GRIGIONI
25.01.18 - 15:170

«Preoccupazione dei non americani su quello che gli Usa continueranno a fare»

Lo ha detto un Pier Carlo Padoan più preoccupato delle tensioni protezionistiche che della svalutazione del dollaro

DAVOS - I colloqui al Forum economico mondiale di Davos «confermano che c'è molta preoccupazione dei non americani su quello che l'amministrazione Usa potrà continuare a fare». Lo ha detto il ministro italiano dell'Economia Pier Carlo Padoan. «Se la riforma fiscale espansiva e la svalutazione del dollaro fossero accompagnate dal protezionismo, sarebbe sì un aiuto alla crescita Usa, ma anche una fonte d'instabilità per l'economia globale».

Padoan ha aggiunto di essere «più preoccupato delle tensioni protezionistiche» che della svalutazione del dollaro. «Quella del 'talk down the dollar' non è una novità, negli anni '70 era la prassi nella politica americana economica. L'andamento valute è anche ciclico, mi aspetto che a un certo punto euro si indebolirà sul dollaro».

E alla domanda se Trump non rischi di fare l'elefante in cristalleria nel suo intervento a Davos domani, Padoan ha risposto che «qui c'è poco spazio, se uno si agita si vede subito». Di fronte all'atteggiamento degli Usa, in ogni caso, per il ministro italiano «l'Europa deve parlare con una voce sola, ricordare che la sua crescita è il risultato di una maggiore integrazione all'interno e di una maggiore all'esterno, che alla fine fa bene anche agli Usa come alla Cina e ai Paesi emergenti».

Kelly è rimasto a Washington - Nel frattempo il capo della staff della Casa Bianca John Kelly non è volato a Davos con Donald Trump, ma è rimasto a Washington per lavorare alla riforma dell'immigrazione, rimanendo però in stretto contatto con il presidente, la delegazione Usa e lo staff presenti a Davos (GR) per il forum economico.

Non solo Trump. Regno Unito difensore del libero mercato - «Non possiamo andare in direzione diversa dal rispetto delle regole del libero mercato» e «anche quando uscirà dall'Ue, il Regno Unito continuerà ad essere un difensore globale del libero commercio», ha detto la premier britannica Theresa May nel suo intervento al Forum economico mondiale (WEF) di Davos (GR).

Allo stesso tempo, tuttavia, bisogna agire «con forza per aiutare le persone a beneficiare della crescita globale e assicurare il lavoro di domani», ha aggiunto May.

La premier ha sottolineato che «una parte della retorica a favore del libero scambio deve essere abbinata all'azione», e l'Organizzazione mondiale del commercio (Wto) ad esempio deve aggiornare i propri standard sul fronte dei servizi e dell'economia digitale per affrontare meglio le nuove sfide.

Rapporto Belgrado e Pristina - La prosecuzione del dialogo e i problemi che restano sulla strada della normalizzazione dei rapporti fra Belgrado e Pristina sono stati al centro di un colloquio fra i presidenti serbo e kosovaro, Aleksandar Vucic e Hashim Thaci, svoltosi oggi.

Come riferiscono i media serbi, nell'incontro Vucic ha al tempo stesso ribadito la richiesta della partecipazione degli inquirenti serbi alle indagini sull'uccisione di Oliver Ivanovic, il leader politico della comunità serba freddato a colpi di arma da fuoco in un agguato il 16 gennaio a Kosovska Mitrovica.

A proposito del dialogo Vucic ha parlato della necessità di essere disposti al compromesso, in una situazione nella quale «sia gli uni che gli altri restino un po' insoddisfatti e arrabbiati». «Se qualcuno pensa di poter ottenere tutto e gli altri nulla vuol dire che è sulla strada sbagliata che non porterà' ad alcuna soluzione».

TOP NEWS Svizzera
GINEVRA
2 ore
Quei flirt (pericolosi) tra secondini e detenuti
L'ultimo caso è avvenuto nella prigione-ospedale Curabilis nel Canton Ginevra. Il più eclatante fu quello di Hassan Kiko e Angela Magdici
BERNA
4 ore
Le spara «per passione», arrestato
Una donna di Thun ferita da un colpo di pistola. È in gravi condizioni. In manette un uomo
SVIZZERA
4 ore
Le piazze svizzere contro il 5G
Manifestazioni oggi a Berna, Ginevra e Zurigo. I dimostranti «preoccupati per la salute»
DAVOS
4 ore
Tagliata fuori dalla foto con Greta
L'attivista ugandese Vanessa Nakate polemizza con l'agenzia AP: «Discriminata perché di colore»
VAUD
9 ore
Il predatore sordo che la giustizia non ha saputo fermare
Per almeno un decennio un giovane ha abusato sessualmente di diverse ragazze con il suo stesso handicap. E questo nonostante le condanne
FOTO
ARGOVIA
11 ore
Il piede incastrato tra gas e freno, poi lo schianto
Il tamponamento, avvenuto ieri sera ad Aarburg, ha provocato il ferimento di sei persone
NIDVALDO
12 ore
Camionista ubriaco fermato sull'A2
L'uomo, diretto verso sud, è stato intercettato ieri sera a Beckenried. La polizia nidvaldese gli ha ritirato la patente
ARGOVIA
12 ore
Minaccia un tassista con il coltello: arrestato un 26enne ad Aarau
Fuggito a mani vuote, l'aggressore è stato in seguito fermato dalla polizia
SVIZZERA
13 ore
Gli 007 elvetici «non sorvegliano i politici»
Il direttore del SIC difende l'operato dei servizi segreti svizzeri e smonta la polemica. Anche se i dubbi su certe attività rimangono
SVIZZERA
15 ore
Traffico nei cieli per il WEF, nonostante il clima
Durante il Forum sono stati rilevati mille movimenti aerei in più. Numero stabile rispetto allo scorso anno
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile