AUTOMOBILISMO
27.08.18 - 11:560

Magnifica vittoria per Marciello alla 10 ore di Suzuka

Il pilota ticinese balza in testa al campionato Intercontinental GT Challenge

SUZUKA (Giappone) - Si è giunti al terzo appuntamento della splendida serie Intercontinental GT Challenge, campionato che, come dice il nome stesso, attraversa ben quattro continenti con la 12H di Bathrust, la 24H di Spa-Francorchamps, la 10H di Suzuka e la 8H di Laguna Seca. Marciello si è presentato all’evento in seconda posizione in campionato a soli quattro punti dalla vetta, coadiuvato dai compagni di squadra Vautier ed Engel, che hanno completato l’equipaggio della Mercedes AMG GT3 numero 888 del Team Gruppe M. Il Ticinese Marciello, giunto nella bollente terra del Sol Levante, si è calato nell’abitacolo già il giovedì per un primo turno di prove private.

L’impressione è stata immediatamente positiva, con una vettura ben bilanciata, piazzandosi in testa
alla classifica. La giornata di venerdì è stata quella più impegnativa, contando ben tre sessioni di prove libere da due ore ciascuna. In ognuna di esse, la Mercedes AMG GT3 numero 888 si è piazzata nella Top 3, utilizzando sempre una vettura a pieno carico di carburante. Sabato sono andate in scena le prove di qualificazione che contano tre sessioni, una per ogni pilota, con una classifica finale stilata in base al tempo medio risultante dai tre piloti. Le prime venti vetture classificate prendono poi parte alla Superpole, sessione riservata appunto alle vetture più performanti. Nella prima sessione il volante è stato preso da Vautier che si è piazzato in sesta posizione. Nella seconda sessione è stato Engel a guidare, riuscendo a piazzarsi in seconda posizione. Nella terza sessione Marciello, con un giro pressoché perfetto si è imposto in prima posizione, sbaragliando la concorrenza.

La Mercedes AMG GT3 numero 888, entrata di diritto nella Superpole, data la media dei tempi tra i tre piloti, ha schierato il ticinese Marciello per cercare di strappare il tempo migliore. Raffaele è riuscito ad imporsi in seconda posizione assoluta, prima vettura in assoluto della casa di Stoccarda. Eccelsa prestazione dunque per Marciello che ha messo dunque in condizione la Mercedes AMG GT3 numero 888 di partire dalla prima fila.

Domenica ha preso il via la gara con il tedesco Engel al volante. Nelle fasi iniziali di gara, il pilota AMG è stato cauto ed ha mantenuto la seconda posizione, sino al termine del primo stint di guida. Con un pit stop anticipato, il volante è passato nelle mani di Vautier che è potuto entrare in pista con gomma nuova mentre gli avversari iniziavano a sentire un forte degrado degli pneumatici, riuscendo dunque a portarsi in testa alla corsa. A partire dalla terza ora, la testa della corsa è stata mantenuta nuovamente da Engel e successivamente da Vautier, prima di lasciare il volante a Marciello a sei ore dal termine. Raffaele ha guidato per due ore consecutivamente, conservando il vantaggio acquisito e mantenendo la prima posizione. Da sottolineare le temperature elevatissime in pista che hanno raggiunto i quaranta gradi, mettendo a dura prova i piloti all’interno degli abitacoli, soprattutto nelle ore consecutive di guida, ed il degrado degli pneumatici, variabile con cui si è dovuto lottare per l’intera durata della gara.

A quattro ore dal termine, è salito in auto Engel che ha guidato anch’esso per due ore consecutivamente sempre in testa alla corsa, prima di lasciare la vettura a Marciello con circa venti secondi di vantaggio sul secondo concorrente. Raffaele, una volta salito in auto, ha dato vita ad un vero e proprio show nelle ultime due ore di guida, girando con un passo assolutamente irraggiungibile dagli avversari e chiudendo la gara in prima posizione con ben quaranta secondi di vantaggio sul secondo classificato. Enorme soddisfazione per la Mercedes AMG GT3 numero 888 che è riuscita a conquistare questa prestigiosissima gara, permettendo a Raffaele di portarsi in testa al campionato Intercontinental GT Challenge.

Terminata questa fantastica esperienza, Marciello è atteso immediatamente in Europa per prendere parte all’appuntamento di Budapest del Blancpain Sprint Series i prossimi uno e due settembre.

Commenti
 
Danny50 1 anno fa su tio
Bravo Marciello ! Ma non chiamatelo “ticinese” Come Grosjean che vuole essere considerato un “francese”, Marciello vuole essere un “italiano”.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Sport
FORMULA 1
1 ora

Leclerc e quel paragone da brividi

Il presidente della FIA Jean Todt: «Rappresenta il futuro della Formula 1, mi ricorda Schumacher»

LIGA
3 ore

«Esagerato, non è normale: adesso però dobbiamo proteggerlo»

Il 16enne Ansu Fati sta battendo record e impressionando con la maglia del Barcellona. Mister Valverde: «È un giocatore che ha qualcosa di speciale, ma dobbiamo tenerlo coi piedi per terra»

SUPER LEAGUE
6 ore

«Celestini sarà sull'aereo per Copenaghen»

Giorni intensi e di riflessioni in casa Lugano. Renzetti: «Mancano i tempi tecnici, è il momento di prendersi il tempo necessario e fare tutte le valutazioni. Bottani? Avevo lanciato una provocazione»

BASILEA
9 ore

Federer stacca l'assegno: dona 50'000'000 di dollari

Attraverso la sua Fondazione, il campione basilese ha in previsione cospicui investimenti. «La maggior parte verrà fornita direttamente o indirettamente da Roger»

LONDRA
12 ore

«Mio padre era sempre ubriaco, non l'ho mai davvero conosciuto», e Ronaldo pianse

Parlando del padre, il campionissimo portoghese non è riuscito a trattenere le lacrime: «Scusate, non avevo mai visto quel video»

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile