Keystone
BERNA
15.01.18 - 06:580

«La popolazione potrebbe percepire l'UE come arrogante»

Il miliardo di coesione e l'accordo quadro non piacciono. Esperti e politici commentano i risultati del sondaggio Tamedia

BERNA - Il cosiddetto accordo quadro con l’Ue e il miliardo di coesione promesso dal Consiglio federale a Bruxelles sono due temi di stringente attualità nei rapporti fra il nostro Paese e i vicini europei. L’ultimo sondaggio ponderato di Tamedia, cui hanno preso parte 20’422 persone, mostra però che le due proposte avrebbero da poche a nessuna possibilità di passare al vaglio del popolo.

Accordo quadro: «Non si compra a scatola chiusa» - Gilbert Casasus, professore di studi europei all’Università di Friburgo, non è sorpreso dal risultato: «Non è ancora chiaro quali trattati comprenderà l’accordo quadro quindi i cittadini non si sbilanciano molto», sostiene. Nessuna compra niente a scatola chiusa,insomma. La definizione “accordo quadro”, inoltre, è diventata una sorta di non-parola che ha un effetto un po’ inquietante: «In realtà, si tratta semplicemente di estendere più a lungo termine il sistema degli accordi bilaterali esistenti con l’Ue», precisa l’esperto.

Il pressing dell’UE ha fatto calare il consenso? - Secondo Casasus, il consenso limitato per un accordo quadro è da attribuire al pressing che l’UE ha esercitato negli ultimi mesi sul nostro Paese: «La Svizzera credeva di poter negoziare con la stessa durezza dei britannici dopo la Brexit, ma i britannici stessi hanno già avuto la peggio», sottolinea.

UE percepita come «arrogante» - Per quanto riguarda il miliardo di coesione, invece, in dicembre il Consiglio federale aveva lasciato intendere che la sua corresponsione implicasse delle aspettative, nella fattispecie la concessione dell’equivalenza delle borse. Bruxelles, però, ha contrattaccato prorogando l’equivalenza delle borse di un solo anno con l’intento di velocizzare la firma di un accordo quadro: «Dal punto di vista dell’UE questo è assolutamente giustificato, ma in Svizzera la popolazione potrebbe percepirlo come un gesto arrogante», spiega Casasus.  

«Gli argomenti dei partiti borghesi hanno funzionato a quanto pare» - Christa Tobler, professoressa dell’Istituto per l’Europa all’Università di Basilea, attribuisce il rifiuto del pagamento del miliardo di coesione al successo degli argomenti dei partiti borghesi. L’Udc e il Plr hanno infatti criticato la mancata richiesta da parte della Svizzera di una contropartita per la corresponsione di quell’1,3 miliardi di franchi. Secondo Casasus, invece, l’assenza di solidarietà verso l’Ue nascerebbe dal fatto che «di base nessuno è contento che i soldi delle proprie imposte finiscano all’estero, anche se servono per facilitare l’accesso a mercati importanti». Del resto, non è sempre chiarissimo a quali progetti sia destinato questo denaro: «Ciò potrebbe accrescere i malumori riguardo al pagamento», sottolinea Casasus, che auspica maggiore trasparenza da parte di Bruxelles riguardo all’allocazione dei fondi.

«Il miliardo di coesione fa parte degli accordi» - Tobler, dal canto suo, non capisce perché solo il 29% dei partecipanti al sondaggio approvi questo finanziamento all’UE: «Il miliardo di coesione fa parte degli accordi bilaterali e testimonia la migliore tradizione svizzera di sostenere la solidarietà e investire in progetti umanitari nei Paesi dell’Est», afferma. L’importo risulta del resto modesto, continua, se confrontato con l’utilità che l’accesso al mercato di questi Paesi garantisce all’economia svizzera. Lo stesso, conclude, vale per l’accordo quadro: «Molti forse non sanno che un adeguato proseguimento della via bilaterale viene messo in pericolo senza questo accordo».

«Lo scetticismo verso l’accordo quadro è grande» - Lukas Reimann, Udc, vede le cose in modo diverso: «Dobbiamo assolutamente fare attenzione a credere che, senza un accordo quadro, la Svizzera vada gambe all’aria», dichiara. Secondo lui, questo sondaggio dimostra che la retorica di coloro che chiedono rapporti più stretti con l’UE convince poco: «Lo scetticismo nei confronti di un accordo quadro è grande perché il Consiglio federale mantiene il massimo riserbo sui dettagli».

Reimann critica aspramente anche il miliardo di coesione. Secondo lui, infatti, il fatto che solo un terzo dei partecipanti al sondaggio sia a favore deriva dal fatto che gli Svizzeri ritengono di ottenere troppo poco dall’UE rispetto ai soldi che pagano con le loro tasse: «L’accordo avrebbe dovuto essere: noi paghiamo, ma attuiamo anche l’Iniziativa contro l’immigrazione di massa alla lettera», conclude.

Commenti
 
Simone Canepa 2 anni fa su fb
Quante prese per il culo...solo "potrebbe"? Mah...
Jacopo Varallo 2 anni fa su fb
Solo perché non avete abbastanza “forza contrattuale” per far valere le vostre posizioni non potete definire l’unione arrogante... d’altra parte basta osservare i rispettivi PIL...
lo spiaggiato 2 anni fa su tio
Il problema è che finché gli svizzeri si sentono superiori/migliori degli altri ci sarà sempre questa percezione... e i ticinesi in questo sono maestri... :-)))))
Mattiatr 2 anni fa su tio
@lo spiaggiato E così vorresti paragonarci a quegli insulsi degli italiani eh? Ma non ti vergogni? Siamo veramente caduti così in basso... Scan da lo so! Sono esterrefatto Buona giornata :-D (Percepite l'ironia per favore)
lo spiaggiato 2 anni fa su tio
@Mattiatr Hi hi hi...
Patrick Leisi 2 anni fa su fb
Ma questi hanno finito di prenderci x il culo o non ancora..... potrebbe? Bisognerebbe fargli saltare il cadreghino a tutti!!! Che vergogna sta Svizzera!!!!!
Myriam Trentini 2 anni fa su fb
Perche' si protesta per Trump e non per questa gente ?
Saulo Minoli 2 anni fa su fb
Sarà forse la neutralità svizzera che permette la coesione piuttosto che inutili guerre?!
Zia Cin 2 anni fa su fb
Potrebbe ? ?
Ugo Nicasio 2 anni fa su fb
Questo è il grafico del PIL svizzero degli ultimi 40 anni. Nel 2003 è stato introdotto l'euro. Il resto sono chiacchiere. https://www.google.it/publicdata/explore?ds=d5bncppjof8f9_&ctype=l&strail=false&bcs=d&nselm=h&met_y=ny_gdp_mktp_cd&scale_y=lin&ind_y=false&rdim=region&idim=country:CHE&ifdim=region&tstart=253666800000&tend=1452812400000&hl=it&dl=it&ind=false
Jonathan Bopp 2 anni fa su fb
Invece questo grafico non è indicatore di un granchè. È aumentato il pil perché più industrie si sono insediate in CH. Il cittadino medio ne trae: -un aumento del traffico dei frontalieri -un aumento sfrenato della concorrenza nel mondo del lavoro. Una buona fetta della popolazione svizzera non ci sta guadagnando un granché, anzi. Quindi solo chiacchiere un corno, le cifre vanno contestualizzate e capite.
Ugo Nicasio 2 anni fa su fb
Meglio quindi avere una recessione e zero frontalieri vero? ??‍♂️ Oppure, meno industrie insediate, tanto per far crollare l'occupazione? ??‍♂️??‍♂️ Oppure ancora, evitare la concorrenza nel lavoro, rimanere con lavori poco produttivi e zappare la terra? ??‍♂️??‍♂️??‍♂️ No ma complimenti, un fine economista ?
Saulo Minoli 2 anni fa su fb
È mica colpa nostra se ogni transazione che passa dalla Svizzera è considerata sicura... Ormai paradiso fiscale sì o paradiso fiscale no le leggi svizzere permettono di investire nella propria moneta e il valore è determinato dal libero mercato. Sarà forse che siamo sfacciatamente servizievoli o che conviene davvero investire nel Franco ma la produzione che ne deriva è più visibile nel mercato finanziario che in quello dei beni e servizi.
Saulo Minoli 2 anni fa su fb
Ugo Nicasio almeno Jonathan Bopp un lavoro ce l’ha...
Romy Ribi 2 anni fa su fb
Basta osservare se la Svizzera è diventata più " ricca e libera" ... da quando traffica con l'UE ( bilaterali) ????????????????
Bandito976 2 anni fa su tio
A Berna non hanno ancora imparato niente dai propri errori. Sará l'aria della capitale che influisce sulle teste delle persone. Infatti sono dei testoni. Ma prima o poi l'aria cambia e arriverá anche da loro la crisi, damping, inqiinamento, ecc.
roma 2 anni fa su tio
Din, don...dan
Thor61 2 anni fa su tio
«In realtà, si tratta semplicemente di estendere più a lungo termine il sistema degli accordi bilaterali esistenti con l’Ue» Questo sig. l'UNICA cosa in cui è veramente ESPERTO è LA BUFALA, infatti il termine quadro intende portare le leggi dell'UE a prevalere su quelle elvetiche, ALTRO CHE ALLUNGARE UN PERIODO DI TEMPO. Questo più che un esperto è un ASINO AMICO del PSS camuffato da esperto con velleità di ingresso nell'UE e tutto quello di cui ha parlato è un mare di inesattezze volute o meno che siano.
Pascal Busch 2 anni fa su fb
A supporto dell' ipotesi! Lo dice un post precedente, Gli Svizzeri insoddisfatti del lavoro del CFederale!
Saulo Minoli 2 anni fa su fb
Non possiamo che essere insoddisfatti dato che vengono pagati per decidere ciò che dobbiamo votare a scapito nostro.
Pascal Busch 2 anni fa su fb
????Arrogante? ?? l alternativa è percepire i nostri rappresentanti IMBECILLI!! O una combinazione delle 2!!
Graziano Vassalli 2 anni fa su fb
Sono solo cafoni arroganti
limortaccituoi 2 anni fa su tio
Per favore, fa che l'UDC al posto di starnazzare proponga questa benedetta iniziativa popolare per disdire qualsiasi accordo con l'UE. Voglio che abbiamo il coraggio di proporre concretamente quello che berciano da anni. Voglio vedere fallire la svizzera per colpa di questi personaggetti, così il discorso di chiuderà una volta per tutte.
Raf Cennamo 2 anni fa su fb
Tenetevi la Vs. Sovranità la UE è l'imbroglio del secolo XXI basato sul debito pubblico dei paesi che ne fanno parte e l'euro € è una moneta legale stabilita dalla BCE che stampa euro € ma che la BCE non può prestare ! Non c'è legalità !
Davide Grosso 2 anni fa su fb
'potrebbe' ahahahhahah
Zico 2 anni fa su tio
quando si parla di percezioni vuo0l dire che non sanno più cosa dire: è una percezione che i frontalieri sostituiscono i residenti (IRE e suo direttore dixit), ora ci vogliono far credere che è una senzazione anche l'arroganza UE.... ma a Berna forse non solo gli orsi vanno in letargo...
Equalizer 2 anni fa su tio
Perché c'è il condizionale nel titolo?
Fabio Bianchi 2 anni fa su fb
Non è mica necessario che beni e servizi svizzeri siano venduti nell’Unione europea : basta tagliare tutti i ponti , gli svizzeri terranno le loro banche e l’Unione Europea farà le pulci ad ogni singola transazione ed applicherà dazi di ogni tipo. La sovranità costa.
Manuele Romeo Somazzi 2 anni fa su fb
I bilaterali devo saltare ??
Fabio Bianchi 2 anni fa su fb
Ed allora si vada avanti con le regole del WTO
Raf Cennamo 2 anni fa su fb
Tenetevi la Vs. Sovranità la UE è l'imbroglio del secolo XXI basato sul debito pubblico dei paesi che ne fanno parte e l'euro € è una moneta legale stabilita dalla BCE che stampa euro € ma che la BCE non può prestare ! Non c'è legalità !
Fabio Bianchi 2 anni fa su fb
Vero : meglio tornare alla sovranità di ogni comune che torni Libero ed Indipendente !
Raf Cennamo 2 anni fa su fb
Sovranità monetaria e identità.
Maurizio Zanta 2 anni fa su fb
????
Dony Martignoni 2 anni fa su fb
La popolazione percepisce già da tempo l'ue come arrogante, prepotente e spocchiosa e i cf come lecca-c...
Valeria Rusca Caldirola 2 anni fa su fb
E' arrogante verso di noi
Niko Storni 2 anni fa su fb
????????????????
Giuseppe Casartelli 2 anni fa su fb
UE ??????????????????
Max Realini 2 anni fa su fb
Arrogante e' un termine molto educato......per l' ue userei termini piu' adeguati tipo........o........
GIGETTO 2 anni fa su tio
Finché continuiamo a "dare" senza pretendere nulla va tutto bene per l'UE-Fallita......Vergogna! Politici CH uguale a zero!!
shooter01 2 anni fa su tio
non si tratta di percezione SONO ARROGANTI. E' la classica arroganzadei piedi di argilla. Chi non vale niente usa il ricatto e l'arroganza sperando di intimorire gli avversari. E purtroppo si trovano di fronte politici senza attributi
MIM 2 anni fa su tio
Non si tratta di percezione! Se a Berna iniziano solo ora ad avere "una percezione" di presa per i fondelli, è la conferma che sî trovano in pericoloso ritardo.
tip75 2 anni fa su tio
finchè parliamo ancora di 'percepire' non ci siamo..
Luca Mer 2 anni fa su fb
Potrebbe...? ?
Dayana Bonaldi 2 anni fa su fb
Togliete pure il "potrebbe"
Raffaele Foletta 2 anni fa su fb
Piuttosto ...l'EU come Ignorante !!!
Manuele Romeo Somazzi 2 anni fa su fb
Una continua presa per il c..o ??
Damiano Iannino Schipilliti 2 anni fa su fb
Potrebb????
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Solo una persona su venti naviga gratuitamente sui treni delle FFS
Secondo le cifre delle FFS, il servizio FreeSurf è utilizzato solo dal 5% dei clienti
SVIZZERA
7 ore
Le stazioni ferroviarie più comode d’Europa: Zurigo al secondo posto
La classifica è stata stilata dal Consumer Choice Center, e la Svizzera può esserne soddisfatta
URI
14 ore
In retromarcia sull'A2 per evitare controlli
Pericolosa manovra di tre autotrasportatori, che volevano sottrarsi a un controllo perché i loro veicoli presentavano difetti tecnici
FOTO
TURGOVIA
16 ore
Scoppia la polemica su questo cartellone elettorale
La decisione di una candidata al Gran Consiglio turgoviese di farsi ritrarre con un fucile d'assalto ha riportato alla mente la strage avvenuta a Zugo
VIDEO
BERNA
16 ore
Quando l'acqua anziché cascare... risale
Curioso fenomeno quello immortalato nell'Oberland bernese. Ma c'è una spiegazione
SVIZZERA
19 ore
Il cervo dello Jägermeister ha perso il suo significato cristiano
Il TAF ha stabilito che il logo del noto digestivo, un cervo con una croce, può essere commercializzato senza ferire i sentimenti religiosi
LUCERNA
19 ore
Arrestati dopo una folle sfida notturna
Gara automobilistica ad alta velocità, in pieno centro di Lucerna, fra due giovani. Uno di loro si trovava pure in stato d'ebbrezza
SVIZZERA-CINA
20 ore
Gli svizzeri in Cina: «Abbandonati da Berna»
Il DFAE afferma di essere in contatto con i confederati che si trovano nel paese asiatico. Ma molti dicono di non essere mai stati contattati
GINEVRA
21 ore
I frontalieri arrivano da sempre più lontano
Lo storico Claude Barbier mette in guardia su un possibile problema culturale: «Spesso questi lavoratori non comprendono gli usi e i costumi locali»
FOTO E VIDEO
SVIZZERA
22 ore
«Ogni tre giorni c'è un'auto in contromano sulle autostrade»
Quello avvenuto sabato nel canton Berna è solo l'ultimo caso di una lunga serie. Via Suisse: «15 conducenti contromano da inizio 2020»
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile