Fotolia
SVIZZERA
18.11.15 - 12:300

Avenir Suisse: "Le donne guadagnano meno, ma non sono discriminate"

Negli ultimi 30 anni i salari delle donne sono aumentati più in fretta di quelli degli uomini: i salari reali dal 1982 ad oggi è cresciuto del 50%mentre quelli degli uomini solo del 30%

ZURIGO - Le donne guadagnano meno degli uomini, ma non perché vengono discriminate. Il minor guadagno sarebbe in larga misura determinato da decisioni individuali relative alla carriera e alla scelta della professione, secondo una nuova pubblicazione di Avenir Suisse.

In ampi strati della politica e della società c'è malcontento per il fatto che le donne impiegate nel settore privato guadagnano in media il 19% in meno degli uomini e perché poche di loro assumono cariche dirigenziali, scrive in una nota il laboratorio di riflessione finanziato dalle grandi imprese.

In effetti negli ultimi 30 anni i salari delle donne sono aumentati più in fretta di quelli degli uomini: secondo i dati dell'AVS i salari reali delle donne sono cresciuti del 50% rispetto al 1982, quelli degli uomini soltanto del 30%.

Questa evoluzione è dovuta da una parte alla maggiore esperienza professionale e all'accresciuto livello di formazione delle donne: basti pensare che nelle università svizzere le donne sono ormai in maggioranza.

Secondo Avenir Suisse - che all'argomento delle pari opportunità ha dedicato un volume di una settantina di pagine - i motivi delle differenze salariali sono da ricercare nella tendenza delle donne a scegliere lavori a tempo parziale e nelle basse preferenze date alle professioni tecniche e alle attività che richiedono flessibilità negli orari di lavoro e negli spostamenti.

Il "think tank" dell'economia propone tre misure che aiuterebbero a garantire le pari opportunità in un ottica liberale: dare la possibilità alle donne di venire tassate individualmente, deregolamentare le offerte di presa a carico dei figli e introdurre un congedo parentale flessibile che risponda meglio ai bisogni delle giovani famiglie.

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
paolos 4 anni fa su tio
E CON QUESTO SPERO SI CHIUD LA POLEMICA SULLA DISRIMINAZIONE DELLE DONNE
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Svizzera
FRIBURGO
52 min
Litiga con alcuni giovani e spara con un fucile da caccia
L'uomo di 78 anni, che ha esploso un unico colpo per terra, è stato arrestato dalla polizia. Nessuno è rimasto ferito.
SVIZZERA
57 min
Giovedì 12 marzo? «Il giorno in cui le cose sono davvero cambiate»
Un libro mostra i retroscena della pandemia, e del lockdown, nel nostro paese
GRIGIONI
1 ora
Contro il guardrail in moto, 30enne in ospedale
Il centauro stava viaggiando sul passo dello Julier con un gruppo di altri motociclisti.
SVIZZERA
3 ore
«Ora stiamo usando un bisturi, a marzo ci voleva un'ascia»
Il capo della Task force Covid-19 della Confederazione sostiene la strategia finora adottata da Berna.
SVIZZERA
3 ore
Un salario minimo di 23 franchi all'ora? Si vota a Ginevra
Non solo nazionali: anche a livello cantonale sono previste settimana prossima delle votazioni rilevanti
GIURA
15 ore
Pedone investito da una bici: muore sul posto
L'incidente è avvenuto sabato pomeriggio a Glovelier
FOTO
GRIGIONI
17 ore
Il masso sulla Tesla interrompe la vacanza
Brutta disavventura per una coppia diretta in Engadina
GINEVRA
18 ore
Gli infermieri chiedono una negoziazione degli orari
Al centro delle loro rivendicazioni vi è una modifica del piano orario che impone una pausa di un'ora a metà giornata
LUCERNA
19 ore
Le opere del lockdown raccolgono 36'300 franchi
Il ricavato degli "schizzi" di solidarietà finirà a una Fondazione che sostiene gli artisti figurativi
SVIZZERA
22 ore
A Zurigo si manifesta contro «la bugia del coronavirus»
Sono circa 500 le persone che si sono riunite per protestare contro il Covid-19 e le misure che ne sono conseguite
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile