TiPress
BERNA
09.05.17 - 11:350

In aumento i casi sospetti di frodi assicurative

La Suva nel 2016 ha impedito che venissero percepite prestazioni ingiustificate per circa 18 milioni di franchi

BERNA - L'Istituto nazionale svizzero di assicurazione contro gli infortuni (Suva) nel 2016 ha esaminato 949 casi di sospetta frode, 375 in più rispetto all'anno precedente, ossia un incremento del 65,3%.

In tal modo la Suva ha impedito che venissero percepite prestazioni ingiustificate per circa 18 milioni di franchi. Un importo di 5 milioni superiore (+38,5%) ai precedenti due anni, precisa un comunicato odierno dell'ex INSAI. In complesso, l'assicurazione ha bloccato i pagamenti o richiesto la restituzione di quanto versato in poco meno di 300 casi.

La Suva, azienda autonoma di diritto pubblico con un volume premi di 4,2 miliardi di franchi, assicura 127'000 imprese con 1,98 milioni di lavoratori. Nel 2016 gli assicurati le hanno notificato 461'000 infortuni. I 300 casi di frode accertati corrispondono quindi a meno dello 0,07%. Ciò significa che praticamente tutti gli assicurati percepiscono legittimamente le prestazioni, osserva Roger Bolt, responsabile del gruppo di contrasto alle frodi, che conta 13 persone. Però - aggiunge - restano ancora molti casi che non vengono alla luce. Inoltre i procedimenti esecutivi sono lunghi e costosi, e, nel migliore dei casi, permettono di recuperare al massimo il 30% della somma versata indebitamente.

Un software per scovare le frodi - Per individuare più velocemente i casi di truffa senza ricorrere a personale supplementare, in futuro verrà utilizzato un software in grado di raffrontare in pochi secondi la notifica d'infortunio presentata da un assicurato con quelle notificate in passato. Il programma analizza la dinamica infortunistica e le tipologie di lesioni e verifica la durata delle indennità giornaliere versate. Il risultato finale permette di calcolare la probabilità di un tentativo di frode. »Ci sono infatti dei comportamenti peculiari che ritroviamo nella maggior parte dei casi di frodec, afferma Bolt.

Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
BERNA
1 ora
«C'è gente che chiama il 144 migliaia di volte all'anno»
Un bernese è stato recentemente condannato al pagamento di 600 franchi. Dietro simili telefonate, spesso, si nascondono patologie psichiche
SVIZZERA
9 ore
Naturalizzarsi conviene? Sì, circa 5'000 franchi all'anno
Lo conferma uno studio del Politecnico di Zurigo, con il passaporto rossocrociato le condizioni economiche degli stranieri migliorano
LUCERNA
13 ore
Perde la vita schiantandosi contro una casa
L'incidente è avvenuto questa mattina a Triengen. La dinamica però non è ancora chiara
SVIZZERA
16 ore
«BNS? Gli utili vadano agli svizzeri, sono bravi alle urne»
È l'opinione di Kurt Schiltknecht, ex capo economista della stessa banca
SVIZZERA
16 ore
La moneta dedicata a Roger Federer è già esaurita
I 33'000 esemplari d'argento, disponibili in prevendita a partire dallo scorso lunedì, sono andati a ruba
ARGOVIA
17 ore
Distrugge il radar che lo aveva beccato: «Nulla di così grave»
Il 29enne italiano minimizza i fatti avvenuti venerdì sera a Winterthur, ma poi perde la pazienza e se ne va
SVIZZERA
18 ore
In Svizzera le tasse non fanno poi così male
Nella classifica per il 2018 stilata dall'OCSE il nostro Paese è 31esimo (su 36) nella pressione fiscale
VIDEO
SVIZZERA
19 ore
La Posta "travolta" dallo shopping del Black Friday
Al Gigante giallo sono pervenuti oltre 5,9 milioni di pacchi in una settimana. Un aumento del 15% rispetto al 2018
SVIZZERA
20 ore
Avs, salute e stranieri: queste le preoccupazioni degli svizzeri
Evidenziate dall'annuale "Barometro delle apprensioni" di Credit Suisse, l'esperto: «Dalla politica ci si aspettano soluzioni»
SVIZZERA
21 ore
Preventivo 2020, tagli per 40 milioni nel settore dell'asilo
Il dibattito in Consiglio Nazionale è in pieno svolgimento: il Governo aveva previsto un'eccedenza di 435 milioni
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile