Keystone
SAN GALLO
09.02.18 - 14:470

L'esercito può registrare il marchio "Swiss Military"

La battaglia contro l'impresa orologiera Montres Charmex di Liestal è stata vinta al Tribunale amministrativo federale

SAN GALLO - L'Esercito svizzero può registrare il marchio "Swiss Military": ha infatti ottenuto ragione in ultima istanza dal Tribunale amministrativo federale (TAF) nella battaglia legale che lo opponeva all'impresa orologiera Montres Charmex di Liestal (BL), che utilizza questa denominazione da oltre vent'anni.

Nel 2013, l'Ufficio federale dell'armamento (Armasuisse) aveva chiesto all'Istituto federale della proprietà intellettuale (IPI) di registrare il marchio "Swiss Military" per «orologi e strumenti di misura del tempo di origine svizzera». La società Montres Charmex SA vi si era opposta.

La società di Liestal ha fatto valere che aveva fatto iscrivere nel Registro svizzero dei marchi già nel 1995 la stessa denominazione per prodotti simili. L'IPI ha quindi respinto la richiesta di Armasuisse. L'Istituto della proprietà intellettuale ha argomentato che la legge federale sulla protezione degli stemmi (LPSt), stipulante che una designazione ufficiale può essere utilizzata soltanto dal servizio o dall'autorità che designa, non può essere applicata tale e quale in questo caso.

L'IPI ha constatato che le opposizioni alla registrazione sono di pertinenza della legge sulla protezione dei marchi (LPM), che a suo avviso non consente l'applicazione della LPSt nel caso di conflitti tra due segni identici registrati per la stessa categoria di prodotti.

Il TAF, chiamato a pronunciarsi da un ricorso di Armasuisse, non ha seguito l'IPI su questo punto. Il tribunale con sede a San Gallo ritiene al contrario, in un sentenza pubblicata oggi, che la LPSt debba applicarsi anche in caso di conflitto tra marchi. A suo avviso, poiché solo Armasuisse è abilitato a utilizzare la designazione ufficiale "Swiss Military", questa deve essere iscritta nel Registro svizzero dei marchi.

Il TAF non si è pronunciato sulla questione se Charmex rimanga titolare del marchio "Swiss Military". Questo aspetto non era oggetto dell'azione legale. Nelle sue argomentazioni, la società basilese ha rammentato che vende orologi con questa denominazione dal 1996 e che ha dovuto fare grossi investimenti per imporre questo marchio sul mercato.

La sentenza del TAF è definitiva e non può essere oggetto di ricorso al Tribunale federale di Losanna.

TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
7 ore

SIX ha abusato della sua posizione dominante

Il Tribunale amministrativo federale ha confermato - con una sentenza di oltre 500 pagine - la multa di 7 milioni inflitta all'operatore dalla Comco

FOTO E VIDEO
SVIZZERA
8 ore

Il fiume rompe gli argini e allaga la vallata

In Toggenburgo la Thur ha invaso alcuni campi e allagato alcune case. Monitorato anche il Reno, fra il Lago Bodanico e Basilea

Usi i servizi di Google?
ZURIGO
10 ore

Google vede tutto (o quasi) quello che compri

In rete esiste una lista dei tuoi acquisti. E forse non lo sapevi

VALLESE
11 ore

Atti sessuali su allieve, 40 mesi di carcere all'ex docente

Il Tribunale distrettuale di Sierre ha condannato un ex insegnante di 49 anni. Respinta la tesi del complotto: «È inverosimile che le vittime si siano inventate i fatti»

ZURIGO
12 ore

In volo da Tel Aviv con un quintale di qat in valigia

Due giovani donne israeliane, di 21 e 22 anni, sono state arrestate in aeroporto. Erano dirette a Copenhagen

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report