SVIZZERA
28.01.15 - 14:180
Aggiornamento : 10.01.18 - 10:20

Nel primo pomeriggio il rischio d'incidenti sugli sci aumenta

Le cause sarebbero da attribuire al sovraffollamento delle piste, spiega la SUVA

LUCERNA - Il maggior numero di incidenti sulle piste da sci svizzere, uno su quattro, accade verso le 14:30. Lo indica l'Istituto nazionale svizzero di assicurazione contro gli infortuni (SUVA) in un comunicato odierno, che presenta i risultati di un'analisi statistica dei dati sui sinistri notificati. Le cause sarebbero da attribuire al sovraffollamento, si legge.

Anche la fine di mattinata si rivela più pericolosa della media sull'insieme della giornata: il 16% degli incidenti di sci o snowboard avviene infatti attorno alle 10:30, mentre un'ora prima il tasso ammonta a meno del 7%. Gli assicuratori puntano il dito ancora una volta sulla densità di persone presenti sulle piste ma anche sui "primi segni di affaticamento che si manifestano in chi si è alzato molto presto il mattino".

Tuttavia continua ad esserci poca consapevolezza dei rischi: "Pochi sportivi sanno che alla velocità di 50 km/h lo spazio di reazione è di quasi 12 metri", sottolinea Samuli Aegerter, responsabile della campagna che la SUVA dedica agli sport sulla neve, citato nella nota. È importante quindi adeguare lo stile di sciata alla condizione fisica e alle capacità individuali.

Come ogni anno, la SUVA è presente sulle piste. Nelle prossime settimane organizza una serie di eventi in differenti località sciistiche per mettere in guardia sui rischi. Il maggior assicuratore infortuni in Svizzera propone anche alcuni moduli specifici per aziende nel corso dei quali i partecipanti possono ad esempio misurare la loro velocità.

Ats

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
TOP NEWS Svizzera
SVIZZERA
2 ore
Swiss parla il Ceo: «La ripresa è più dura del previsto»
Il 2020 per la compagnia elvetica «sarà una grande sfida», per ora le prenotazioni sono il 20% del normale
LIBANO / SVIZZERA
2 ore
«Sembra che da qui sia passata la guerra»
La 26enne svizzera Souraya Khaled vive vicino al porto di Beirut. Ecco come ha vissuto l'esplosione.
SVIZZERA
3 ore
Mancano macchinisti, le FFS sopprimono alcuni treni
La crisi del coronavirus ha ulteriormente messo in difficoltà le Ferrovie federali.
SVIZZERA
4 ore
«Il virus sta aumentando». Spagna nella lista nera. A rischio le donne incinte
Dalla decisione sono al momento escluse le Isole Baleari e le Isole Canarie
SVIZZERA
5 ore
Chi torna dalla Spagna dovrà mettersi in quarantena
Chiunque rientrerà dal Paese iberico dovrà annunciarsi alle autorità cantonali.
SVIZZERA
6 ore
Altri 181 casi e un ricovero, ma nessun decesso
Il totale dei contagi dall'inizio dell'emergenza sale a 35'927. I decessi sono 1'706.
SVIZZERA
6 ore
«Molti hanno problemi respiratori anche dopo essere stati dimessi»
L'ospedale di Friburgo ha analizzato i dati dei pazienti ospedalizzati con un'infezione da Sars-CoV2 tra marzo e aprile.
SVIZZERA
7 ore
Migliorano le stime del PIL svizzero
Il KOF prevede ora una flessione leggermente meno marcata di quanto precedentemente ipotizzato.
SVIZZERA
8 ore
«La crisi ha mostrato l'importanza della libera circolazione»
Per l'Usam un sì all'iniziativa "per un'immigrazione moderata" affosserebbe le PMI elvetiche.
SVIZZERA
10 ore
Vaccino, accordo più vicino: «Questione di ore»
La Svizzera sta per concludere un contratto d'acquisto per la fornitura del farmaco che viene sviluppato da Moderna.
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile