Keystone
SAN GALLO
09.02.18 - 14:470

L'esercito può registrare il marchio "Swiss Military"

La battaglia contro l'impresa orologiera Montres Charmex di Liestal è stata vinta al Tribunale amministrativo federale

SAN GALLO - L'Esercito svizzero può registrare il marchio "Swiss Military": ha infatti ottenuto ragione in ultima istanza dal Tribunale amministrativo federale (TAF) nella battaglia legale che lo opponeva all'impresa orologiera Montres Charmex di Liestal (BL), che utilizza questa denominazione da oltre vent'anni.

Nel 2013, l'Ufficio federale dell'armamento (Armasuisse) aveva chiesto all'Istituto federale della proprietà intellettuale (IPI) di registrare il marchio "Swiss Military" per «orologi e strumenti di misura del tempo di origine svizzera». La società Montres Charmex SA vi si era opposta.

La società di Liestal ha fatto valere che aveva fatto iscrivere nel Registro svizzero dei marchi già nel 1995 la stessa denominazione per prodotti simili. L'IPI ha quindi respinto la richiesta di Armasuisse. L'Istituto della proprietà intellettuale ha argomentato che la legge federale sulla protezione degli stemmi (LPSt), stipulante che una designazione ufficiale può essere utilizzata soltanto dal servizio o dall'autorità che designa, non può essere applicata tale e quale in questo caso.

L'IPI ha constatato che le opposizioni alla registrazione sono di pertinenza della legge sulla protezione dei marchi (LPM), che a suo avviso non consente l'applicazione della LPSt nel caso di conflitti tra due segni identici registrati per la stessa categoria di prodotti.

Il TAF, chiamato a pronunciarsi da un ricorso di Armasuisse, non ha seguito l'IPI su questo punto. Il tribunale con sede a San Gallo ritiene al contrario, in un sentenza pubblicata oggi, che la LPSt debba applicarsi anche in caso di conflitto tra marchi. A suo avviso, poiché solo Armasuisse è abilitato a utilizzare la designazione ufficiale "Swiss Military", questa deve essere iscritta nel Registro svizzero dei marchi.

Il TAF non si è pronunciato sulla questione se Charmex rimanga titolare del marchio "Swiss Military". Questo aspetto non era oggetto dell'azione legale. Nelle sue argomentazioni, la società basilese ha rammentato che vende orologi con questa denominazione dal 1996 e che ha dovuto fare grossi investimenti per imporre questo marchio sul mercato.

La sentenza del TAF è definitiva e non può essere oggetto di ricorso al Tribunale federale di Losanna.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
VIDEO
BASILEA CITTÀ
1 ora
Si trasferisce e svuota il suo appartamento sul marciapiede
Una 35enne ha trovato un sistema "originale" per liberarsi d'immondizia e vecchi mobili. Ma ora dovrà pagare una multa salata
ARGOVIA
2 ore
Tragedia aerea di Muhen: «Pilota morto per un guasto al motore»
Il rapporto finale della SISI scagiona completamente il 70enne che nel settembre del 2015 si schiantò su un'auto
SVIZZERA
2 ore
Fusione Bombardier-Alstom, Stadler Rail e FFS sul chi vive
«È ancora troppo presto per commentare la notizia» dichiarano dalla sede del costruttore turgoviese
FOTO
ZURIGO
4 ore
Dalla spedizione merci spuntano 83 kg di marijuana
La sostanza, all'interno di 79 confezioni sottovuoto, proveniva da Johannesburg ed era diretta a Vienna
NEUCHÂTEL
5 ore
Coronavirus, la quarantena per il bambino finisce domani
Il ragazzino non ha sviluppato sintomi. Era entrato in contatto con una persona malata lo scorso 5 febbraio durante un corso di sci in Alta Savoia
VALLESE
5 ore
Il principe danese si è ferito sulle piste
Rimpatriato con un volo a Copenhagen, è stato operato e sta bene
SVIZZERA
7 ore
Siamo i più ricchi? In realtà (anche) i più indebitati
Quasi una persona su cinque vive in un’economia domestica con almeno un arretrato. Per non parlare di leasing, piccoli prestiti e carte di credito
SVIZZERA
7 ore
La bionda piace (di più) a chi non è formato
Aumentano le differenze sociali rispetto al consumo di tabacco e sebbene il numero dei fumatori sia pressoché costante si dimezzano i forti tabagisti
VIDEO
BERNA
9 ore
Un gruppo di ragazze se le dà di santa ragione
Il pestaggio è avvenuto venerdì a Berna. Tra le duellanti anche una diciassettenne già accusata di aggressione in passato
SVIZZERA
11 ore
Solo una persona su venti naviga gratuitamente sui treni delle FFS
Secondo le cifre delle FFS, il servizio FreeSurf è utilizzato solo dal 5% dei clienti
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile