Fotolia
SVIZZERA
10.05.17 - 11:120

Una pioggia di dollari per il clima

Dal 2020 la Svizzera verserà tra i 450 e i 600 milioni all'anno per finanziare misure di protezione del clima in Paesi in via di sviluppo

BERNA - Dal 2020 la Svizzera verserà tra i 450 e i 600 milioni di dollari all'anno per finanziare misure di protezione del clima in Paesi in via di sviluppo. È quanto emerge da un rapporto approvato oggi dal Consiglio federale e redatto in risposta a un postulato della Commissione degli affari esteri del Nazionale.

La stima si basa sul rendimento economico della Confederazione e sulle emissioni di gas serra da essa causate, si legge in una nota odierna del Dipartimento federale dell'ambiente (DATEC), il quale sottolinea che a seconda della ponderazione di questi due criteri risulta un importo più o meno elevato. La Svizzera era responsabile dello 0,3% delle emissioni a effetto serra dei Paesi industrializzati nel 2012.

Il contributo elvetico sarà composto sia da fondi pubblici che privati. I primi proverranno come finora da «crediti quadro per la cooperazione internazionale» e dal «credito quadro ambiente globale» e rientrano a pieno titolo nel finanziamento allo sviluppo. Per attingere ai secondi saranno esaminati strumenti e modelli di partenariato. «Il Consiglio federale presterà inoltre maggiore attenzione affinché siano finanziati programmi e progetti che contribuiscono a uno sviluppo povero di emissioni di carbonio».

Alla Conferenza sul clima tenutasi a Cancún nel 2010, i Paesi industrializzati si sono impegnati a mettere a disposizione a partire dal 2020 complessivi 100 miliardi di dollari l'anno per misure di protezione del clima in Paesi in via di sviluppo. Questo accordo, confermato nel dicembre 2015 alla conferenza internazionale di Parigi, chiama i Paesi industrializzati a definire loro stessi la propria quota di finanziamento. L'obiettivo principale è di mantenere il surriscaldamento globale sotto i 2 gradi.

Nella sua nota, il DATEC ricorda che nel 2014 la Svizzera ha destinato complessivamente quasi 400 milioni di dollari a misure per la protezione del clima in Paesi in via di sviluppo. Di questi, 299 milioni provenivano da fondi pubblici, mentre 96 milioni da investimenti privati.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
Equalizer 4 anni fa su tio
Non si può fermare questa mossa deleteria? Altrimenti non resta che andare in uno di questi paesi, fondare una ditta è riprendersi i soldi.
Mattiatr 4 anni fa su tio
Perché dobbiamo mandare soldi in paesi in via di sviluppo per sostenere il clima se a malapena lo sosteniamo da noi?
elvetico 4 anni fa su tio
Non ci vengano più a raccontare fior di palle che mancano e/o mancheranno soldi per i pensionati AVS !
Thor61 4 anni fa su tio
@elvetico Visto l'alto menefreghismo delle istituzioni verso la popolazione, te lo racconteranno eccome...........
GI 4 anni fa su tio
Significa che si ridurranno i viaggi con i barconi o gommoni.....o che questi saranno meno inquinanti (per quanto lo siano....) ??
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
1 ora
Una nuova infezione su tre colpisce adolescenti e bambini
Il trend è chiaro: un terzo dei nuovi contagi di coronavirus riguarda chi ha meno di 19 anni
SVIZZERA
1 ora
I piloti “a rischio” potranno essere segnalati
Il Consiglio nazionale si allinea alla decisione presa dagli Stati
SVIZZERA
5 ore
Lo sciopero della fame prosegue, ma la situazione non si sblocca
Guillermo Fernandez si trova da settimane (senza mangiare) davanti a Palazzo federale.
BERNA
11 ore
Keller-Sutter: «Il 2G è il prossimo possibile passo»
Un obbligo vaccinale, anche solo per determinate categorie, non viene invece preso in considerazione.
SVIZZERA
12 ore
Cosa abbiamo chiesto a Google nel 2021?
Il colosso del Web ha pubblicato le classifiche dei termini più ricercati dell'anno in Svizzera.
GINEVRA
14 ore
Il cane poliziotto salva un anziano nel bosco
L'uomo è stato rinvenuto in stato di ipotermia, ma cosciente.
ZURIGO 
15 ore
Il Presidente di Credit Suisse ha violato l'obbligo di quarantena
Doveva restare a casa, invece è volato con un jet privato nella penisola iberica.
BERNA
16 ore
Morto per aver usato il telefonino durante il volo
Il SISI ha chiarito le circostanze che hanno portato allo schianto un esperto pilota di alianti, nel 2016.
SVIZZERA
16 ore
Morto l'ex presidente di Novartis e UBS Alex Krauer
Era stato pure uno degli artefici della fusione tra Ciba-Geigy e Sandoz.
SVIZZERA
18 ore
Il ministro meno amato? «Preferisco restare fedele alle mie idee»
Dopo il discorso tenuto per l'elezione alla presidenza della Confederazione, Cassis ha incontrato i media.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile