Ti Press
SVIZZERA
19.02.18 - 15:090

80 anni di romancio quale lingua nazionale

Era il 20 febbraio 1938 quando il romancio fu riconosciuto quale 4a lingua nazionale

BERNA - Ottant'anni or sono - era il 20 febbraio 1938 - il romancio venne dichiarato, con il 92% di sì espressi da una votazione popolare, quarta lingua nazionale della Svizzera. La Lia Rumantscha (LR) chiede il riconoscimento di tutta la Svizzera quale territorio di questa quarta lingua e richiama la Confederazione a una maggiore osservanza dei suoi doveri.

A tale scopo LR, nella sua veste di organizzazione mantello delle associazioni linguistiche e culturali romance, ha organizzato oggi a Berna un incontro per ricordare l'anniversario e guardare al futuro, alla Svizzera come a una totalità.

Secondo Johannes Flury, presidente della LR, almeno un terzo della popolazione romancia vive oggi al di fuori della tradizionale area di diffusione della lingua. La Svizzera nella sua totalità dovrebbe perciò essere considerata come «area della quarta lingua nazionale e le misure di promozione dovrebbero tener conto di questa circostanza».

Il romancio contribuisce alla particolare identità della Svizzera, ha sostenuto Mario Cavigelli, presidente del Governo retico. Ha richiamato un'affermazione dello scrittore Peter Bichsel, secondo cui le Svizzere e gli Svizzeri sarebbero dell'opinione che il quadrilinguismo sia come una specie di "proprietà collettiva". I cittadini medi non sarebbero singolarmente in grado di parlare le quattro lingue, ma gli Svizzeri in quanto entità collettiva lo possono fare.

La Svizzera - ha affermato Cavigelli - concepisce sé stessa quale nazione che consente e incentiva la coesione del Paese e delle persone, conferendo, all'insegna del rispetto, un posto importante a tutti i gruppi di popolazioni autoctone e alle loro lingue e lasciando così spazio all'individualità e alla molteplicità.

Da parte sua Martin Gabriel, segretario generale della LR, ha approfondito con l'attrice Annina Sedlácek di Sent i compiti della comunità di lingua romancia. Cosa si fa per contrastare efficacemente la regressione della lingua? La Confederazione e il Canton Grigioni adempiono in modo sufficiente gli obblighi che la Legge sulle lingue impone loro? Quali sfide la Lia Rumantscha dovrà affrontare nei prossimi anni?

In sostanza il romancio, con la collaborazione di tutti gli attori, intende dare anche in futuro il suo contributo alla pluralità della Svizzera. Da un lato dovrebbe essere garantita, nella sua area d'origine, la continuità del suo uso e della sua promozione, nonostante le varie evoluzioni quali le fusioni dei Comuni o la diminuzione della popolazione. Dall'altro lato avrebbe urgentemente bisogno di ulteriori mezzi finanziari da parte della Confederazione per creare una rete di offerte atte a stimolare anche le romance e i romanci della cosiddetta diaspora a curare e tramandare la loro lingua.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
La disoccupazione di lunga durata raddoppierà nel 2021
Secondo un esperto del mercato del lavoro a incidere negativamente sarà la crisi del coronavirus
BERNA
2 ore
Con il coronavirus è crollata la vendita di vino
Il motivo? I ridotti contatti sociali spingono a consumare meno alcool
ZURIGO
3 ore
Addio al sogno di una casa propria per i prezzi alle stelle
Le differenze tra 20 anni fa e oggi: ora ci si può permettere la metà dello spazio
BERNA
3 ore
L'Onu critica il progetto svizzero contro il terrorismo
La questione è se una detenzione preventiva sia conforme alla Convenzione europea dei diritti dell'uomo
BERNA
5 ore
Berna assicura: i caccia costeranno meno del previsto
Armasuisse stima spese più basse anche di 6 miliardi rispetto a quanto calcolato dagli oppositori.
BERNA
7 ore
Coronavirus: l'effetto delle misure di contenimento fase per fase
Il Poli di Losanna ha studiato ciò che ha funzionato finora. Incognite sull'effetto della riapertura dei commerci.
BERNA
7 ore
Coronavirus: +17 casi in Svizzera
Non si registra alcun nuovo decesso legato al Covid-19.
BERNA
8 ore
Swisscom: «Ci saranno sempre dei guasti»
Il ceo sottolinea che ogni intervento sulla rete è come un cambio di ruote in corsa: «C'è sempre un rischio».
ARGOVIA
9 ore
Morta a 13 anni per cyber bullismo: la battaglia si fa politica
I genitori di Céline gettano la spugna a livello giuridico. Pronta però un'iniziativa parlamentare.
RUSSIA / SVIZZERA
10 ore
Navalny punta il dito contro la Svizzera
Nel mirino dell'oppositore russo sono gli stretti contatti con gli omologhi di Mosca. Sospetti anche su Michael Lauber.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile