BERNA
13.02.18 - 10:260

Assegni familiari: no alla perequazione obbligatoria

È quanto propone la Commissione della sicurezza sociale e della sanità del Consiglio degli Stati, respingendo una mozione in tal senso con 5 voti contro 4 e 1 astensione

BERNA - No all'introduzione nei Cantoni di una perequazione completa obbligatoria degli oneri tra le Casse per assegni familiari (CAF). È quanto propone la Commissione della sicurezza sociale e della sanità del Consiglio degli Stati, respingendo una mozione in tal senso con 5 voti contro 4 e 1 astensione.

Gli assegni familiari sono finanziati mediante una quota percentuale del salario prelevata dai datori di lavoro, spiega una nota odierna dei Servizi del Parlamento. Le aliquote variano considerevolmente a seconda del Cantone e della cassa di compensazione. La perequazione degli oneri, chiesta dalla mozione del consigliere agli Stati Isidor Baumann (PPD/UR), voleva ripartirli più equamente fra tutte le CAF di un Cantone.

Attualmente la decisione se introdurre la perequazione degli oneri per gli assegni familiari è lasciata ai Cantoni: in 16 hanno deciso di introdurla parzialmente o integralmente, mentre 7 hanno scelto di non adottarla. In Ticino la sua introduzione è già stata decisa, mentre a Zurigo e a Berna sono in corso discussioni, si legge nella nota. La commissione ritiene che a livello federale non vi sia bisogno di legiferare in questo ambito. I Cantoni devono pure continuare ad avere la libertà di introdurla (anche parzialmente) o meno, secondo la commissione.

TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
2 ore

È stato un inverno positivo per il turismo (e in vista c'è una buona estate)

La neve in alta montagna ha aiutato a controbattere la cattia congiuntura. Le più fortunate la Svizzera centrale, i Grigioni e Berna

SVIZZERA
3 ore

Su Galaxus da adesso si possono comprare anche le automobili

Il portale di shopping online svizzero offre un ventaglio di sei veicoli preconfigurati, dalla Seat Ibiza fino alla Bmw 320d, in due giorni a casa tua

SVIZZERA
3 ore

Un’altra estate stracalda è una minaccia per la natura

Secondo un servizio meteorologico statunitense, anche quest’anno la Svizzera rischia un’ondata di calore. Ma già temperature nella norma avrebbero un impatto negativo

SVIZZERA
5 ore

E-trottinette selvagge? «Si facciano più multe»

I monopattini elettrici sono ormai presenza costante nelle metropoli elvetiche. Secondo alcuni, però, sono ancora troppo pericolosi per i pedoni

SVIZZERA
6 ore

5G, un problema per la polizia

Lo standard di quinta generazione della telefonia mobile crittografa un numero identificativo memorizzato sulla carta Sim, rendendo più complicato il lavoro alla polizia

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report