Berna
0
Losanna
0
1. tempo
(0-0)
Bienne
0
Ginevra
0
1. tempo
(0-0)
Davos
2
Friborgo
0
1. tempo
(2-0)
Lakers
1
Zurigo
0
1. tempo
(1-0)
Lugano
0
Langnau
0
1. tempo
(0-0)
Zugo
0
Ambrì
0
1. tempo
(0-0)
Berna
LNA
0 - 0
1. tempo
0-0
Losanna
0-0
Ultimo aggiornamento: 17.01.2020 19:51
Bienne
LNA
0 - 0
1. tempo
0-0
Ginevra
0-0
Ultimo aggiornamento: 17.01.2020 19:51
Davos
LNA
2 - 0
1. tempo
2-0
Friborgo
2-0
1-0 DU BOIS
1'
 
 
2-0
3'
 
 
1' 1-0 DU BOIS
3' 2-0
Ultimo aggiornamento: 17.01.2020 19:51
Lakers
LNA
1 - 0
1. tempo
1-0
Zurigo
1-0
1-0 ROWE
1'
 
 
1' 1-0 ROWE
Ultimo aggiornamento: 17.01.2020 19:51
Lugano
LNA
0 - 0
1. tempo
0-0
Langnau
0-0
Ultimo aggiornamento: 17.01.2020 19:51
Zugo
LNA
0 - 0
1. tempo
0-0
Ambrì
0-0
Ultimo aggiornamento: 17.01.2020 19:51
Keystone. archivio
MOTO GP
08.12.19 - 08:000
Aggiornamento : 11:54

«Lorenzo era duro con tutti. Valentino Rossi? Stava per lasciarci»

Lin Jarvis ha parlato dei suoi due pupilli dei tempi d'oro: «Necessitavamo di qualcuno con un talento straordinario e l'istinto assassino»

LONDRA (GB) - Il Managing Director della Yamaha - Lin Jarvis - ha parlato dell'epoca d'oro della sua scuderia, quando in sella alle due MotoGP c'erano Valentino Rossi e Jorge Lorenzo. I due piloti hanno contribuito alla vittoria di ben sette titoli nella classe regina.

Ricordiamo che in Yamaha il Dottore ha vinto 46 gare e quattro campionati del mondo (2004, 2005, 2008 e 2009), mentre dal canto suo lo spagnolo ha fermato i suoi successi a quota 44, più tre titoli (2010, 2012 e 2015). «Lorenzo? Era un grande campione, testardo, duro con i suoi avversari e con sé stesso», ha raccontato Jarvis a "Motogp.com". «Valentino? Ricordo che aveva preso seriamente in considerazione la possibilità di passare allo sport automobilistico e stava per lasciarci».

Lorenzo arrivò in Yamaha nel 2008 dopo aver vinto due Mondiali nella categoria 250cc... «Abbiamo ingaggiato un pilota che potesse seguire le orme di Rossi, ma non era per niente semplice. Necessitavamo di qualcuno con un talento straordinario e l'istinto assassino. Era questo che ci aveva colpito di lui(...). Sembrava inarrestabile, ma il grave incidente in Cina dove si ruppe entrambe le caviglie lo rallentò. Jorge non si arrese: arrivò secondo nel 2009 e salì sul tetto del mondo l'anno successivo, ci sono stati tanti duelli dentro e fuori dalla pista con Valentino Rossi. La convivenza in Yamaha? Non è stato facile, il compagno di squadra era il più grande rivale con cui abbiamo dovuto misurarci ogni giorno per tanti anni. Ho imparato molto durante quegli anni e penso anche Jorge e Valentino(...)».

Keystone. archivio
Guarda le 4 immagini
Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Sport
FORMULA 1
1 ora
Alonso critica Hamilton: «Il suo stile di vita? Con un'auto normale...»
Lo spagnolo è convinto che gran parte del merito dei successi del britannico (e di Schumacher) sia da attribuire alla monoposto
NATIONAL LEAGUE
3 ore
Carica su Bertaggia: quattro giornate a Rod
L'attaccante del Ginevra si era reso protagonista di una pericolosa carica ai danni del bianconero
CALCIO
4 ore
Derdiyok sceglie l'Uzbekistan
L'attaccante elvetico, accostato anche al Lugano, ha firmato per il Pachtakor Tashkent
SCI ALPINO
5 ore
Pinturault sfiora la rimonta: la combinata di Wengen va a un super Mayer
Il francese si avvicina all'austriaco, ma alla fine è dietro di sette centesimi
SWISS LEAGUE
8 ore
«Razzi a Lugano? Sarà speciale trovarmi dietro la transenna»
Sébastien Reuille, assistant coach dei Rockets, lancia la sfida contro i GCK Lions: «È una partita da non sbagliare, ci servono punti: l'obiettivo è lasciare l'ultimo posto. Squires? Valore aggiunto»
HCL
10 ore
Simulazione di Lammer: multato
L'attaccante bianconero ha ricevuto un'ammenda di 2'000 franchi, l'episodio è avvenuto sabato scorso a Davos
NATIONAL LEAGUE
11 ore
Pelletier e Cereda cercano conferme
Il Lugano affronterà Langnau e Zurigo, mentre l'Ambrì Zugo e Bienne
SCI ALPINO
12 ore
Sul Lauberhorn i rossocrociati nutrono grandi ambizioni
A Wengen si disputano questo fine settimane tre gare in campo maschile. Fra le donne si gareggia invece al Sestrière
MOTOMONDIALE
20 ore
Agostini "contro" Rossi: «Con il 46 ho vinto prima io...»
Il campione di tutti i tempi ha svelato alcuni aneddoti riguardanti la sua carriera
SERIE A
1 gior
«Ronaldo? È straordinario: contro la Roma ha corso 1100m a più di 22km/h...»
L'allenatore della Juventus Maurizio Sarri ha elogiato il proprio campione che ha finora realizzato 14 reti in 16 partite
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile