Keystone
BERNA
21.04.17 - 11:020
Aggiornamento : 11:42

Santésuisse chiede prezzi più bassi per gli apparecchi medici

Il risparmio andrebbe a favore di chi paga i premi delle casse malattia

BERNA - Gli apparecchi per misurare la glicemia, quelli per inalazioni e gli strumenti destinati all'incontinenza sono troppo cari in Svizzera: nel settore vi è un potenziale di risparmio annuo di circa 34 milioni di franchi. Risparmi che andrebbero soprattutto a favore di chi paga i premi delle casse malattia. Lo sostiene santésuisse, che chiede all'Ufficio federale della sanità pubblica (UFSP) di abbassare i prezzi di questi prodotti a partire dal primo luglio.

L'associazione che riunisce diversi assicuratori malattia svizzeri fonda la sua richiesta su uno studio comparativo condotto tra i prezzi elvetici dei prodotti in questione - contenuti nel Elenco dei mezzi e degli apparecchi (EMAp) emanato dall'UFSP - e quelli praticati in Germania, Francia, Olanda, Italia e Austria per prodotti identici.

Non si chiede di proporre ai pazienti prodotti di qualità inferiore, sottolinea santésuisse in una nota odierna, ma di adeguare i prezzi allo standard internazionale: ciò consentirebbe di evitare che costi esagerati gravino sui costi della salute.

Per quanto riguarda i prodotti per l'incontinenza - assorbenti e cateteri - vi è secondo santésuisse un risparmio potenziale di ben 16,9 milioni di franchi all'anno. Una cifra non trascurabile, se si considera che nel 2015 si sono spesi circa 70 milioni per questi strumenti.

Situazione analoga per quanto riguarda gli apparecchi per misurare la glicemia: in questo settore, che nel 2015 era costato 107 milioni di franchi alle casse malattia, si potrebbero risparmiare 13,4 milioni. Anche le tariffe applicate ai respiratori e inalatori in affitto sono eccessive: nel 2015 si erano spesi 10 milioni; costi che secondo santésuisse potrebbero essere ridotti di 3,2 milioni all'anno.

Complessivamente le casse malattia rimborsano ogni anno circa 550 milioni di franchi per mezzi ed apparecchi contenuti nell'elenco EMAp. Il problema, secondo l'associazione, è che gli assicuratori possono rimborsare solo prodotti acquistati in Svizzera.

Commenti
 
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
10 min
Nessun "effetto Greta", gli svizzeri volano in vacanza
Kuoni, Hotelplan, ITS Coop Travel e Knecht Reisen confermano il trend. E sono ancora molto poche le compensazioni di CO2 tramite Myclimate
VIDEO
BERNA
10 min
Il video della tempesta di neve che ha bloccato 200 persone
Venti a 180 chilometri orari. Il racconto di chi si è trovato nella tormenta
SVIZZERA
2 ore
Ex allenatore di Swiss-Ski diventa CEO di un aeroporto
Martin Rufener torna nel mondo dell'aviazione
FOTO
LUCERNA
3 ore
La tettoia finisce sui binari e il treno la centra
L'incidente si è verificato questa mattina a Escholzmatt. La causa potrebbe essere il forte vento che soffiava sulla regione
BERNA
4 ore
In 200 bloccati dalla tempesta di neve
Hanno trascorso la notte in un ristorante di montagna.
GRIGIONI
4 ore
Colpito da un cassero, gravi ferite per un operaio
Il 31enne è rimasto schiacciato sotto un peso di 250 chilogrammi
SVIZZERA
20 ore
Le chat di Whatsapp restano criptate
La Confederazione non intende obbligare i fornitori di servizi di messaggeria a rendere i dati accessibili alle autorità giudiziarie
SVIZZERA
21 ore
Accordo quadro: «Nessuna firma se non si chiariscono i punti in sospeso»
Il Consiglio federale risponde all'interrogazione inoltrata da Marco Chiesa dopo le dichiarazioni dell'ambasciatore Matthiessen
SVIZZERA
23 ore
«Malgrado le opposizioni, il 5G non è a rischio»
Il CEO di Swisscom ritiene di poter coprire entro la fine dell'anno oltre il 90% del Paese con la rete mobile di nuova generazione
SVIZZERA
23 ore
Autopostale: «Vigilanza lacunosa da parte di Berna»
La Commissione della gestione del Consiglio degli Stati punta il dito contro il Consiglio federale: «È evidente che si dovrà aumentare la vigilanza sulle aziende parastatali»
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile