Immobili
Veicoli
Keystone
SVIZZERA
21.02.18 - 14:210
Aggiornamento : 14:40

AutoPostale, solo l'Ufficio federale dei trasporti è competente

I presunti sussidi elevati ricevuti non sono perseguibili dal Ministero pubblico delle Confederazione o dalla Procura generale

BERNA - Il Ministero pubblico della Confederazione (MPC) e la Procura generale del cantone di Berna non sono competenti per l’inchiesta sui presunti sussidi elevati ricevuti da AutoPostale.

 Il 14 febbraio 2018, l’Ufficio federale dei trasporti (UFT) aveva sporto denuncia sia al MPC che alla Procura della regione Berna Mittelland. Dopo aver verificato i fatti denunciati, il MPC e la Procura generale del cantone di Berna sono giunti alla conclusione che le presunte infrazioni fatte valere nella denuncia rientrano nel diritto penale amministrativo. I presunti reati devono necessariamente essere perseguiti e giudicati dall’ufficio federale competente per materia in virtù degli articoli 37 e 39 della legge sui sussidi. In questo caso, secondo la denuncia, è l’UFT.

Ai sensi del Codice penale, per aprire un’inchiesta, il MPC o la procura cantonale deve avere sufficienti indizi di reato. A oggi, sulla base della denuncia sporta dall’UFT, non vi sono tali indizi.

Di conseguenza né le autorità federali né le autorità cantonali preposte al perseguimento penale dispongono di basi legali per indagare sui presunti sussidi elevati denunciati. La legge sui sussidi stabilisce in modo vincolante che i presunti reati che rientrano in quest’ambito devono essere valutati e giudicati dal competente ufficio federale. Il Consiglio federale può dichiarare competente un’altra unità amministrativa della Confederazione.    

Come di consueto in casi analoghi, il procuratore generale della Confederazione Michael Lauber e il procuratore generale bernese Michel-André Fels hanno discusso il contenuto della denuncia e segnatamente la questione della competenza in occasione di uno scambio tecnico. Le due autorità si allineano alla posizione adottata dalla dottrina e dalla prassi, secondo cui le autorità preposte al perseguimento penale non sono competenti per indagare su una presunta truffa in materia di sussidi.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
MIM 4 anni fa su tio
Vergognoso! Si sono costruiti delle botti di ferro e si passano la patata bollente uno con l'altro. Io li prenderei a sberle.
vulpus 4 anni fa su tio
Si si va bene non sono autorizzati a farlo.Ragione di più per sollevare i dirigenti dalle loro posizioni, immediatamente , prima che intorbidiscano le acque.Ma tutti quelli sulla scala delle responsabilità.Maneggiano miliardi dei cittadini, portano a casa dei bonus( cose dell'altro mondo), ma non sono responsabili delle malversazioni a loro favore!
Evry 4 anni fa su tio
e questo sono i nostri GOVERNATORI e FUNZIONARI Leadership !!!!! Republica delle banane !!
Monello 4 anni fa su tio
....Logico !!...non potrebbe essere altrimenti dicono...cane non mangia cane !
Zico 4 anni fa su tio
chiaro, nessuno è competente, nessuno è responsabile, nessun manager perderà il posto di lavoro, nessun manager sarà licenziato. la responsabilità POLITICA se la prende la Leuthard, la responsabilità finanziaria se la prendono i contribuenti. i Sud Italia questa prassi ha un nome
Gus 4 anni fa su tio
Povero Svizzera! Abbiamo ormai raggiunto il livello del Sudamerica!
Thor61 4 anni fa su tio
@Gus Hai ragione, e la legge "Utile" era già presente a quanto pare. Il fattore principale è che ai giorni nostri sempre più spesso la fanno fuori dal vaso e ancor peggio si fanno beccare. Poi vien fuori che l'appoggio politico è sempre presente, per cui tutto finisce a tarallucci e vino e gli unici che pagano siamo sempre noi. Che schifo!!! Saluti ;o)))
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
7 ore
Party, vodka e caviale: perché al Wef di Davos si sentirà la mancanza dei miliardari russi
La rappresentativa, ufficialmente non grata, era solita portare nella città grigionese feste esclusive ed esosissime
FRIBURGO
8 ore
Ciclista deceduto sul ciglio della strada
Il 69enne era stato trovato privo di sensi, i tentativi di rianimarlo sono stati inutili
BASILEA CITTÀ
9 ore
Incidente in piscina, bimba in condizioni critiche
Sono stati due ragazzi a estrarre la piccola dall'acqua
VAUD
9 ore
Kitesurfer gravemente ferito dall'elica di una barca
L'incidente al largo di Montreux, un 21enne è stato trasportato in ospedale
SVIZZERA
12 ore
Vaiolo delle scimmie, c'è il primo caso in Svizzera
Stando all'UFSP è stato riscontrato nel canton Berna, l'allerta non è alta: «Monitoriamo la situazione»
ZURIGO
15 ore
Accoltellamento all'alba, due arresti
In manette un 18enne e un 19enne, uno dei colpiti è in gravi condizioni
BERNA
16 ore
Un altro bancomat fatto brillare nel Giura Bernese
Lo scoppio nel cuore della notte nei pressi di una Coop di Reconviller che oggi rimarrà chiusa
GRIGIONI
17 ore
Il flop della camminata del clima di oggi contro il WEF
Due anni fa erano 1'000 quest'anno una cinquantina scarsa, le motivazioni secondo chi l'ha organizzata
ARGOVIA
20 ore
Schianto fatale contro il portale della galleria
L'incidente è avvenuto la scorsa notte a Küttigen, nel canton Argovia
ZURIGO
1 gior
È salito sulla gru perché «pensava che qualcuno lo volesse uccidere»
La sorella: «Sapevo che a un certo punto la situazione sarebbe degenerata, da tempo chiedevamo un ricovero forzato»
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile