VAUD
19.10.14 - 17:460
Aggiornamento : 10.01.18 - 10:20

Il Politecnico di Losanna è pronto a limitare il numero di studenti stranieri

Se il numero di studenti continua a crescere "il numerus clausus per gli studenti stranieri è probabilmente inevitabile", spiega Patrick Aebischer, presidente dell'EPFL

LOSANNA - Il Politecnico federale di Losanna (EPFL) è pronto, se la situazione lo richiede, a prevedere un numero chiuso per limitare il numero di studenti stranieri e questo dal primo anno di bachelor. Il Consiglio dei Politecnici federali si è rivolto in proposito al Dipartimento federale dell'economia, della formazione e della ricerca (DEFR).

Se il numero di studenti continua a crescere "il numerus clausus per gli studenti stranieri è probabilmente inevitabile", secondo Patrick Aebischer, presidente dell'EPFL citato oggi dalla "Schweiz am Sonntag", le cui affermazioni sono state confermate da Madeleine von Holzen, portavoce dell'Ateneo.

L'EPFL - secondo quanto indicato - può accogliere tra i 10'000 e i 12'000 universitari. Con attualmente un po' meno di 10'000 studenti, "siamo vicini al limite di capacità del nostro campus, per ragioni geografiche, di infrastrutture e perché vogliamo mantenere la qualità delle condizioni di studio", ha indicato la portavoce.

La riforma di Bologna e l'accresciuta mobilità degli studenti, così come il potere attrattivo dei Politecnici federali, ben valutati a livello internazionale, sono le principali ragioni della regolare crescita del numero di iscritti negli ultimi anni, ha detto Madeleine von Holzen.

L'EPFL ha d'altra parte già preso delle misure: "Da quest'anno abbiamo aumentato le esigenze per i detentori di un certificato di studi secondari superiori europei", ha precisato la portavoce. I candidati al bachelor devono ormai presentare un risultato minimo di 16 su 20 alla maturità. Con tale disposizione si è già avuta una riduzione del numero di studenti, ha sottolineato.

In questo contesto anche il Consiglio dei Politecnici federali ha deciso di agire e chiede al DEFR di adattare la legge sui politecnici, la cui revisione è attesa per il 2016.

La legge attuale offre la possibilità alle alte scuole, su decisione del Consiglio dei Politecnici federali, di limitare il numero di studenti stranieri al ciclo di studi master o a un semestre successivo al ciclo di bachelor. Una misura che finora Losanna e Zurigo non hanno mai adottato.

Il progetto trasmesso alla Confederazione mira a inserire un nuovo mezzo "allo scopo di offrire la possibilità ai Politecnici di introdurre un limite di ammissione per gli studenti stranieri a partire dal primo anno del ciclo di bachelor, qualora problemi di capacità lo rendano necessario", si legge in un comunicato del Consiglio dei Politecnici federali pubblicato in settembre.

Se la misura sarà sancita dalla legge, il che non dovrebbe avvenire prima del 2017 al più presto, in caso di bisogno l'EPLF è pronto a utilizzarlo. A livello internazionale numerose alte scuole lo fanno già, ha tenuto a precisare la portavoce dell'EPFL.

Contattato dall'ats il Politecnico federale di Zurigo (ETH) ha dichiarato: "al momento non vogliamo limitare l'accesso degli studenti stranieri alla nostra scuola".

TOP NEWS Svizzera
BASILEA /THAILANDIA
5 ore

Pedofilo basilese viene graziato dal Re thailandese e si volatilizza

L'uomo era stato condannato a 5 anni e 11 mesi di carcere. Ma la grazia ricevuta nel Paese asiatico, in cui vive da 20 anni, non è valida in Svizzera

GRIGIONI
7 ore

Tragico incidente: muore motociclista 19enne "con la L"

Il ragazzo è caduto mentre affrontava una curva, andando a schiantarsi con violenza contro la barriera di sicurezza

TURGOVIA
8 ore

Si scontra con il furgone e muore

La vittima è un 87enne. Avrebbe svoltato su una strada laterale senza dare la precedenza

SVIZZERA
11 ore

Giallo sulle cellule staminali sparite a Ginevra

Migliaia di campioni di tessuto e di sangue del cordone ombelicale sembrano essere scomparsi. Sul caso indaga l'Ufficio federale della sanità pubblica

FRIBURGO
12 ore

Si addormenta al volante provocando una carambola e due feriti

Una donna di 71 anni si è scontrata contro un veicolo dell'assistenza stradale che si trovava sulla corsia d'emergenza per prestare soccorso ad un'auto in panne.

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile