Keystone
BERNA
19.11.17 - 16:090
Aggiornamento : 23:02

Tracce di glifosato nel 40% delle derrate alimentari

Le concentrazioni maggiori sono state riscontrate nelle paste, nei cereali per la prima colazione e nei legumi

BERNA - In Svizzera circa il 40% delle derrate alimentari presenta tracce quantificabili di glifosato, ma il tenore è basso e comunque inferiore ai limiti fissati dalla legislazione. È quanto emerge dai primi risultati di uno studio realizzato dalla Confederazione.

Per rispondere ad un postulato della Commissione della scienza, dell'educazione e della cultura del Consiglio nazionale, i laboratori dell'Ufficio federale della sicurezza alimentare e di veterinaria (USAV) hanno avvito nel 2016 un monitoraggio delle derrate alimentari per determinare l'esposizione della popolazione a questo erbicida.

All'inizio di novembre l'ufficio ha annunciato che i risultati e il relativo rapporto saranno resi noti tra "alcune settimane". Le prime conclusioni sono state però già pubblicate sul sito dell'USAV e riprese oggi dal "SonntagsBlick".

Sono stati analizzati più di 230 campioni di derrate alimentari, suddivise in 19 categorie. Tra questi vi sono prodotti come miele, vino, pane, patate e verdura e alimenti per lattanti.

Le concentrazioni maggiori sono state riscontrate nelle paste, nei cereali per la prima colazione e nei legumi. Il monitoraggio non è ancora concluso, ma questa prima valutazione mostra una ridotta presenza di residui di glifosato nelle derrate alimentari e l'assenza di rischi per la salute, scrive l'USAV.

Per illustrare la situazione, gli autori fanno l'esempio della pasta. Una persona adulta dovrebbe consumare in un giorno 71 kg di pasta del campione maggiormente contaminato per raggiungere la dose giornaliera massima ammissibile (30 mg per un adulto). Gli svizzeri consumano in media 10 chilogrammi di pasta all'anno.

Il glifosato è una dei prodotti fitosanitari più utilizzati al mondo. In Svizzera, si stima a 300 tonnellate all'anno.

Il glifosato è classificato "probabile cancerogena per l'uomo" dal Centro internazionale di ricerca sul cancro, un organo dell'Organizzazione mondiale della sanità (OMS). L'Autorità europea per la sicurezza alimentare e l'Agenzia europea dei prodotti chimici sono invece giunte alla conclusione che le conoscenze scientifiche non sono sufficienti per una simile classificazione.

Recentemente i paesi dell'Unione europea non si sono accordati sul prolungamento di cinque anni della licenza di questo erbicida. Un nuovo voto potrebbe avvenire alla fine di novembre a Bruxelles.

Per quanto riguarda la Svizzera, il Consiglio federale negli scorsi giorni, rispondendo a una mozione del gruppo parlamentare dei Verdi, ha rilevato che un divieto sarebbe problematico per diversi motivi. Per molti campi di applicazione, l'unica alternativa di lotta possibile è data da processi meccanici o termici, più dispendiosi dal profilo energetico e lavorativo.

Per l'esecutivo va considerato anche che «il glifosato non è tossico per gli organismi acquatici e finora non se ne sono rilevate tracce nelle falde acquifere da cui si ricava l'acqua potabile».
 
 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
TOP NEWS Svizzera
CAPO VERDE
5 ore
Bloccata da 4 mesi a Capo Verde: «Riportatemi in Svizzera»
Una 50enne di Svitto era partita a marzo per due settimane di vacanza e relax. E invece sta vivendo un incubo
TURGOVIA
6 ore
In bici con un tasso del 3,2 per mille
Un ciclista ubriaco è stato protagonista di un incidente questa mattina ad Arbon
FOTO
SVIZZERA
7 ore
Vestiti di nero per dire no al razzismo
Circa 200 persone si sono riunite oggi su Piazza federale.
SVIZZERA
11 ore
Migros richiama i suoi "Tondelli di riso integrale"
È stata riscontrata la presenza di latte. Chi non è allergico può consumarli senza problemi.
SVIZZERA
11 ore
Coronavirus: contagi stabili in Svizzera
Dall'inizio dell'emergenza i casi positivi registrati sono 32'798, mentre i morti restano 1'686
SVIZZERA
12 ore
Temporali e forti venti a nord delle Alpi
Tanta pioggia e grandine nella notte: particolarmente colpito il canton Svitto.
GRIGIONI
13 ore
Bimbo positivo, diciotto in quarantena
Il piccolo stava frequentando un campo di vacanza diurno a Zuoz.
SVIZZERA
13 ore
Credit Suisse, risolta la controversia americana
La seconda banca elvetica pagherà 15.5 milioni di dollari per risolvere la vicenda.
ZURIGO
14 ore
Altro superspreader in discoteca
Diverse persone che hanno trascorso la notte del 27 giugno al Club Jade si sono successivamente ammalate di coronavirus.
SVIZZERA
15 ore
Democrazia digitale: Amnesty & Co. fanno chiarezza su SwissCovid
Diverse ONG hanno unito le forze per informare sul contact tracing attraverso un portale online
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile