keystone-sda.ch/STF (DIEGO AZUBEL)
+ 20
FORMULA 1
09.10.19 - 16:000
Aggiornamento : 23:21

«Vettel è una macchina da guerra in crisi e Leclerc non lo aiuta»

Vitantonio Liuzzi ha provato a spiegare l'involuzione del tedesco della Ferrari: «È sempre stato bravo a far stare tutti dalla sua parte; la maturazione di Charles lo ha sorpreso»

SUZUKA (Giappone) – Comprimario di spessore prima, giudice di gara ora. Le giornate di Vitantonio Liuzzi, che ha provato con alterne fortune un po' tutte le categorie delle competizioni a quattro ruote, hanno ancora la Formula 1 come centro nevralgico. Del circus il 38enne ha visto tutto e conosce tutti; sa quindi come muoversi. Sa quindi cosa attendersi.

E, parlando di Ferrari, si attende che la situazione di Vettel diventi sempre più difficile.

«Oltre a essere un grande pilota, Sebastian era una sorta di macchina da guerra per la sua mentalità e per come ha approcciato al paddock - ha spiegato l'italiano - Fin dall'inizio aveva ben chiaro qual era il suo obiettivo, il suo traguardo. Ora però è un uomo, che vive una situazione difficile perché spiazzato dalle nuove leve. E tra queste metto Leclerc e Verstappen. Vettel è sempre stato bravo a far stare tutti dalla sua parte; la maturazione di Charles, veloce e imprevista, lo ha però sorpreso. E così ha iniziato a sentirsi franare il terreno sotto ai piedi e ha cominciato a fare una grande fatica per tornare a essere il pilota che è sempre stato. Leclerc insomma non lo sta aiutando. Seb non era inoltre già al top: doveva ancora un po' ritrovarsi, dato che fin dal 2018 era entrato in una fase negativa».

keystone-sda.ch/STF (Luca Bruno)
Guarda tutte le 24 immagini
Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Sport
SERIE A
1 ora
Gattuso punta uno svizzero, 15'000'000 sul piatto
Il 41enne mister vorrebbe portare a Napoli Ricardo Rodriguez, titolarissimo con lui nel Milan
NAZIONALE
2 ore
Svizzera esagerata, Russia umiliata 8-2
Bella prova per la selezione di Patrick Fischer, in trionfo nel NaturEnergie Challenge vincendo comodamente la finale. Quattro gol per Loeffel
SUPER LEAGUE
4 ore
«Soldi attesi entro il 6 dicembre. Oggi quanti ne abbiamo?»
Renzetti ha (quasi) perso la pazienza: «Se a metà della prossima settimana il capitale non sarà arrivato, allora chiuderò questa questione»
FORMULA 1
7 ore
«La Ferrari bara? Non ascolto Verstappen, ma avevamo gli ispettori FIA ovunque»
Louis Camilleri, ad del Cavallino, punge il pilota olandese: «Le dichiarazioni bomba non ti portano lontano. Perché dargli credibilità quando siamo in Ferrari?»
HCL
10 ore
«McIntyre? Me lo aspetto voglioso di dimostrare che è ancora valido»
Hnat Domenichelli, GM del Lugano, ha commentato l'ingaggio dell'attaccante canadese: «Felici di questa soluzione. 3+1? Ora, l'unica cosa che conta, sono i punti»
HCL
13 ore
McIntyre è del Lugano
L'attaccante canadese, liberato ieri dallo Zugo, si è legato ai bianconeri fino al termine della stagione
NATIONAL LEAGUE
15 ore
«Arcobello parla un ottimo italiano...»
Inti Pestoni, out da fine ottobre per infortunio, è prossimo al rientro. «Berna in crisi? Alcuni cambiamenti hanno portato una ventata di ottimismo. Ambrì? La classifica non dice la verità»
SUPER LEAGUE
17 ore
Lugano e Chiasso, lingua di fuori
Stanchi dopo la fatica europea, in campionato i bianconeri ospiteranno l'YB. Fiacchi e distratti, i rossoblù andranno a far visita all'Aarau
NAZIONALE
1 gior
Svizzera troppo forte per la Norvegia
Secco 5-0 elvetico a Visp, reti di Moser (doppietta), Rod, Furrer e Andrighetto
EUROPA LEAGUE
1 gior
Lugano: è un'uscita di scena con beffa
In avanti 1-0 fino al 94' - grazie al punto di Aratore al 45' - i bianconeri hanno gettato alle ortiche la possibilità di salutare l'Europa con un successo
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile