Immobili
Veicoli
TiPress
BERNA
09.05.17 - 11:350

In aumento i casi sospetti di frodi assicurative

La Suva nel 2016 ha impedito che venissero percepite prestazioni ingiustificate per circa 18 milioni di franchi

BERNA - L'Istituto nazionale svizzero di assicurazione contro gli infortuni (Suva) nel 2016 ha esaminato 949 casi di sospetta frode, 375 in più rispetto all'anno precedente, ossia un incremento del 65,3%.

In tal modo la Suva ha impedito che venissero percepite prestazioni ingiustificate per circa 18 milioni di franchi. Un importo di 5 milioni superiore (+38,5%) ai precedenti due anni, precisa un comunicato odierno dell'ex INSAI. In complesso, l'assicurazione ha bloccato i pagamenti o richiesto la restituzione di quanto versato in poco meno di 300 casi.

La Suva, azienda autonoma di diritto pubblico con un volume premi di 4,2 miliardi di franchi, assicura 127'000 imprese con 1,98 milioni di lavoratori. Nel 2016 gli assicurati le hanno notificato 461'000 infortuni. I 300 casi di frode accertati corrispondono quindi a meno dello 0,07%. Ciò significa che praticamente tutti gli assicurati percepiscono legittimamente le prestazioni, osserva Roger Bolt, responsabile del gruppo di contrasto alle frodi, che conta 13 persone. Però - aggiunge - restano ancora molti casi che non vengono alla luce. Inoltre i procedimenti esecutivi sono lunghi e costosi, e, nel migliore dei casi, permettono di recuperare al massimo il 30% della somma versata indebitamente.

Un software per scovare le frodi - Per individuare più velocemente i casi di truffa senza ricorrere a personale supplementare, in futuro verrà utilizzato un software in grado di raffrontare in pochi secondi la notifica d'infortunio presentata da un assicurato con quelle notificate in passato. Il programma analizza la dinamica infortunistica e le tipologie di lesioni e verifica la durata delle indennità giornaliere versate. Il risultato finale permette di calcolare la probabilità di un tentativo di frode. »Ci sono infatti dei comportamenti peculiari che ritroviamo nella maggior parte dei casi di frodec, afferma Bolt.

TOP NEWS Svizzera
FOTO
ARGOVIA
2 ore
Strade ghiacciate, nella notte si sono verificati diversi incidenti
La Svizzera settentrionale è particolarmente toccata, anche stamattina la situazione è precaria. Si segnala un ferito
SONDAGGIO
ZURIGO
4 ore
La violenza contro il personale ospedaliero è in costante aumento
Gli ospedali di tutta la Svizzera segnalano aggressioni da parte dei pazienti
SOLETTA
13 ore
Minacce con pistola su Tiktok, 23enne in arresto
In un live streaming il giovane ha minacciato di sparare a se stesso o ad altri.
SVIZZERA/FRANCIA
17 ore
Svizzero muore di ipotermia nell'indifferenza dei passanti
Il fotografo René Robert è caduto a terra nel cuore di Parigi, ma nessuno, per nove ore, l'ha aiutato.
ZURIGO
19 ore
Processo Vincenz: chiesti 6 anni
Secondo la procura l'ex direttore di Raffeisen ha causato danni finanziari anche fatali per la società Aduno
SVIZZERA
20 ore
Condanna in appello per Illi e Blancho
Al primo sono stati inflitti 16 mesi per dei video di propaganda islamica. Il secondo dovrà pagare una multa.
BERNA
20 ore
Aumento dei premi in vista secondo Santésuisse
Ciò a causa della crescita delle spese, specie nel settore ambulatoriale medico e ospedaliero
SVIZZERA
20 ore
Demolito il record di ieri: oggi quasi 45mila casi in Svizzera
Si tratta di un nuovo picco assoluto dall'inizio della crisi sanitaria.
SAN GALLO
23 ore
Vendevano migliaia di Covid Pass illegali, arrestati
I certificati sarebbero stati creati attraverso gli account di alcuni dipendenti di vari centri test.
VALLESE
1 gior
Il Vallese toglie l'obbligo di mascherina a scuola
Si parte dalle elementari, seguiranno gli studenti delle medie. Altri annunci sono attesi «nelle prossime ore o giorni»
Copyright ©2022 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile