Foto Lettore
SAN GALLO
16.01.18 - 06:160

«Ha acceso la e-cig e ha iniziato a svapare, faceva venire da vomitare»

Un viaggio in treno in balìa «di un orribile aroma dolciastro», quello di una lettrice di 20 Minuten. Ma è consentito? Non secondo le Ferrovie, che però non multano

SAN GALLO - «Cioè, ma è proprio necessario?», è questa la domanda che una lettrice di 20 Minuten non ha potuto fare a meno di porsi (mentalmente) quando l'uomo seduto di fronte a lei su un convoglio di un treno della rete regionale Südostbahn (Sob) ha acceso la sua sigaretta elettronica e ha iniziato a svapare furiosamente.

Un viaggio, quello da Altstätten a San Gallo, passato in balìa degli effluvi del dispositivo: «Quell'orribile aroma dolciastro si è diffuso per tutto il vagone, si sentiva a diverse file di sedili di distanza. Faceva davvero venire da vomitare», racconta.

Ma, al di là, del disgusto la vera questione è un'altra: «Ma si può svapare su di un treno?». La risposta arriva direttamente dalle sopracitate Ferrovie: «Trattiamo le sigarette elettroniche esattamente come quelle tradizionali, quindi a bordo non si può fumare», spiega la Sob, «solitamente quando vengono richiamati all'ordine gli e-fumatori accettando di buon grado e si scusano. Per questo motivo raramente si procede alla multa che sarebbe di almeno 25 franchi».

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
albertolupo 2 anni fa su tio
Ma se al posto chi chiedersi "mentalmente", avesse provato a chiedere allo "svapatore" di smettere?
Davide.V 2 anni fa su tio
ma se la legge c'è già...e le regole ci sono già...di cosa stiamo parlando? ... di un maleducato e di una persona troppo pignola? come @crapadagat ... ma sono notizie queste ?
F/A-18 2 anni fa su tio
Ma una svaporata di chiappe non dovrebbe essere un problema nella nostra società in quanto porta solo a tanta salute.
andrea28 2 anni fa su tio
Ci sono due concetti di libertà: il primo consiste nel pensare di poter fare ciò che si vuole senza tener conto degli altri, il secondo consiste nel rispetto e nella partecipazione alla società. Scelga quello che preferisce.
crapadagat 2 anni fa su tio
Ma sono notizie queste?
SosPettOso 2 anni fa su tio
Per mi il viaggiatore si è messo a svapare furiosamente per coprire gli effluvi di profumo che la lettrice s'era buttata addosso... I modi di importunare il prossimo sono infiniti, si passa dagli odori (svapare/troppo profumo/la M..a schiacciata sotto le scarpe/...), ai rumori (da chi grida a chi si piazza con lo stereo). Ma se la lettrice preferisce farsi domande mentali "nel momento del bisogno", per coerenza non dovrebbe in seguito scrivere articoli ai media!
andrea28 2 anni fa su tio
Fumare i luoghi pubblici è o dovrebbe essere vietato, qualsiasi tipo di sigaretta.
Mattiatr 2 anni fa su tio
@andrea28 Anche parlare e vestire con colori più chiari del grigio scuro. Sono cose che mi danno fastidio eppure vietarle in un luogo pubblico è oppressione della libertà altrui.
Zico 2 anni fa su tio
Mi pare che in CH ci sia una legge per cui le e-cig si possano fumare in luoghi pubblici purchè i liquidi non contengano nicotina. aggiungo che esistono 2 tipi di e -cig: una a polmone (qulla citata dev'essere quella perchè fa molto più fumo e l'odore si espande molto) e quella a guancia dove difficilmente una persona seduta a 1 metro sente l'odore e scrivo perchè fumo quest'ultima da parecchio tempo senza che nessuno si sia mai lamentato
Mattiatr 2 anni fa su tio
@Zico Grazie, buona spiegazione io non ne sapevo molto sul tema. In ogni caso come nei ristoranti sarebbe il caso vietare le sigarette. Anche se certe fanno poco odore e non fanno scattare gli impianti antincendio. Buona giornata
neuropoli 2 anni fa su tio
@Zico ciao io fumo quella a polmone e quando sono per es. al bar o ristorante chiedo al proprietario se è permesso svapare, altrimenti esco come fanno gli atri. La legge sulla nicotina mi pare sia nella vendita e non nell'uso. Conosco svapatori che le comprano liquidi in Italia e le usano in CH senza problemi. Io comunque preferisco quelle senza.
tip75 2 anni fa su tio
ALMENO 25 chf? ahahhahahahha ma se nemmeno girano i controllori dei treni ma perfavore. Oltre a chi fuma aggiungiamo chi continua a far suonare il telefono o sbraita mentre parla di continuo...il problema è solo uno che accomuna ognuno di questi problemi: la MALEDUCAZIONE
TOP NEWS Svizzera
GINEVRA / ITALIA
2 ore
Quasi giunto a destinazione l'aereo torna indietro
Il volo, partito questa mattina da Ginevra, ha avuto un problema tecnico.
ZURIGO
5 ore
Condizioni di lavoro negli asili nido: a Zurigo si manifesta
Circa 500 persone sono scese in piazza per protestare contro la situazione di queste strutture.
SVIZZERA / BIELORUSSIA
6 ore
Sangallese a Minsk scrive all'amica: «Sono stata arrestata!»
La donna è riuscita anche ad inviare un video in cui si sentono i lamenti delle altre prigioniere
SVIZZERA / ITALIA
10 ore
Liguria contro la quarantena svizzera, ma Berna non molla
La Regione chiedeva una limitazione solo per le aree maggiormente colpite dal contagio
SVIZZERA / BIELORUSSIA
10 ore
Anche una svizzera tra le donne arrestate a Minsk
Sarebbe tra le 300 donne fermate durante l'azione di protesta contro Lukashenko sabato scorso
GRIGIONI
12 ore
Esce di strada per la neve, in auto anche il neonato
La 28enne stava percorrendo una strada sterrata quando il veicolo ha sbandato sulla carreggiata innevata.
FOTO
SVIZZERA
12 ore
Record di neve in Vallese, diversi incidenti nei Grigioni
A Montana sono stati misurati 25 centimetri di manto fresco, a Davos quasi 30
FRIBURGO
23 ore
Tragedia stradale nel canton Friburgo: muore una mamma e il suo bimbo è ferito grave
La donna era finita nell'altra corsia durante una curva e ha preso in pieno un camion
SVIZZERA
1 gior
«Anche se hanno raffreddore e mal di gola, i bambini possono andare a scuola»
L'infettivologo Cristoph Berger commenta le raccomandazione dell'UFSP: «I tamponi siano solo l'ultimissima risorsa»
SONDAGGIO
SVIZZERA
1 gior
Berna in cerca di vaccini (che non ci sono)
Anche l'influenza normale dà da pensare all'Ufficio federale di sanità. Le case farmaceutiche hanno il fiato corto
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile