BERNA
13.02.18 - 10:260

Assegni familiari: no alla perequazione obbligatoria

È quanto propone la Commissione della sicurezza sociale e della sanità del Consiglio degli Stati, respingendo una mozione in tal senso con 5 voti contro 4 e 1 astensione

BERNA - No all'introduzione nei Cantoni di una perequazione completa obbligatoria degli oneri tra le Casse per assegni familiari (CAF). È quanto propone la Commissione della sicurezza sociale e della sanità del Consiglio degli Stati, respingendo una mozione in tal senso con 5 voti contro 4 e 1 astensione.

Gli assegni familiari sono finanziati mediante una quota percentuale del salario prelevata dai datori di lavoro, spiega una nota odierna dei Servizi del Parlamento. Le aliquote variano considerevolmente a seconda del Cantone e della cassa di compensazione. La perequazione degli oneri, chiesta dalla mozione del consigliere agli Stati Isidor Baumann (PPD/UR), voleva ripartirli più equamente fra tutte le CAF di un Cantone.

Attualmente la decisione se introdurre la perequazione degli oneri per gli assegni familiari è lasciata ai Cantoni: in 16 hanno deciso di introdurla parzialmente o integralmente, mentre 7 hanno scelto di non adottarla. In Ticino la sua introduzione è già stata decisa, mentre a Zurigo e a Berna sono in corso discussioni, si legge nella nota. La commissione ritiene che a livello federale non vi sia bisogno di legiferare in questo ambito. I Cantoni devono pure continuare ad avere la libertà di introdurla (anche parzialmente) o meno, secondo la commissione.

TOP NEWS Svizzera
BRUXELLES 
4 min

Cosa dobbiamo aspettarci noi svizzeri da Ursula von der Leyen?

È una convinta europeista. Su di noi non si è espressa molto. Ma disse: «Il mio modello sono i paese federali come la Svizzera». E poi quel bacio con la Sommaruga che non molti gradirono.

VAUD
31 min

Fête des Vignerons, 12'000 sfollati (ma era un test)

Nel dispositivo di sicurezza sono stati rilevati «diversi ostacoli alla fluidità del pubblico», che dovranno essere eliminati, ma le persone sono state evacuate dall'arena in meno di 15 minuti

SVIZZERA
4 ore

Il lavoro dei sogni: Ikea cerca un dormiglione professionista

Dovrà testare materassi e proporre idee innovative sul riposo notturno: «Abbiamo già ricevuto candidature molto promettenti»

ZURIGO
4 ore

L'Heidi giapponese al museo nazionale

La mostra potrà essere visitata fino al 13 ottobre

URI
16 ore

Precipita con il camion per 300 metri

L'autista è stato sbalzato fuori dall'abitacolo ed ha riportato ferite di una certa importanza

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report