Keystone
MOTOMONDIALE
05.04.18 - 16:180
Aggiornamento : 19:47

Argentina casa Yamaha? «Gli avversari sono molto più forti, sarà battaglia»

Valentino Rossi, terzo a Losail nel primo GP stagionale, scalpita in vista della gara a Termas de Rio Hondo

TERMAS DE RIO HONDO (Argentina) - Tutto da ripetere, tutto da prendere. La stagione numero 23 di Valentino Rossi è iniziata in modo ottimo con un bel terzo posto a Losail; nel weekend proseguirà a Termas de Rio Hondo, tracciato argentino tra i più amati dal pilota Movistar Yamaha MotoGP. Il podio in Qatar del Dottore ha impressionato e, per certi, versi stupito. Rossi è stato l’unico a tenere il passo della coppia in lotta per la vittoria formata da Andrea Dovizioso (Ducati Team) e Marc Marquez (Repsol Honda). Una prestazione che lascia ben sperare per l’appuntamento oltreoceano dove Rossi e la M1 sono sempre stati competitivi.

L'ultimo successo di Vale nel paese sudamericano (2015) è stato epico, festeggiato sul podio con la maglia di Maradona, più che l’idolo nazionale quasi una divinità da quelle parti. Due miti sportivi in uno, sul gradino più alto a Termas, un immagine che resterà nella storia del MotoGP. Il 2015 fu un anno al massimo per il pesarese ma chiuso con troppe ombre. Nel 2017 un’altra grande gara in Argentina per Rossi e finita in piazza d’onore. «L'anno scorso siamo andati forte in Argentina», commenta il numero 46. «È stata la miglior gara della Yamaha del 2017. Ora però gli avversari sono molto più forti e quindi sarà una battaglia dura». Termina, «La nostra molto di solito qui lavora bene, speriamo di essere in palla, potrebbero esserci sorprese».

Commenti
 
TOP NEWS Sport
NATIONAL LEAGUE
25 min
Calle Andersson resta fedele al Berna
Il difensore 25enne, che di recente era stato accostato a diversi club - tra cui anche il Lugano -, ha rinnovato con gli Orsi fino al 2023
TENNIS
2 ore
Federer battuto, a Buenos Aires la spunta Zverev
Il 22enne tedesco ha vinto il secondo round del tour d'esibizione. King Roger piegato 7-6(2), 7-6(2)
HCL
3 ore
«Il mio Lugano era in crisi, non questo»
Penultimo ma combattivo, sul ghiaccio della Cornèr Arena il Rapperswil non baderà troppo ai bianconeri: «A noi interessa poco come sta il nostro avversario»
SUPER LEAGUE
5 ore
«Sabbatini potrebbe non rientrare prima dell'anno nuovo»
Maurizio Jacobacci sta preparando il Lugano per Thun: «Siamo pronti. Abbiamo recuperato Bottani, Gerndt ha avuto qualche problema con la pubalgia ma si è allenato con il gruppo»
FORMULA 1
13 ore
«La Ferrari è un posto strano, non andarci»
Bernie Ecclestone ha messo in guardia Hamilton, che nel 2021 potrebbe cambiare scuderia: «Fossi in lui vincerei un altro titolo e mi ritirerei»
SUPER LEAGUE
17 ore
«Stéphane Henchoz è un falso...»
Il portiere del Sion - Kevin Fickentscher - non ha per niente apprezzato le ultime dichiarazioni del suo ex allenatore: «È impossibile per me lavorare con personaggi del genere, mi ha deluso»
FORMULA 1
20 ore
Ferrari, 40'000'000 per liberarsi di Vettel
L'incidente di Interlagos è stato la goccia che ha fatto traboccare il vaso. A Maranello stanno pensando di lasciar libero il tedesco, che però ha ancora un anno di ricchissimo contratto
MOTOGP
22 ore
Marc Marquez: «Alex con me in Honda? Lo avrei preferito in un altro box»
Il campione del Mondo della classe regina ha commentato l'arrivo del fratello nel team ufficiale HCR: «Mi è stato chiesto un parere, non potevo dire di no. Cercherò di dargli alcuni consigli, ma...»
L'OSPITE – ARNO ROSSINI
1 gior
«Vlado da incatenare e da portare a Muri»
La Svizzera andrà all'Europeo senza il suo selezionatore, tentato dal Napoli? «Il suo eventuale rinnovo è anche una scelta politica»
NATIONAL LEAGUE
1 gior
Jecker lascerà il Lugano: futuro ai Dragoni
Il difensore 25enne si è legato al Friborgo fino al 2022
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile