Keystone
ARGOVIA
16.06.17 - 20:110

Axpo deve rimandare la riattivazione di Beznau 1

La decisione è stata presa dopo i "commenti" relativi al certificato di sicurezza

BADEN - In seguito a «osservazioni» dell'Ispettorato federale della sicurezza nucleare (IFSN), la centrale atomica di Beznau dovrà ancora rimandare la messa in funzione del reattore numero 1, il più vecchio impianto commerciale al mondo.

In un comunicato diffuso oggi in serata, Axpo, gestore dell'impianto, precisa che ciò è stato deciso dopo "commenti" dell'IFSN relativi al certificato di sicurezza della cisterna sotto pressione, dove si trovano i reattori con gli elementi combustibili, fornito dall'azienda energetica a metà novembre. L'autorità di sorveglianza ha richiesto rapporti ed esami di materiale supplementari.

La rimessa in funzione - aggiunge la nota di Axpo - è ora prevista per il 31 ottobre, dato che pochi esperti e ditte specializzate sono disponibili a breve termine.

Il reattore numero 1 era stato disattivato nel marzo del 2015 per una revisione che avrebbe dovuto durare quattro mesi, dopo la scoperta di anomalie (925 fessure nella struttura di contenimento).

Come già lo scorso 16 novembre, Axpo oggi ha ribadito che in base alla perizia consegnata non ci sono riserve tecniche che impediscano la messa in funzione fino al 2030 della centrale situata a Döttingen (AG). Le irregolarità scoperte non avrebbero conseguenze rilevanti a livello di sicurezza. Il gestore dell'impianto ritiene che l'IFSN confermerà questa valutazione.

Beznau I è entrato ufficialmente in funzione il primo settembre 1969, mentre Beznau II, identico dal punto di vista della costruzione, ha iniziato a produrre elettricità nel dicembre 1971.

Il gruppo energetico Axpo ha lanciato una vasto programma di ristrutturazione delle due centrali, che dovrebbe consentire ai reattori di produrre elettricità in piena sicurezza ben al di là del 2020.
 
 

Commenti
 
TOP NEWS Svizzera
BASILEA CAMPAGNA
3 ore

«Quella bandiera deve rimanere al suo posto»

Il vessillo rossocrociato è appeso illegalmente a una roccia dello Schleifenberg da anni. Ora la sua posizione è stata regolarizzata dal Municipio di Liestal: «Non è in conflitto con la legge»

LUCERNA
7 ore

«Violenza per educare le donne», i sermoni in moschea verranno registrati

L'associazione "Dar Assalam" seguirà la raccomandazione. Quattro persone formate avranno inoltre il compito di assistere alle prediche e intervenire in caso di necessità

SVIZZERA
7 ore

Credit Suisse: più consulenti al servizio degli ultra-ricchi

Il nuovo responsabile del comparto gestione patrimoniale internazionale vuole ampliare le attività con i clienti definiti strategici

SVIZZERA
7 ore

Swiss, il mayday sembra essere già rientrato

12 aerei sono tornati in volo, gli altri dovrebbero essere presto operativi. Da domani i collegamenti aerei torneranno in gran parte regolari, assicura la compagnia aerea

SVIZZERA
8 ore

UBS, Axel Weber critica la Bce: «Draghi ha legato le mani a Lagarde»

Nel mirino di uno dei manager più pagati della storia svizzera è la decisione di allentare ulteriormente la politica monetaria

TURGOVIA
10 ore

Plastica nella salsa di pomodoro

Una mamma intenta a preparare un piatto di pasta al suo bambino ha avuto una brutta sorpresa

SVIZZERA
10 ore

Roche cresce più delle attese: alza le sue prospettive

Il fatturato è salito del 9% a 46,07 miliardi di franchi

VIDEO
ZURIGO
1 gior

Urla e insulti in autostrada, spunta il tesserino. Agente sospeso

L'uomo ha ripreso tutto con il cellulare, mentre sua figlia in macchina piangeva impaurita. L'altro si difende: «Dovevo identificarmi come ufficiale di polizia, guidava in modo pericoloso»

BERNA
1 gior

61 reati in due anni, giovane turco dovrà lasciare la Svizzera

Secondo i giudici la sua integrazione è fallita. Tra i reati vi sono lesioni personali, rapina e incendio intenzionale

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile