BERNA
13.07.17 - 18:130
Aggiornamento : 14.07.17 - 19:57

La raccolta di plastica domestica? Costosa e poco ecologica

Questo il risultato di uno studio realizzato dalla società Carbotech e dall'UMTEC, istituto dell'Università di Rapperswil

BERNA - La raccolta di plastica proveniente dalle economie domestiche svizzere comporta vantaggi per l'ambiente solo modesti, a cui per di più fanno da contraltare spese elevate. È questo il risultato di uno studio realizzato dalla società Carbotech e dall'UMTEC, istituto dell'Università di Rapperswil (SG), che hanno reso noto i risultati in una nota congiunta odierna.

L'indagine, denominata Riciclaggio e valorizzazione della plastica, è stata commissionata da otto amministrazioni cantonali (AG, BE, BL, BS, GR, SG, TG, ZH), dall'Ufficio federale dell'ambiente (UFAM) e da varie associazioni. Ha evidenziato come il rapporto costi-benefici della raccolta di questo materiale, per lo più in mano a enti privati, resti inferiore a quello generato dalle bottiglie di PET.

Una nuova modalità di raccolta dei rifiuti di plastica offrirebbe benefici all'ambiente, fa sapere il comunicato, pur se nel complesso piuttosto limitati. Inoltre, metterla in opera sarebbe dispendioso. Il potenziale vantaggio ecologico equivarrebbe all'incirca a quello ottenibile con una riduzione di 30 chilometri sul totale percorso in auto da ogni abitante in un anno, si precisa. Ma un'eventuale innovativa forma di smaltimento comporterebbe costi tripli (750 franchi per tonnellata) rispetto al metodo attuale con appositi sacchi (250 franchi per tonnellata).

Gli autori della ricerca ricordano che solo parte della spazzatura in plastica può essere riconvertita e reintrodotta nel ciclo produttivo industriale, mentre il resto viene smistato e avviato all'ottimizzazione energetica nei cementifici oppure sottoposto a trattamento termico nei termovalorizzatori, ricavandone così corrente elettrica e calore.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
FOTO E VIDEO
SVIZZERA
4 ore

L’allerta si concretizza: mezza Svizzera sotto l’acqua, muore una turista

Non solo pioggia, ma anche grandine e forti raffiche di vento. A Ginevra chicchi da 5 centimetri di diametro. 23 mm di pioggia in dieci minuti nel canton Vaud

FOTO
ZURIGO
6 ore

L'arcobaleno invade le strade di Zurigo

Erano in 55'000, secondo gli organizzatori, a festeggiare la 55esima edizione del Pride sotto il motto "Strong in Diversity"

ARGOVIA
7 ore

Puntava il fucile contro i passanti, arrestato un 39enne

L'uomo si era rintanato in casa ma poco dopo mezzanotte si è consegnato alla polizia. Alla base, forse, una discussione di poco conto

FOTO
SVIZZERA
8 ore

Non un'onda, ma una marea viola: ieri erano più di 500'000

«Il 14 giugno 2019 passerà alla storia come la più grande azione politica nella storia elvetica dallo sciopero generale del 1918», scrive USS

VIDEO
GRIGIONI
10 ore

«Il nostro bussino è stato spazzato via dalla corrente»

Parlano i due turisti tedeschi che stavano dormendo nel loro mezzo posteggiato a Splügen quando è scoppiato il nubifragio. I soccorritori: «Hanno avuto molta fortuna»

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report