Archivio Tipress
SVIZZERA
21.06.17 - 10:290
Aggiornamento : 11:17

Possibile l'analisi genetica degli embrioni

Da settembre sarà possibile eseguire una diagnosi preimpianto in modo da rilevare eventuali malattie ereditarie gravi o anomalie

BERNA - Dall'inizio di settembre sarà possibile anche in Svizzera eseguire la diagnosi preimpianto (DPI) sugli embrioni pronti per essere introdotti nell'utero in modo da rilevare malattie genetiche ereditarie gravi, come la mucoviscidosi, o anomalie genetiche come la trisomia 21.

Lo ha deciso oggi il Consiglio federale mettendo in vigore la revisione della legge sulla procreazione assistita, accolta dal popolo il 5 di giugno 2016, e le relative ordinanze di esecuzione.

La legge vieta l'utero in affitto, la fecondazione volta a selezionare un cosiddetto bambino salvatore per la donazione di tessuti a fratelli malati, la scelta del sesso del futuro figlio o del colore degli occhi.

La normativa dovrebbe ridurre anche i costi e la durata del trattamento. Potendo infatti sviluppare fino a 12 embrioni, la rivista legge dovrebbe permettere di selezionare quello che ha più possibilità di sopravvivere, evitando così come ora che vengano impiantati tre ovuli fecondati contemporaneamente. Gli embrioni non utilizzati potranno essere congelati in vista di trattamenti futuri.

I laboratori attivi nella medicina della procreazione e nella diagnosi preimpianto vengono inoltre sottoposti a requisiti più severi: l'obiettivo è di tutelare l'embrione e la donna che si sottopone all'intervento.

I laboratori dovranno essere dotati di un'appropriata gestione della qualità. I responsabili saranno chiamati a disporre di una formazione di base e di un perfezionamento professionale specifici, da tenere al passo coi tempi mediante corsi di aggiornamento.

Nella procedura per una DPI, indica una nota odierna del Dipartimento federale dell'Interno (DFI), sono di regola coinvolti due laboratori: nel laboratorio di medicina di riproduzione avviene la fecondazione artificiale e lo sviluppo degli embrioni dai quali sono prelevate una o due cellule per la DPI. L'esame genetico è svolto in un apposito laboratorio.

Il Governo stima a 500-1000 le coppie che potrebbero ricorrere alla DPI ogni anno a fronte di sei mila coppie che si rivolgono a laboratori per la procreazione assistita. Va ricordato che la DPI è possibile già in diversi paesi europei da decenni. In Spagna e Gran Bretagna è possibile per esempio creare anche dei "bambini salvatori", tecnica che non è possibile in Svizzera.

 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Danny50 2 anni fa su tio
Nessuno ha mai detto al pennivendolo che scrive l'articolo, che il termine "mongolismo" non é più in uso e rimpiazzato con "sindrome di Down" ?
moonie 2 anni fa su tio
@Danny50 trattandosi di eugenetica è rimasto legato al passato
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
BERNA
3 ore
«Questo virus non scomparirà più dalla nostra vita»
Gli esperti hanno evidenziato strategie e obiettivi della tracciabilità del virus. Obiettivo: Scoprire ogni singolo caso
SVIZZERA
5 ore
Coronavirus: 10 nuovi casi e un decesso in Svizzera
Il numero di contagi in Svizzera dall'inizio dell'emergenza sale a 30'746
FOTO
SVIZZERA
5 ore
Una promozione felina nell'esercito
Lili ha meritato le mostrine «per il suo efficiente servizio in favore della truppa».
SVIZZERA
7 ore
Gli averi a vista della BNS continuano a salire, ed è record storico
Ed è la 19esima volta di fila per il valore più elevato mai raggiunto, e non è detto che sia una cosa positiva
VAUD
7 ore
Crediti Covid trasferiti all'estero: sospetti di una frode milionaria
Il Ministero pubblico vodese ha avviato un'inchiesta. Una persona si trova in detenzione preventiva
SVIZZERA
7 ore
«Con l'auto il rischio di morte è 59 volte maggiore»
L'Ufficio federale dei trasporti ha pubblicato il suo ultimo rapporto sulla sicurezza dei trasporti pubblici
SVIZZERA
9 ore
Settore secondario: produzione ancora in crescita, cifre d’affari in calo
La pandemia ha avuto ripercussioni sui risultati di febbraio e marzo
ZURIGO
9 ore
Coronavirus e rimborsi, il direttore di Hotelplan critica Swiss
«Ha preso soldi dai clienti e poi ha bloccato unilateralmente il rimborso nei suoi sistemi»
BERNA
10 ore
«Servono più scorte mediche»
Jürg Schlup, presidente FMH, ritiene il materiale sanitario debba tornare ad essere prodotto in Svizzera ed Europa
BERNA
11 ore
Coronavirus: togliere alla lotta all'alcolismo per dare ai bar?
A Berna si pensa alla sospensione della tassa sugli alcolici. L'idea non piace alle associazioni contro le dipendenze.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile