Zugo Academy
0
Visp
3
3. tempo
(0-2 : 0-1 : 0-0)
Zugo Academy
LNB
0 - 3
3. tempo
0-2
0-1
0-0
Visp
0-2
0-1
0-0
 
 
4'
0-1 NATER
 
 
20'
0-2 RANOV
 
 
24'
0-3 NATER
NATER 0-1 4'
RANOV 0-2 20'
NATER 0-3 24'
Ultimo aggiornamento: 17.10.2019 21:15
+ 14
AUTOCROSS
13.08.19 - 10:000
Aggiornamento : 15:05

L'unico ticinese in gara sale (ancora) sul tetto svizzero e ora vuole... l'Europa!

Roby Ginevri si è laureato per la seconda volta - dopo il 2017 - campione nazionale di autocross e adesso vuole vincere anche il campionato Tre Nazioni: «L'obiettivo? Non mollare...»

GRANCIA - Roby Ginevri si è laureato ancora una volta campione svizzero di Autocross. Dopo essersi imposto nel 2017, il 41enne di Grancia - che è l'unico pilota ticinese a praticare questo sport - ha infatti avuto il merito di ripetersi anche nel 2019 nella categoria "kart cross/buggy".

La particolarità di questo successo sta nel fatto che Ginevri - dopo essere salito due anni fa sul tetto nazionale - aveva deciso di vendere la sua vettura e di non gareggiare più nel 2018. «Da troppi anni ero l'unico rappresentante del Canton Ticino ed ero un po' demoralizzato, per questo motivo avevo deciso di abbandonare le gare», è intervenuto proprio il 41enne di Grancia. «Avevo vinto, ma mi era comunque passata un po' la voglia di "faticare" da solo, per cui ho deciso di vendere la mia monoposto».

Come mai hai cambiato idea? «Quando alla fine del 2017 sono stato premiato dall'associazione svizzera di autocross il presidente, che aveva intuito le mie intenzioni di voler lasciare, mi ha fatto una proposta interessante. Essendo l'unico ticinese a correre in Svizzera ed essendo oltretutto meccanico di professione, mi ha offerto un incarico come verificatore tecnico dell'associazione. Il compito era quello di controllare prima di ogni gara la conformità di ogni auto, le regole di sicurezza e le eventuali modifiche. Per me è stato un onore e ovviamente ho accettato. Questo mi ha inoltre fatto capire che il mio desiderio era continuare a correre».

Quindi nel 2018 ti sei preso un anno sabbatico? «Praticamente si, avevo venduto la mia vettura e quindi non potevo più gareggiare nella stessa categoria. Ho deciso di correre più che altro per divertimento nella "Classe 1" con la macchina di mio fratello, ma non era la stessa cosa. Le automobili avevano molti meno cavalli e molto più peso, mentre io ero abituato a correre con un'auto con prestazioni più alte. Così, a metà stagione ho deciso che nel 2019 sarei tornato a gareggiare con un "kart cross": ho comandato una vettura, l'ho preparata a puntino per essere pronta in tempo per l'inizio del campionato e ho vinto. Inoltre devo proprio dirlo: il gruppo stava iniziando a mancarmi».

Ricordiamo che sono più di 150 i piloti che praticano questa disciplina a livello nazionale e sono suddivisi in 12 categorie. Il campionato si svolge su tre weekend di corse e si disputano in totale nove gare (tre per circuito): Bure, Hoch-Ybrig e Maggiora, in Italia. «Quest'anno la stagione è iniziata male e nei primi tre appuntamenti a Maggiora non ho ottenuto dei grandi risultati, dopodiché ho vinto cinque gare delle sei restanti a Bure e Hoch-Ybrig. Non me l'aspettavo perché prima dell'ultima gara ero in quinta posizione generale. Obiettivi? Non mollare, anche perché sono in corsa per vincere la Coppa Tre Nazioni. Questo campionato "semi" europeo - composto da otto gare - raggruppa piloti provenienti principalmente da Svizzera, Francia e Germania, ma anche da Spagna, Austria e Belgio. Conosco bene tutti i circuiti e posso farcela, anche perché attualmente dopo tre gare sono primo in classifica con 18 punti di vantaggio sul secondo. Ricordo che se qualcuno ha voglia di buttarsi in questo mondo sono disponibile».

In allegato un video di Ginevri in piena gara in cui si può ammirare la sua supremazia.

Il sito ufficiale del campionato svizzero di Autocross: www.autocrossverband.ch

 

Guarda tutte le 18 immagini
2 anni fa Roby Ginevri: «Se hai un sogno trovi soluzioni, non scuse...»
2 anni fa Il campione svizzero è ticinese: «Mi sono buttato da solo e ce l'ho fatta... chi mi segue?»
Commenti
 
Swiss Motorsport and Transportation Federation 2 mesi fa su fb
Complimenti al nostro sostenitore Roby Ginevri! Sarebbe bello se le Persone si informassero di più su questa Categoria del Motorsport!
gmogi 2 mesi fa su tio
Forza Roby!!
La Titti 2 mesi fa su fb
Bravo Roby 👏🏻👍🏻
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Sport
TORINO
23 min

Acquafresca, bordate a Constantin: «Un anno a chiedere colloqui senza mai avere risposta»

Desaparecido biancorosso, l'attaccante italiano ha criticato il Sion: «Il comportamento che hanno avuto nei miei confronti è stato incredibile»

PREMIER LEAGUE
2 ore

«Ho sofferto e giocato scalzo, meglio aiutare che avere 10 Ferrari»

Sadio Mané, tra le stelle più brillanti del Liverpool, ha parlato del suo rapporto con il denaro: «Perché dovrei volere 20 orologi? Con quello che guadagno posso aiutare gli altri»

MOTOGP
4 ore

Fame chimica dopo gli eccessi: Marquez drogato (di successi)

I grandi festeggiamenti per l'ottavo titolo mondiale non hanno tolto l'appetito allo spagnolo della Honda: «A Motegi per vincere e lanciare la nuova stagione»

HCAP
6 ore

Nessuna frattura per D'Agostini

La discata rimediata alla mano destra durante la sfida al Banska Bystrica dovrebbe poter essere superata senza guai dall'attaccante canadese

MOTOGP
7 ore

Valentino Rossi: «Non sono felice»

Deluso per i risultati stagionali, il Dottore guarda con fiducia al tour de force: «Durante le prossime tre gare consecutive cercheremo di risolvere alcuni dei nostri problemi»

TENNIS
10 ore

Il Roland Garros oltre alle Olimpiadi: Federer disegna un 2020 da re

Il renano ha già in parte programmato l'anno che verrà. Gli appuntamenti clou saranno i Giochi e gli Slam. Poi tanto riposo

NATIONAL LEAGUE
11 ore

«Lo Zugo ha fame. Lugano? Fazzini può fare la differenza in ogni momento»

Greg Hofmann ha già totalizzato 19 punti in 11 partite ed è momentaneamente il Top Scorer del campionato

SWISS LEAGUE
14 ore

«Rockets? Gettati alle ortiche punti pesanti. Gerrard il mio idolo»

Chiacchierata con Giona Bionda, attaccante dei Razzi: «Sono cresciuto a Bellinzona e il mio obiettivo è sempre stato quello di giocare ad Ambrì»

HCAP
23 ore

L'Ambrì vince, ma... serve a poco

I biancoblù hanno superato il Banska Bystrica con il punteggio di 4-3, ma non è bastato per staccare il pass per gli ottavi di finale. D'Agostini colpito da una discata alla mano non è più rientrato

SAN PAOLO
23 ore

«Parigi stressante e piena di fott**i razzisti»

Dani Alves, conclusa l'esperienza al PSG, ha criticato pesantemente la capitale francese: «Va bene per una settimana, ma se ci resti è noiosa»

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile