FORMULA 1
27.10.13 - 12:110
Aggiornamento : 07.11.14 - 05:32

Vettel vince e cala il poker, è campione del mondo

Vincendo in India il tedesco della Red Bull ha vinto per la quarta volta consecutiva il Mondiale di Formula 1

GREATER NOIDA (India) - Nessuno come lui: Sebastian Vettel è campione del mondo di Formula 1 per la quarta volta consecutiva a soli 26 anni. Il tedesco della Red Bull ha festeggiato nel miglior modo possibile il poker iridato vincendo anche il Gran Premio d’India. Numeri impressionati per Seb che ha vinto la decima gara della stagione, la sesta di fila portandosi a quota 36 successi e 59 podi in F1: un dominio da 4 anni a questa parte come solo Fangio e Schumacher erano riusciti a fare. Al pari della Red Bull che si è portata a casa l’ennesimo titolo costruttori. In India ci ha provato Webber almeno a interrompere la serie di vittorie 2013 di Vettel ma la sua Red Bull, solo la sua, lo ha abbandonato ancora una volta mentre era secondo con una strategia diversa dal compagno. A podio finiscono Nico Rosberg con la Mercedes e uno straordinario Romain Grosjean capace con la Lotus di risalire dal 17simo al terzo posto. La gara di Alonso, con strategia interessante, si è infranta con la rottura del musetto al primo giro.

La corsa - La gara “strategica” di Alonso finisce già dopo la prima curva. Mentre Vettel parte bene tenendo a bada le due Mercedes, la Ferrari dello spagnolo incoccia con Webber reduce da un’altra toccata con Raikkonen: muso rotto, pit stop per la rossa e Fernando che riparte dall’ultimo posto. Durano poco, solo 2 giri, anche le morbide di Vettel costretto subito ai box dal blistering sulla sua Red Bull (rientra 15°) lasciando spazio a Massa autore di una grande partenza con doppio sorpasso ad Hamilton e Rosberg. Il brasiliano e le Mercedes si fermano tra l’8° e 9° giro rientrando alle spalle di Vettel in risalita a suon di giri veloci fino al terzo posto, Webber resta in pista con le medie ed in testa. Jump start per Gutierrez che rovina la sua corsa con un drive through. Al 21° giro Vettel passa anche Perez e si mette all’inseguimento del compagno di marca distante 12”. Alle spalle dei primi tre Ricciardo e Sutil che non si sono ancora fermati, come Webber e Perez, precedeono Massa insidiato da Rosberg ed Hamilton.

Webber e Perez si fermano al 29° giro e montano le morbide. Si fermano anche Vettel, le Massa e le due Mercedes per mettere ancora le medie e non fermarsi più. Le soft di Webber durano lo spazio di 4 giri ed è di nuovo pit stop per l’australiano che rientra a 12” da Vettel sempre più lanciato verso la vittoria della gara e del Mondiale. Ma per l’altra Red Bull, quella sfortunata, arriva l’ennesima tegola di questa stagione: a Webber dai box chiedono di fermare la propria corsa per un problema all’alternatore, è l’ennesimo ritiro.

Mentre Vettel prepara lo champagne iridato si scatena la lotta per il podio tra le due Lotus, le due Mercedes e Massa. Rosberg è velocissimo nel finale e passa Raikkonen per il 2° posto. Prodigiosa rimonta di Grosjean che partito 17° risale fino al quarto posto, con oltre 40 giri sulle stesse gomme, con ciliegina sulla torta finale col sorpasso al compagno finlandese per il podio al termine di una acerrima battaglia. (ITM/RED)

Quanto ne sai di hockey? Sfida i tuoi amici a l'Azzeccahockey

SPORT: Risultati e classifiche

Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
FORMULA 1
18 min
Guerra fredda in Ferrari: Vettel ignora Binotto
Intanto è sempre più vicino l’accordo con l’Aston Martin per il 2021.
SUPER LEAGUE
4 ore
«Ora c'è un po' di delusione, ma ci davano già per spacciati»
Simone Rapp affila gli artigli per lo spareggio: «Inutile piangersi addosso: dobbiamo dimostrare di essere più forti».
L’OSPITE - ARNO ROSSINI
8 ore
Eurocrucci e sorprese: i graffi di Conte e il Basilea
Tra grandi favorite e possibili outsider, l’Europa League torna a incantare.
TENNIS
18 ore
Nadal rinuncia agli US Open: «Casi di Covid ovunque, meglio non viaggiare»
La defezione del mancino di Manacor va ad aggiungersi a quella di altri campioni come Roger Federer e Stan Wawrinka
PREMIER LEAGUE
21 ore
Minacce zittite e accuse respinte: che rivincita per l’odiatissimo Granit
Per settimane parso sul piede di partenza, il centrocampista è tornato a essere un punto fermo dei Gunners.
FORMULA 1
1 gior
Calvario Vettel e dubbi su Leclerc: Marko getta benzina sul fuoco
Parole sibilline del dirigente della Red Bull, che punzecchia la Rossa: «Leclerc ha trovato velocità, Seb no...»
ATLETICA
1 gior
Atleti e gare: il Galà dei Castelli è ricco
Nonostante le limitazioni, la kermesse ticinese è pronta a entusiasmare
HCL
1 gior
«Cerchiamo un difensore straniero che abbia una certa spinta offensiva»
Serge Pelletier è carico: «I quattro giovani della rosa? Ci aspettiamo che portino tanto entusiasmo in pista»
SUPER LEAGUE
1 gior
Tramezzani, missione compiuta: il Sion si salva all'ultimo respiro
La formazione vallesana ha espugnato il campo del Servette 2-1. Nello stesso tempo Zurigo-Thun è finita 3-3
HCAP
1 gior
Nättinen, D'Ago & Co: Ambrì in pista con entusiasmo
I biancoblù sono tornati sul ghiaccio agli ordini di coach Cereda
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile