All'ex capo di ABB una buonuscita di 13 milioni
Il colosso dell'ingegneria ha reso note oggi le retribuzioni del manager Ulrich Spiesshofer
BERNA
14 ore
Sgombero dell’ex deposito di munizioni: una costosissima prima svizzera
Si tratta del sito di Mitholz. Si preparano le procedure, i veri e propri lavori avranno inizio nel 2031
VAUD
16 ore
Il Cantone mette in vendita due pistole, ma non a tutti
Venerdì al Tribunale di Renens vanno all'asta due Glock
BULGARIA
18 ore
Andava in Siria con un arsenale, cinque anni di carcere per uno svizzero
L'uomo, originario di Suhr (AG), era stato arrestato a bordo di un veicolo 4x4 alla frontiera tra Bulgaria e Turchia
SVIZZERA
20 ore
TCS: «Tassare i veicoli in base alle emissioni di CO2»
Il Touring Club ginevrino deve raccogliere 5300 firme
SVIZZERA
23 ore
«La libera circolazione è vitale per l'economia»
Dopo i sindacati, contro l'iniziativa dell'UDC oggi sono scese in campo anche le piccole e medie imprese
SVIZZERA
1 gior
L'inverno rientra dalla porta sul retro
Caldo da record ad inizio settimana, ma da mercoledì l'asticella dei gradi si abbasserà nuovamente, con neve in vista
SONDAGGIO
SVIZZERA
1 gior
Ci piacciono le carte di credito, ma non ci fidiamo del contactless
Il mezzo di pagamento è comunque sempre più apprezzato dagli svizzeri, come mostra l'annuale indagine di bonus.ch
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile