Keystone
ARGOVIA
07.04.17 - 10:500

Gli abitanti di Beznau vogliono la chiusura della centrale

Le persone che vivono nei paraggi dell'impianto hanno ricorso al Tribunale amministrativo federale. «I reattori non resisterebbero a un sisma»

AARAU - Delle persone che vivono vicino alla centrale nucleare di Beznau (AG) ricorrono al Tribunale amministrativo federale per chiedere la chiusura dell'impianto. Ritengono che i reattori non resisterebbero a un sisma e che le norme in materia di radiazioni non sono rispettate.

Il ricorso si riferisce a una decisione dell'Ispettorato federale della sicurezza nucleare (IFSN), che il mese scorso aveva stabilito che le procedure di valutazione e di controllo sono rispettate.

Firmata da 15 abitanti di Döttingen (AG) - il comune in cui si trovano i due reattori -, l'opposizione è sostenuta anche dall'organizzazione trinazionale di protezione dall'atomo TRAS e dalla Fondazione svizzera per l'energia SES, indicano oggi le due organizzazioni in una nota.

Gli abitanti si erano rivolti all'autorità di controllo nel 2015, chiedendo la chiusura dei «reattori nucleari commerciali più vecchi al mondo» per violazione delle prassi di autorizzazione. L'IFSN ha in sostanza stabilito che l'impianto può continuare a funzionare perché le soglie di protezione dalle radiazioni attualmente in vigore rispettano le norme applicate nel corso degli anni.

I due reattori di Beznau sono entrati in funzione nel 1969 e nel 1972. Il numero 1 è fermo dal marzo 2015, quando nel corso di una grande revisione sono venute alla luce "irregolarità" nella struttura primaria di contenimento. Dopo una lunga serie di rinvii, Axpo prevede di riattivarlo per il 30 aprile prossimo.

 

TOP NEWS Svizzera
BASILEA
1 ora
Roche rileva l'americana Promedior per 390 milioni di dollari in contanti
Sono previsti anche pagamenti fino a un miliardo di dollari che dipenderanno dai progressi nello sviluppo e nell'approvazione di nuovi farmaci
SVIZZERA
2 ore
Nessun "effetto Greta", gli svizzeri volano in vacanza
Kuoni, Hotelplan, ITS Coop Travel e Knecht Reisen confermano il trend. E sono ancora molto poche le compensazioni di CO2 tramite Myclimate
VIDEO
BERNA
2 ore
Il video della tempesta di neve che ha bloccato 200 persone
Venti a 180 chilometri orari. Il racconto di chi si è trovato nella tormenta
SVIZZERA
4 ore
Ex allenatore di Swiss-Ski diventa CEO di un aeroporto
Martin Rufener torna nel mondo dell'aviazione
FOTO
LUCERNA
5 ore
La tettoia finisce sui binari e il treno la centra
L'incidente si è verificato questa mattina a Escholzmatt. La causa potrebbe essere il forte vento che soffiava sulla regione
BERNA
6 ore
In 200 bloccati dalla tempesta di neve
Hanno trascorso la notte in un ristorante di montagna.
GRIGIONI
7 ore
Colpito da un cassero, gravi ferite per un operaio
Il 31enne è rimasto schiacciato sotto un peso di 250 chilogrammi
SVIZZERA
23 ore
Le chat di Whatsapp restano criptate
La Confederazione non intende obbligare i fornitori di servizi di messaggeria a rendere i dati accessibili alle autorità giudiziarie
SVIZZERA
23 ore
Accordo quadro: «Nessuna firma se non si chiariscono i punti in sospeso»
Il Consiglio federale risponde all'interrogazione inoltrata da Marco Chiesa dopo le dichiarazioni dell'ambasciatore Matthiessen
SVIZZERA
1 gior
«Malgrado le opposizioni, il 5G non è a rischio»
Il CEO di Swisscom ritiene di poter coprire entro la fine dell'anno oltre il 90% del Paese con la rete mobile di nuova generazione
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile