TiPress
BERNA
02.11.16 - 11:080

«L'accoglienza e l'istruzione dei giovani migranti è da migliorare»

Nel 2015 il numero di adolescenti non accompagnati è più che raddoppiato: da 1'806 a 4'216

BERNA - La situazione attuale dei giovani migranti non accompagnati presenta ancora diverse lacune in Svizzera. Lo sostiene Rolf Widmer, presidente della Fondazione svizzera del servizio sociale internazionale (SSI) che si occupa proprio di minori che giungono nella Confederazione senza la propria famiglia.

Nel 2015, il numero di adolescenti non accompagnati è più che raddoppiato, stando ai dati della Segreteria di stato della migrazione (SEM): da 1'806 a 4'216. A fine settembre 2016, il fenomeno aveva già raggiunto la nuova cifra record di 5'184.

Alcuni cantoni hanno incontrato difficoltà nel gestire questa ondata migratoria, soprattutto per quel che riguarda scolarizzazione e sistemazione dei giovani profughi.

In un'intervista all'ats, Widmer afferma comunque che da un punto di vista logistico non ci si può lamentare, ma servirebbero più strutture con anche spazi privati: "la situazione non è ottimale", ma la maggioranza dei ragazzi "ha un alloggio e riceve un'istruzione".

Il problema principale risiede nella carenza di accompagnatori, che impedisce ai minori di avere una persona di referenza che possa seguirli individualmente: "Nel canton Turgovia, sono addirittura abbandonati a se stessi durante la notte", denuncia Widmer.

L'inserimento socio-professionale dei giovani richiedenti asilo è un altro aspetto difficoltoso, in quanto, fa notare il presidente della SSI, è difficile formarli e renderli autonomi entro i 18 anni, età in cui i cantoni stimano di non dover più occuparsi di loro. Ciò accade perché la maggior parte di questi migranti arriva fra i 15 e i 17 anni, disponendo dunque di poco tempo per imparare la lingua e intraprendere un percorso professionale.

Per facilitarne l'integrazione, Widmer propone di predisporre una formazione di circa sei mesi, per permettere ai ragazzi di imparare gli aspetti pratici del lavoro al quale sono interessati. Per fare ciò, è però in prima battuta necessario identificare gli interessi e le competenze individuali, in modo da poterle valorizzare, ricorda il presidente del SSI.

La qualità dell'assistenza - osserva Widmer - varia molto di cantone in cantone, a dipendenza delle differenti volontà politiche. Come modelli positivi in materia cita Berna e Vaud. In quest'ultimo cantone, ad esempio, i centri non accolgono più di 40 giovani migranti, che vengono poi suddivisi in piccoli gruppi.

Secondo il presidente della SSI, l'argomento della mancanza di mezzi finanziari non regge in un paese ricco come la Svizzera. "Offrire a questi ragazzi una scrivania per fare i compiti e uno spazio personale è prima di tutto una questione di rispetto", ha concluso.

TOP NEWS Svizzera
FOTO
GRIGIONI
13 min
Il masso sulla Tesla interrompe la vacanza
Brutta disavventura per una coppia diretta in Engadina
GINEVRA
51 min
Gli infermieri chiedono una negoziazione degli orari
Al centro delle loro rivendicazioni vi è una modifica del piano orario che impone una pausa di un'ora a metà giornata
LUCERNA
1 ora
Le opere del lockdown raccolgono 36'300 franchi
Il ricavato degli "schizzi" di solidarietà finirà a una Fondazione che sostiene gli artisti figurativi
SVIZZERA
5 ore
A Zurigo si manifesta contro «la bugia del coronavirus»
Sono circa 500 le persone che si sono riunite per protestare contro il Covid-19 e le misure che ne sono conseguite
SVIZZERA
7 ore
Un secondo lockdown? «Uno scenario terrificante»
Succede in Israele, e nel Regno Unito, cosa deve fare la Svizzera per evitare un secondo confinamento?
SVIZZERA
7 ore
In fiamme sul passo del Julier
Il conducente si è fermato quando ha notato del fumo uscire dal motore dell'auto
SVIZZERA
8 ore
Non ci sarà più uno svizzero a capo dell'OSCE
L'Organizzazione per la sicurezza e la cooperazione in Europa non sarà più guidata da Thomas Greminger
GRIGIONI
9 ore
Ladro ruba la colletta del funerale di un bimbo di 5 anni
L’appello dei genitori: «Se hai un cuore riporta quei soldi, servivano per curare i bambini malati»
SVIZZERA
10 ore
In gita sul Titlis, precipitano in un crepaccio: un morto
Coinvolti tre alpinisti di età compresa tra i 35 e i 37 anni
GIURA
21 ore
Due adolescenti provocano un incendio e fuggono
A Porrentruy è scoppiato un incendio boschivo a causa della negligenza di due adolescenti, tuttora ricercati
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile