Immobili
Veicoli
Ti Press
SVIZZERA
06.02.18 - 12:040

Legno, poche imprese fanno dichiarazioni corrette

BERNA - Poche imprese adempiono l'obbligo di dichiarazione per il legno e i prodotti di questo materiale in maniera del tutto corretta. Lo sostiene l'Ufficio federale del consumo (UFDC), secondo cui a causa di ciò sono state riscontrate anche nel 2017 differenze qualitative.

La mancata osservazione dell'obbligo era già venuta a galla durante gli scorsi anni e per questo - spiega l'UFDC in un comunicato odierno - nel 2017 si è deciso di continuare a concentrare i controlli sulle aziende che presentano un rischio più elevato di dichiarazioni non conformi.

Si tratta in particolar modo di imprese relativamente piccole, filiali mai controllate di ditte piuttosto grandi, società che si occupano a titolo accessorio di prodotti in legno, commercianti online e per corrispondenza, così come nuovi operatori. In totale sono state svolte 120 verifiche. È risultato che solo il 17% delle aziende passate sotto la lente d'ingrandimento dichiara i prodotti in modo corretto: esse sono spesso dotate di un sistema "impeccabile", riferisce la nota.

Nel 37% dei casi invece, le dichiarazioni presentano parziali lacune: gli errori individuati riguardano l'origine del legno (60%), il tipo (5%), entrambi (21%) oppure l'impossibilità per il consumatore di risalire alla denominazione scientifica (14%). Rientrano in questa categoria soprattutto grandi imprese che trattano un numero elevato di prodotti, in cui spesso l'UFDC ha riscontrato deficit di carattere sistemico.

Infine, nel 41% dei controlli nessuna dichiarazione è stata giudicata al 100% corretta, in particolar modo per quanto riguarda la provenienza. Le colpevoli sono sovente piccole aziende mai esaminate e ignare dell'obbligo in questione. Un 5% del campione testato non dichiara né il tipo né l'origine del prodotto.

L'UFDC ha esortato gli inadempienti a fornire i relativi giustificativi entro un termine prestabilito e ad attuare le disposizioni dell'ordinanza in materia, in vigore dal 2012. Essa stabilisce che al momento della consegna del prodotto i clienti siano informati su tipo e origine del materiale, sia esso legname in tronchi, grezzo o legno massiccio.

La maggior parte delle imprese si è conformata alla richiesta dell'UFDC. In tre casi è invece stato necessario disporre la rettifica della dichiarazione mediante una decisione formale.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
3 ore
Malati che muoiono a causa del rinvio di interventi chirurgici
Il settore sanitario è sotto pressione. Si temono gravi conseguenze sulle condizioni dei pazienti
SVIZZERA
11 ore
Covid-pass aggiornato? Ora non ci si dovrà più mettere il dito
Niente più verifica manuale, ora l'app Covid Certificate esegue il refresh automaticamente.
SVIZZERA / MONDO
12 ore
«Vaccinare il mondo per fermare la pandemia»
Il messaggio del segretario generale dell'Onu Antonio Guterres al WEF di Davos.
SVIZZERA
14 ore
Sostegno al 2G, ma solo sino a fine febbraio
Le risposte dei cantoni alla consultazione federale sui provvedimenti anti-coronavirus
ZURIGO
16 ore
Quadruplicati gli attacchi di panico, gli esperti sono preoccupati
Depressione, ansia e paura: sono tutte conseguenze della pandemia, che colpiscono in particolare i giovani.
SVIZZERA
16 ore
Quarantene e test di massa? Da rivedere: «Omicron è come un incendio»
Anche gli scienziati hanno dei dubbi sul contact tracing. E sono ottimisti: il picco è vicino
GINEVRA
17 ore
Investita sulla pista da sci, muore a 5 anni
La piccola, residente a Ginevra, è stata travolta a Flaine, stazione sciistica situata in Alta Savoia.
GRIGIONI
17 ore
Gastronomia, quasi una irregolarità su quattro
In diversi casi è stato riscontrato un mancato rispetto delle disposizioni microbiologiche.
SVIZZERA
18 ore
Oltre 67mila contagi e 30 morti nel weekend svizzero
Ancora in aumento i pazienti ricoverati a causa del virus, che occupano ora l'8,1% dei posti letto complessivi.
ZURIGO
21 ore
Zurigo chiama alla cassa gli altri Cantoni per i pazienti Covid
Il 10-15% di quelli ricoverati nelle strutture zurighesi proviene da altre regioni del paese
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile