SVIZZERA
17.04.16 - 10:090

Riuscita l'iniziativa per multinazionali responsabili

Sono state raccolte oltre 140mila firme

BERNA - L’iniziativa per multinazionali responsabili ha raccolto il numero oltre 140mila firme, ovvero il numero necessario alla sua riuscita. 

A fine aprile 2015, 77 organizzazioni della società civile avevano lanciato un’iniziativa popolare, appena dopo che il Consiglio nazionale aveva rifiutato una mozione in tal senso. L’iniziativa per multinazionali responsabili si ispira alle Linee guida dell’ONU relative alle imprese e ai diritti umani, adottate all’unanimità nel 2011 dal Consiglio dei diritti umani. Il testo chiede che le multinazionali svizzere integrino un obbligo di dovuta diligenza (Mandatory Due Diligence) in materia di diritti umani e d’ambiente nell’insieme delle loro relazioni d’affari. Se una multinazionale non adempie a questo obbligo, sarà chiamata a rispondere dei danni causati all’estero dalle società che controlla.

«Questo dimostra che sono numerosi gli Svizzeri e le Svizzere a volere che le multinazionali rispettino i diritti umani e l’ambiente anche all’estero. Questa esigenza viene di nuovo messa nell’agenda politica», dichiarano gli organizzatori.

Uno studio pubblicato recentemente da Pane per tutti e Sacrificio Quaresimale mette bene in luce i limiti di questo approccio: solo l’11% delle 200 più grandi multinazionali svizzere hanno una politica dei diritti umani che fa riferimento alle Linee guida dell’ONU. Ed oltre il 60% non ha nessuna politica di questo genere. «La responsabilità sociale delle imprese non è uno strumento efficace. Garanzie vincolanti sono più che mai necessarie. Solo queste possono anche proteggere le imprese progressiste contro la concorrenza sleale».

TOP NEWS Svizzera
GINEVRA
6 min
A Ginevra è lotta per il seggio di Maudet
Sono otto i candidati che il prossimo 7 marzo si affronteranno al primo turno. Elezioni anche in Vallese
SVIZZERA
17 min
Uno svizzero sbanca il jackpot di Euromillions
Un singolo vincitore si porta a casa 228 milioni di franchi
SVIZZERA / MAROCCO
27 min
«Non voglio lasciare mia moglie da sola durante il parto»
Per Nino e Amandine, le vacanze da sogno in Marocco si prolungano involontariamente.
NIDVALDO
13 ore
Al doppio del consentito in autostrada, giovane in manette
Il 23enne viaggiava a 160 km/h sull'80. Gli è stato sequestrato il veicolo e ritirata la patente.
SVIZZERA
14 ore
«La mia scelta più dura: chiudere le frontiere»
Il lockdown e la limitazione della libertà l’hanno colpita molto. Accetta le critiche. Fa parte del gioco.
SVIZZERA
15 ore
Finora 95 notifiche "gravi" dopo il vaccino
Sedici i decessi, ma «non sono stati trovati indizi concreti che la vaccinazione sia stata causa della morte»
SVIZZERA
15 ore
Coronavirus, l'immunità varia molto da cantone a cantone
Una persona su quattro nel Vaud ha gli anticorpi, meno di una su dieci a Zurigo
GRIGIONI
17 ore
Bambina salvata dal congelamento a Pontresina
La bimba di 5 anni si era persa nella zona di Muottas Muragl. È stata rintracciata dalla Rega grazie a una termocamera.
BERNA
17 ore
Il 2,5% degli svizzeri è vaccinato
Oltre 200mila persone hanno già ricevuto anche la dose di richiamo.
BERNA
18 ore
In Svizzera 1065 positivi e 8 vittime
L'indice di riproduzione del virus (Re) è di nuovo salito a 1,01.
Copyright ©2021 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile