ENERGY CHALLENGE
25.09.19 - 10:130

Come mettere ordine in frigorifero

Se gli alimenti vengono conservati in modo corretto, rimangono freschi più a lungo. Ecco qualche consiglio per sfruttare al meglio i differenti ripiani del frigorifero

Oltre 4,4 milioni di frigoriferi mantengono al fresco gli alimenti nelle abitazioni svizzere. Congelatori e frigoriferi consumano in totale ben 1100 milioni di chilowattora di elettricità all’anno. Nonostante le innumerevoli possibilità per congelare e conservare ogni genere di piatto, ogni anno nel nostro Paese circa due milioni di tonnellate di alimenti ancora commestibili finiscono nella spazzatura. Nei Paesi industrializzati come la Svizzera, una buona metà dello spreco alimentare è causato dal consumatore finale.

Ecco qualche consiglio per conservare gli alimenti in frigorifero in modo corretto e quindi mantenerli freschi più a lungo.

Porta del frigorifero: nella parte alta del frigorifero le temperature sono più elevate e si riducono man mano che si scende. Gli alimenti che non si deteriorano velocemente possono essere quindi conservati negli scaffali alti della porta del frigorifero. È il posto ideale ad esempio per le uova mentre gli scaffali inferiori sono ideali per le bevande. Ketchup e senape andrebbero invece conservate negli scaffali centrali.

Parte alta: I prodotti che vanno conservati tra cinque e otto gradi possono tranquillamente essere posti sui ripiani superiori del frigorifero. Tra questi troviamo ad esempio i pasti già cotti, le zuppe, i vasetti di conserve aperti, i sughi e le marmellate. Se dalla grigliata di ieri è avanzata della carne, la parte superiore del frigorifero è il posto perfetto per conservarla. Non è invece abbastanza freddo per conservare la carne cruda. I cibi cotti e gli avanzi dovrebbero essere conservati in contenitori per alimenti chiusi poiché in caso contrario potrebbero diffondersi batteri in frigorifero. Gli avanzi ancora caldi non dovrebbero mai essere messi in frigorifero. Gli alimenti congelati possono invece essere messi a scongelare in un qualsiasi ripiano del frigorifero: quest’ultimo approfitta così del freddo rilasciato e consuma meno energia.

Parte centrale: la parte centrale del frigorifero, grazie alla temperatura di circa cinque gradi, è il posto ideale per conservare i prodotti caseari come yogurt, formaggi, panna e latte fresco.

Parte inferiore: nella parte inferiore, proprio sopra i cassetti delle verdure, la temperatura è più bassa. L’ultimo ripiano di vetro del frigorifero è quindi perfetto per conservare quei cibi che deperiscono velocemente come pesce, carne, wurstel e prosciutto.

Cassetti: grazie alla temperatura di 8-10 gradi e alla buona ventilazione, i cassetti del frigorifero sono perfetti per conservare frutta e verdura. Carote, insalata e funghi rimangono freschi e croccanti più a lungo. Tuttavia, non tutte le varietà di frutta e verdura sono adatte alla conservazione in frigorifero. Mele, pere, cetrioli e pomodori ad esempio non devono essere conservati a temperature troppo ridotte perché rischiano di perdere tutto il loro sapore. Meglio trovare un angolino in cucina asciutto e al riparo dalla luce.

Etichetta energetica
Se si acquista un frigorifero o un congelatore è sempre consigliato prestare attenzione all’etichetta energetica. Questa permette di verificare il consumo di energia, l’efficienza energetica, il volume utile complessivo e il livello di rumorosità. A partire dal 2013, in Svizzera possono essere venduti solo frigoriferi e congelatori che raggiungono almeno la classe energetica A++. Il consumo energetico di questi apparecchi è in costante diminuzione da molti anni. Grazie soprattutto all’isolamento significativamente migliore, è stato possibile ridurre il consumo energetico dei nuovi apparecchi anche dell’80 per cento. Grazie a compressori regolabili e a pannelli isolati sottovuoto, in futuro sarà possibile garantire un risparmio ancora maggiore. Un apparecchio recente di classe di efficienza A+++ che combina frigorifero e congelatore necessita di 140 chilowattora all’anno mentre un apparecchio di pessima qualità di classe C degli anni ’90 consuma 600 chilowattora. Un apparecchio A+++ consuma il 60 per cento in meno rispetto a uno di classe A.

Commenti
 
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile