Tipress
BERNA
21.09.17 - 14:550

Incidenti mortali, 109 vittime in 6 mesi

La cifra è in aumento rispetto al primo semestre dello scorso anno, ma si mantiene sotto il trend precedente al 2016

BERNA - Nel primo semestre del 2017 hanno perso la vita sulle strade svizzere 109 persone. Seppur in risalita dopo il minimo storico di 89 decessi fra inizio gennaio e fine giugno dell'anno scorso, la cifra resta sotto il trend registrato precedentemente al 2016, evidenziano le cifre provvisorie fornite oggi dall'Ufficio federale delle strade (USTRA).

Il maggior incremento su base annua si riscontra tra gli occupanti di autovetture, categoria nella quale vi sono stati 42 morti (+13). Con otto vittime in più, la variazione più marcata è riscontrabile tra i passeggeri della fascia d'età 15-24 anni coinvolti in incidenti verificatisi su strade extraurbane.

Nella maggior parte dei casi, sono stati giovani a perdere il controllo del veicolo, spesso a causa della velocità inadeguata al fondo stradale bagnato, ghiacciato o innevato, si legge in una nota odierna dell'USTRA. È attualmente in fase di consultazione un progetto che obbligherebbe i conducenti in fase di formazione a più ore di guida prima di sostenere l'esame pratico, ricorda il comunicato.

Per quanto riguarda le due ruote, in confronto allo stesso periodo dell'anno precedente il numero di morti fra i motociclisti è salito di una unità e quello fra i ciclisti di tre, mentre sono stati osservati due decessi in meno fra gli utilizzatori di biciclette elettriche. D'altro canto, è risultato in progressione il numero di feriti gravi.

Sono invece stati 25 i pedoni a perdere la vita nella prima metà del 2017, contro i 23 del primo semestre del 2016. In dodici casi, l'incidente è avvenuto sulle strisce pedonali di un centro urbano, prevalentemente in seguito all'impatto con auto, furgoni e autocarri. Tre quarti delle vittime in queste circostanze avevano più di 65 anni.

L'USTRA precisa che si tratta di un bilancio provvisorio: i dati definitivi saranno noti nella primavera del 2018. Rientrano nella statistica tutti gli incidenti su strade e piazze pubbliche nei quale è stato coinvolto almeno un veicolo.
 

TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
9 min
Mancano macchinisti, le FFS sopprimono alcuni treni
La crisi del coronavirus ha ulteriormente messo in difficoltà le Ferrovie federali.
SVIZZERA
1 ora
«Il virus sta aumentando». Spagna nella lista nera. A rischio le donne incinte
Dalla decisione sono al momento escluse le Isole Baleari e le Isole Canarie
SVIZZERA
2 ore
Chi torna dalla Spagna dovrà mettersi in quarantena
Chiunque rientrerà dal Paese iberico dovrà annunciarsi alle autorità cantonali.
SVIZZERA
3 ore
Altri 181 casi e un ricovero, ma nessun decesso
Il totale dei contagi dall'inizio dell'emergenza sale a 35'927. I decessi sono 1'706.
SVIZZERA
3 ore
«Molti hanno problemi respiratori anche dopo essere stati dimessi»
L'ospedale di Friburgo ha analizzato i dati dei pazienti ospedalizzati con un'infezione da Sars-CoV2 tra marzo e aprile.
SVIZZERA
4 ore
Migliorano le stime del PIL svizzero
Il KOF prevede ora una flessione leggermente meno marcata di quanto precedentemente ipotizzato.
SVIZZERA
5 ore
«La crisi ha mostrato l'importanza della libera circolazione»
Per l'Usam un sì all'iniziativa "per un'immigrazione moderata" affosserebbe le PMI elvetiche.
SVIZZERA
7 ore
Vaccino, accordo più vicino: «Questione di ore»
La Svizzera sta per concludere un contratto d'acquisto per la fornitura del farmaco che viene sviluppato da Moderna.
VAUD / FRANCIA
17 ore
Sedicenne vodese annegato a Marsiglia
Il giovane si trovava nel sud della Francia con la famiglia. Sotto shock i suoi compagni di classe
SVIZZERA / BELGIO
20 ore
Il Belgio toglie Vaud e Vallese dalla zona rossa
Da domani i cittadini belgi potranno tornare in vacanza nei due cantoni romandi.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile