ZURIGO
04.03.16 - 14:510

Ingaggiato bagnino per rifugiati in piscina zurighese

Numerosi richiedenti l'asilo, che usufruiscono della struttura di Zurigo-Altstetten, non sanno infatti nuotare oppure lo fanno molto male

ZURIGO - La piscina coperta di Zurigo-Altstetten ha assunto un bagnino che si occupa esclusivamente dei rifugiati che risiedono nel centro di accoglienza vicino alla struttura balneare. Numerosi richiedenti l'asilo non sanno infatti nuotare oppure lo fanno molto male.

«Il numero di salvataggi nel fine settimana era aumentato drammaticamente», ha dichiarato oggi il guardiano della piscina Sven Hirt alla radio svizzerotedesca SRF. Alcuni week end ci sono stati più soccorsi di quanti ne avvenivano in passato nell'arco di un anno.

Fino a sette salvataggi al giorno - Il centro di accoglienza gestito dalla Confederazione è situato nello stesso quartiere della piscina. Nel fine settimana i richiedenti l'asilo si recano in gruppo allo stabilimento balneare. Siccome molti non sanno nuotare oppure lo fanno male si sono riscontrati fino a sette salvataggi al giorno durante i week end, ha indicato Hirt.

Il direttore della piscina ha quindi preso contatto con i responsabili del centro d'accoglienza. Insieme, hanno cercato una soluzione al problema e hanno ingaggiato un bagnino appositamente per queste persone.

Formazione - Un abitante, che parla arabo e inglese, è stato formato come bagnino. È così più facile ora evitare che un richiedente che non sa nuotare utilizzi le vasche più profonde.

L'ingaggio del bagnino all'inizio dell'anno porta i suoi frutti: da quando è attivo non vi è stato bisogno di neanche un salvataggio. «Il nostro obbiettivo è stato raggiunto», si è felicitato Hirt.

L'organizzazione AOZ che gestisce il centro della Confederazione si rallegra del successo di questa operazione. Quando il bagnino attuale lascerà la sua funzione l'AOZ cercherà un successore.

TOP NEWS Svizzera
ARGOVIA
1 ora
Strage di Rupperswil, poliziotto nei guai
Un agente condannato per avere trasmesso informazioni confidenziali ai famigliari delle vittime
SVIZZERA
1 ora
Covid, 105 contagi in Svizzera
Positivi al test in frenata domenica. Nessun decesso. I numeri dell'Ufficio federale della salute pubblica
BASILEA
2 ore
Parla l'anziana che ha ucciso Ilias: «Ero disperata»
In aula anche i genitori del bambino. La donna: «Mi pento ogni giorno di quello che ho fatto»
SVIZZERA
3 ore
Gli insegnanti chiedono garanzie
I docenti svizzero-tedeschi e romandi lanciano un appello alle autorità
SVIZZERA
3 ore
«Nessuna ondata di licenziamenti»
Il dirigente della Seco Boris Zürcher è ottimista. «Molte aziende hanno superato bene la crisi»
CANTONE / SVIZZERA
3 ore
Misure efficaci: non c'è stata "l'ondata" di fallimenti
Le cifre del KOF indicano un calo del 21% rispetto allo stesso periodo del 2019. In Ticino i casi si sono dimezzati
SVIZZERA / REGNO UNITO
4 ore
Le grandi aziende svizzere hanno perso 15 miliardi di capitalizzazione
Nel confronto internazionale, però, le aziende rossocrociate se la cavano abbastanza bene
SVIZZERA
4 ore
«Non isoliamo gli anziani a causa del coronavirus»
Un divieto di visita «non è accettabile», secondo il presidente della Società professionale svizzera di geriatria
SVIZZERA
4 ore
Il virus resta nei pensieri di Koch: «Ora temo l'inverno»
Per Daniel Koch le persone si faranno testare meno pensando a una semplice influenza stagionale.
BERNA
4 ore
Un flash mob alla settimana contro la mascherina
L'invito a una protesta sui tram di Berna sta girando sui social. La polizia sta in guardia
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile