TiPress
BERNA / CANTONE
26.01.17 - 10:200

Test annuale delle sirene: cosa fare in caso di allarme reale?

Oltre 7mila sirene emetteranno il segnale di “allarme generale” alle 13.30 di mercoledì 1° febbraio

BERNA - Le sirene possono salvarci la vita, ma solo se funzionano correttamente e se sappiamo cosa fare quando vengono azionate. Mercoledì 1° febbraio 2017 avrà quindi luogo in tutta la Svizzera la prova annuale delle sirene.

Le catastrofi possono verificarsi in qualsiasi momento senza preavviso, e questo anche in Svizzera. In caso d'evento è fondamentale che le autorità competenti, le organizzazioni di condotta e d'intervento della protezione della popolazione come pure la popolazione coinvolta agiscano in modo rapido e corretto. Affinché ciò sia possibile devono essere disponibili le informazioni più importanti. In questo modo è possibile evitare, o quantomeno limitare, i danni.

A questo scopo la Svizzera dispone di una fitta rete di circa 5'000 sirene fisse e 2'200 sirene mobili che consentono di dare l'allarme alla popolazione in qualsiasi momento. L'Ufficio federale della protezione della popolazione (UFPP) assicura, in collaborazione con i Cantoni, i comuni ed i gestori degli impianti d'accumulazione, l'aggiornamento dei sistemi d'allarme alle esigenze tecniche attuali e il loro funzionamento permanente. Negli ultimi anni tutte le 5'000 sirene fisse sono state pertanto collegate al sistema di telecomando unificato Polyalert. In tal modo è possibile attivarle in modo mirato da un unico centro di comando cantonale, di regola dalla polizia cantonale.

La prova generale - Il 1° febbraio 2017 verrà verificato in tutta la Svizzera il funzionamento delle sirene. Verranno testate sia le sirene utilizzate per dare l'allarme generale, sia quelle per dare l'allarme acqua.

Alle ore 13.30, le sirene emetteranno il segnale di «allarme generale», un suono modulato e regolare della durata di un minuto. Se necessario, sarà possibile ripetere questa prova entro le ore 14.00. Tra le 14.15 e le 15.00, nelle zone contigue a valle degli impianti d'accumulazione verrà emesso il segnale di «allarme acqua»: dodici suoni continui e gravi in sequenze di 20 secondi a intervalli di 10 secondi.

Che cosa fare se l’allarme è reale? - Se il segnale di «allarme generale» suona in un momento diverso da quello previsto per la prova delle sirene, significa che la popolazione potrebbe essere in pericolo. In questo caso i cittadini minacciati devono ascoltare la radio, seguire le istruzioni diramate dalle autorità e informare i vicini.

Il segnale di «allarme acqua» segnala un pericolo imminente per la zona a valle di un impianto d'accumulazione. In questo caso la popolazione viene esortata ad abbandonare immediatamente la zona minacciata. Gli abitanti delle zone a rischio vengono informati preventivamente con promemoria sull'allarme acqua in generale e soprattutto sulle possibili vie di fuga locali.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
29 min
Covid Pass anche per incontri privati con più di dieci persone
La proposta del Governo: Covid pass anche nel privato, mascherina al chiuso, e test rapidi validi solo 24 ore.
SVIZZERA/GERMANIA
56 min
La Svizzera apre ai pazienti tedeschi
Il Baden-Württemberg potrebbe trasferire malati di Covid nel nostro paese. «Situazione drammatica»
SVIZZERA
2 ore
«Il medico non è obbligato a procurarsi il dossier di un paziente»
Il Tribunale federale ha confermato l'assoluzione di un praticante processato per la morte di una paziente
SVIZZERA
3 ore
«La quarantena non ha senso, puntiamo sui test»
Con la diffusione della variante Omicron, in Svizzera sono scattate norme d'ingresso più severe per 23 paesi
SVIZZERA
3 ore
Oltre ottomila casi in Svizzera, 138 i nuovi ricoveri
Si aggrava la situazione ospedaliera: i pazienti Covid occupano ora il 26,5% degli spazi di terapia intensiva.
SVITTO
8 ore
Voci dal villaggio dei super no-vax
«Non bisogna dettare agli altri quello che devono fare», spiega la residente Nicole Bertschart.
VALLESE
8 ore
«La quarantena è un'esagerazione»
Il consigliere di Stato vallesano Christophe Darbellay critica le attuali norme d'ingresso introdotte contro la variante
SVIZZERA
9 ore
I Verdi puntano al Consiglio federale, anche attaccando il seggio PS
Dipende tutto dai risultati delle elezioni federali 2023, come afferma il presidente Balthasar Glättli
SVIZZERA
9 ore
Trasporti al Nazionale, preventivo 2022 agli Stati
Ecco l'odierno programma dei lavori alle Camere federali
Berna
11 ore
Quarantena in vista, prenotazione cancellata
A soffrire particolarmente sono i comprensori sciistici che lamentano una pioggia di soggiorni annullati
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile