Keystone
ZURIGO
19.04.17 - 07:080

Droghe: registrato un nuovo record per l’Mdma

A Zurigo, un quinto delle pasticche ne contiene 200 mg. Il consultorio: «Mettiamo in guardia i consumatori»

ZURIGO - La cocaina rimane la sostanza che i consumatori di stupefacenti fanno più spesso analizzare al Centro di informazione per le droghe di Zurigo (DIZ): nel 2016 ha rappresentato il 43% degli oltre 2mila campioni testati. Molto più della metà conteneva additivi psicoattivi come il Levamisol. Il medicamento, usato in veterinaria contro i vermi, porta a percepire in maniera più forte l’effetto della cocaina. Il suo consumo regolare può però causare seri danni.

Testati di frequente sono stati anche l’anfetamina (20%) e l’Mdma in polvere o pastiglie (18%). Dal 2011, il DIZ osserva la diffusione di pasticche con dosaggi estremamente alti di quest’ultima sostanza, oltre i 160 mg di Mdma. Tale valore costituisce la dose massima per un uomo del peso di 106 chilogrammi o per una donna di 123: «Questo sviluppo è particolarmente preoccupante soprattutto perché il dosaggio non è indicato sulle pillole», spiega il direttore del settore consulenza giovani “Streetwork”, Christian Kobel. Circa un quinto delle pasticche conteneva ben 200 mg di Mdma: un nuovo record. Dosi elevate possono causare surriscaldamento, disidratazione, sovraccarico cardio-circolatorio e, nella peggiore delle ipotesi, danni cerebrali, disfunzioni a singoli organi e collassi circolatori. «Lo facciamo notare ai consumatori nel corso di colloqui personali e li mettiamo in guardia sulle possibili conseguenze», spiega Kobel.

A Zurigo si è registrato un vero e proprio boom di analisi nel 2016, con 3’050 persone (il 70% delle quali uomini) che hanno chiesto consulenza al DIZ. Il doppio rispetto all’anno precedente. I campioni di analizzati sono stati 2’064 contro i 1’357 del 2015. L’impennata si spiega con la registrazione, per la prima volta, dei dati delle postazioni mobili di analisi: nel corso di otto manifestazioni in cui era sul posto un presidio del DIZ si sono testate 33 sostanze. A contribuire all’aumento delle analisi è stata però anche l’aggiunta di un giorno di apertura in più dello sportello.

L’anno scorso 120 persone si sono dette pronte a intraprendere una terapia dopo i colloqui. «Spesso succede anche che i consumatori lascino le sostanze direttamente da noi perché non sono interessati a droghe sovradosate o inadatte», conclude il direttore.

 

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
TOP NEWS Svizzera
CAPO VERDE
7 ore
Bloccata da 4 mesi a Capo Verde: «Riportatemi in Svizzera»
Una 50enne di Svitto era partita a marzo per due settimane di vacanza e relax. E invece sta vivendo un incubo
TURGOVIA
8 ore
In bici con un tasso del 3,2 per mille
Un ciclista ubriaco è stato protagonista di un incidente questa mattina ad Arbon
FOTO
SVIZZERA
9 ore
Vestiti di nero per dire no al razzismo
Circa 200 persone si sono riunite oggi su Piazza federale.
SVIZZERA
13 ore
Migros richiama i suoi "Tondelli di riso integrale"
È stata riscontrata la presenza di latte. Chi non è allergico può consumarli senza problemi.
SVIZZERA
13 ore
Coronavirus: contagi stabili in Svizzera
Dall'inizio dell'emergenza i casi positivi registrati sono 32'798, mentre i morti restano 1'686
SVIZZERA
14 ore
Temporali e forti venti a nord delle Alpi
Tanta pioggia e grandine nella notte: particolarmente colpito il canton Svitto.
GRIGIONI
15 ore
Bimbo positivo, diciotto in quarantena
Il piccolo stava frequentando un campo di vacanza diurno a Zuoz.
SVIZZERA
16 ore
Credit Suisse, risolta la controversia americana
La seconda banca elvetica pagherà 15.5 milioni di dollari per risolvere la vicenda.
ZURIGO
16 ore
Altro superspreader in discoteca
Diverse persone che hanno trascorso la notte del 27 giugno al Club Jade si sono successivamente ammalate di coronavirus.
SVIZZERA
18 ore
Democrazia digitale: Amnesty & Co. fanno chiarezza su SwissCovid
Diverse ONG hanno unito le forze per informare sul contact tracing attraverso un portale online
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile