Wikimedia
SVIZZERA / CROAZIA
27.07.17 - 09:120

Arrestati due giovani svizzeri: avrebbero picchiato violentemente un coetaneo

Il 21enne ha riportato gravi lesioni cerebrali dopo una lite scoppiata tra un gruppo di stranieri e degli autoctoni

MALI LOšINJ - Martedì mattina in un bar di Lussinpiccolo, la polizia è intervenuta per sedare una lite in un bar scoppiata tra un gruppo di abitanti della zona e uno di stranieri, tra cui due svizzeri. Il diverbio è però proseguito altrove nella località croata ed è diventato violento. Il risultato è un 21enne del posto ferito gravemente alla testa.

I due giovani svizzeri - un 21enne e un 22enne - sono stati arrestati dalla polizia locale, come menzionano alcuni media croati. Il ragazzo ferito non ha riportato alcun segno evidente della violenza e una volta giunto a casa è andato a dormire. Il mattino dopo la madre si è accorta che faticava a respirare. I medici gli hanno diagnosticato una grave lesione cerebrale. Dopo un intervento alla testa, si trova ora in terapia intensiva in coma farmacologico.

Ai due giovani svizzeri è stato revocato il passaporto rossocrociato. Le indagini proseguono.

TOP NEWS Svizzera
FOTO
BASILEA CITTÀ
1 ora
«Smettere di combattere? Per me non è un'opzione»
Arnaud, un 18enne basilese, sta affrontando con grande coraggio la recidiva di un tumore al cervello. E nonostante le radiazioni non rinuncia ad andare a scuola
SVIZZERA
3 ore
Greta contro il WEF (su Twitter): «Non l'ho mai detto»
La giovane attivista contro il canale social ufficiale del Forum economico mondiale
GRIGIONI
10 ore
Sommaruga parla del clima, ma Trump è poco convinto
La presidente della Confederazione annuncia di voler affrontare la questione del riscaldamento globale. E l’espressione del presidente USA cambia
SVIZZERA
12 ore
«Due jumbo jet per confondere gli attentatori»
Per quale motivo il presidente americano Trump è arrivato a Zurigo con due Boeing 747-200B identici? La parola all’esperto di aviazione
GRIGIONI
12 ore
Trump: «Abbiamo fiducia al 100% nella Svizzera»
L'odierno incontro tra il presidente USA e la delegazione elvetica è durato una cinquantina di minuti. Sommaruga: «Abbiamo avuto una discussione molto aperta»
FOTO
SVIZZERA
15 ore
Babbo Natale (o Gesù Bambino) più indaffarato che mai
Letterine e disegni, ma anche ciucci e lavoretti. Tra novembre e Natale il numero di invii ha superato per la prima volta quota 30'000
GRIGIONI
17 ore
«La nostra casa è in fiamme. Agite per i vostri figli»
Greta Thunberg ha lanciato l'ennesimo monito sul cambiamento climatico dal palco del WEF
FOTO E VIDEO
BERNA
18 ore
Rogo alla Vigilia di Natale: «Difetto tecnico o candela accesa?»
Le cause dell'incendio che a dicembre ha devastato la chiesa di Herzogenbuchsee non sono ancora state chiarite. I danni ammontano a diversi milioni di franchi
SVIZZERA
21 ore
«L'America sta vincendo di nuovo, come mai prima»
Donald Trump, intervenuto al WEF di Davos, ha sottolineato come fra i meriti della sua amministrazione ci sia il più basso tasso di disoccupazione di sempre
SVIZZERA
21 ore
Sommaruga: «Il mondo sta bruciando»
Sono state queste le prime parole della Presidente della Confederazione nel suo discorso di apertura della 50esima edizione del WEF
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile