GIURA
12.10.17 - 08:050
Aggiornamento : 09:48

Reazioni razziste a un video umiliante

Il video che ritrae un'aggressione è stato condiviso sul social scatenando commenti colmi d'odio e razzismo. La polizia: «Prenderemo dei provvedimenti»

DELÉMONT - Minacce, odio, insulti. Su Facebook i commenti di questo genere si moltiplicano. Le persone si nascondono dietro a uno schermo per esprimere le idee che si vergognerebbero di pronunciare a voce. Un fenomeno che allarme le autorità e, in questo caso, ha toccato la polizia cantonale del Giura.

Sul social network è stato condiviso un video girato nella notte di martedì presso la stazione ferroviaria di Delémont. Si vede un giovane che viene aggredito e maltrattato da un uomo nero, mentre chi riprende con il cellulare ridacchia. I commenti hanno scatenato una valanga di messaggi razzisti e violenti, che si concentrano principalmente sull’origine dell'aggressore.

Il video originale è stato rimosso da Facebook, ma continua a circolare su pagine e siti di gruppi di estrema destra.

La Polizia cantonale è allora intervenuta oggi ricordando che i commenti postati su Facebook sono soggetti alla legge e possono essere considerati dei reati. «Le autorità analizzano questo tipo di affermazioni, che non possono essere in contrasto con il codice penale svizzero».

Per quanto riguarda il caso specifico, le autorità avvertono: «Qualora dovessero apparire nuovi commenti che incitano all’odio, alla violenza, minacce o ingiurie, il Ministero pubblico in collaborazione con la polizia avvierà un procedimento penale».

Al comunicato postato dalla Polizia cantonale sulla sua pagina Facebook hanno risposto alcuni utenti arrabbiati: «Speriamo che le ritorsioni siano previste anche per chi ha picchiato quel ragazzo, non solo per chi preme i tasti di una tastiera».

Attenzione anche ai “like”

Nel mese di maggio il Tribunale distrettuale di Zurigo ha riconosciuto un uomo colpevole di diffamazione per avere messo “mi piace” ad alcuni commenti che definivano una persona «razzista» e «antisemita». Il giudice aveva affermato che l’imputato aveva «espresso un giudizio approvandolo». L'imputato, un 45enne, è stato condannato in prima istanza a una pena pecuniaria di 40 aliquote da 100 franchi per diffamazione.

TOP NEWS Svizzera
BERNA
35 min
La “variante inglese” mette un'altra scuola in quarantena
Martedì inizierà la formazione a distanza per i 350 allievi di Wangen an der Aare
SVIZZERA
4 ore
Covid detector in aeroporto: perché non con i cani
I risultati non sarebbero ancora sufficienti per permettere l'addestramento e l'impiego su larga scala
BASILEA CAMPAGNA
7 ore
Auto fuori strada, 18enne in ospedale
Le altre due persone presenti nell'auto hanno riportato solo ferite lievi
SVIZZERA
7 ore
La seconda ondata ha "steso" un giovane su tre
Depressione e stress in aumento tra gli svizzeri dai 14 ai 24 anni. Lo dice uno studio dell'Università di Basilea
SVIZZERA
11 ore
Berset ai ferri corti con Chiesa
Il ticinese e il consigliere federale si sono incontrati per un chiarimento. Ma le posizioni restano «inconciliabili»
BERNA
13 ore
Coronavirus: più controlli alle frontiere e più test
Sono alcune delle previsioni in merito alle decisioni di mercoledì del Consiglio federale.
FOTO
SVIZZERA
13 ore
Oggi il suffragio femminile a livello federale compie 50 anni
Ed è impossibile non domandarsi: come mai così tardi? Ma ci sono cantoni che l'hanno introdotto prima e altri dopo
SVIZZERA / ITALIA
1 gior
I figli alla scuola privata di Zurigo, ma vogliono le norme italiane
Un gruppo di genitori si è rivolto a Repubblica per denunciare l'applicazione delle misure del Cantone anziché del Dpcm
FOTO
VALLESE
1 gior
Si stacca una valanga sopra Nendaz: un morto e un ferito
La grossa slavina ha travolto una guida alpina e uno dei suoi clienti. Stavano sciando fuori-pista.
FOTO
BERNA
1 gior
Corona-scettici scacciati dalla polizia
Un centinaio di persone si è ritrovato su Piazza federale per protestare contro le misure imposte dal Governo.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile