Keystone
SVIZZERA
15.05.17 - 15:520

Cyberattacco: bottino magro

ZURIGO - Al momento il bottino dei criminali informatici responsabili dell'attacco mondiale con WannaCry sarebbe abbastanza magro: circa 51mila dollari. Lo riporta Ransom Tracker, il profilo Twitter creato da un ricercatore italiano che in automatico traccia i singoli pagamenti.

Il ricercatore si chiama Michele Spagnuolo ed è ingegnere addetto alla sicurezza informatica presso la sede di Google a Zurigo.

I riscatti pagati dai diversi utenti colpiti nel mondo vanno da un minimo di 190 dollari ma toccano anche punte di 300 e 600 dollari. Le cifre sono tradotte in dollari, ma in realtà le richieste degli hacker sono in bitcoin. Ransom Tracker è un bot, cioè un programma che funziona in automatico.

TOP NEWS Svizzera
GRIGIONI
52 min

L'innevamento artificiale per salvare i ghiacciai

In Alta Engadina sta per partire un progetto pilota che potrebbe persino permettere la crescita delle lingue di ghiaccio

FOTO
SVIZZERA
1 ora

C'è un terzo branco di lupi nel Grigioni

Confermata la presenza di due adulti e almeno cinque cuccioli nella zona del Piz Beverin

VAUD
2 ore

Fête des Vignerons, domani è il grande giorno

Quasi tutto pronto per la 12esima "festa delle generazioni" che fino all'11 agosto attirerà centinaia di migliaia di partecipanti. La manifestazione verrà aperta dallo spettacolo di Finzi Pasca

SVIZZERA
4 ore

Frutta e verdura bio venduta quasi solo in imballaggi di plastica

Secondo SKS le alternative esistono, anche se non vengono utilizzate

SCIAFFUSA
4 ore

Al confine con 9000 euro di abiti: «Non ho nessuna voglia di pagare»

L'80enne tedesco è stato fermato a Thayngen mentre cercava di contrabbandare la merce acquistata in Svizzera

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report