Keystone
FORMULA 1
02.12.17 - 16:290
Aggiornamento : 19:55

F1, futuro senza Ferrari? «La minaccia è seria»

Sergio Marchionne, ad Arese, ha parlato chiaro alla presenza di Jean Todt (capo della FIA) e Chase Carey, presidente di Liberty Media: «C'è tempo fino al 2020 per trovare una soluzione»

ARESE (Italia) - A margine della conferenza stampa di presentazione dell'Alfa Romeo Sauber, Sergio Marchionne - presidente della Ferrari -, ha ribadito il rischio per la F1 di perdere il Cavallino Rampante dopo la fine del Patto della Concordia nel 2020.

Proprio alla presenza dei vertici della F1, Jean Todt capo della FIA e Chase Carey (presidente di Liberty Media, società che controlla il business della F1), Marchionne è stato chiaro: «Il dialogo è cominciato e continua a evolversi. Abbiamo tempo fino al 2020 per trovare una soluzione che sia di beneficio alla Ferrari. Un compromesso si deve trovare, ma una F1 in cui le vetture siano standardizzate e non riconoscibili da un punto di vista tecnologico non ci interessa. La minaccia di far uscire la Ferrari dalla F1 è seria, non nascondiamo i problemi».

Le parole di Marchionne rispondono anche a una recente intervista rilasciata proprio da Chase Carey, che aveva parlato di F1 come modello da cambiare. «Vogliamo competizione in pista, ma nell'ambito di una visione condivisa - aveva affermato Carey - Ci sono squadre che spendono mezzo miliardo di dollari senza generare alcun valore aggiunto per i tifosi. Ovviamente le differenze tra le monoposto resteranno, ma servono i giusti compromessi. Dobbiamo individuare e portare avanti iniziative sui costi, sui motori, sull'aerodinamica: è un'occasione per accrescere la competizione in pista e migliorare i conti».

 

SPORT: Risultati e classifiche

Guarda le 2 immagini
Commenti
 
ATTENZIONE: a causa dell’elevato numero di commenti sui blog e alla difficoltà della redazione di monitorarli, abbiamo attivato un filtro automatico.
La libertà di espressione deve essere garantita da un comportamento civile e rispettoso di ciascun utente.
Chiunque scriverà offese o frasi irrispettose verrà automaticamente bannato con la conseguente cancellazione dell’account.
GI 2 anni fa su tio
Faccio fatica ad immaginare una tale situazione....evidentemente la vorrebbero rendere ancora più noiosa....
SPORT
Risultati e classifiche
TOP NEWS Sport
CHALLENGE LEAGUE
20 min
«Rinnovare? No, non era fattibile»
Patrick Rossini ha raccontato l'addio al Chiasso, diventato effettivo lo scorso 30 giugno
LUGANO
4 ore
Come ti bacchetto Shaqiri in tutte le lingue del mondo
Niente filtri né ipocrisia: così, con le sue parole, il mister ticinese ha conquistato pagine in mezzo mondo.
SUPER LEAGUE
5 ore
Il Lugano nella tana dell' YB: nel gruppo c'è consapevolezza
Mister Jacobacci è carico in vista della trasferta nella Capitale
SUPER LEAGUE
15 ore
Il Sion di Tramezzani perde ancora
I vallesani sono stati sopraffatti in casa dal Lucerna di Celestini con il punteggio di 2-0
SERIE A
15 ore
82 gol in 29 partite: l'Atalanta si divora anche il Napoli
La formazione bergamasca ha regolato i partenopei con il punteggio di 2-0
TENNIS
16 ore
Roland Garros con il pubblico: fino a 20'000 persone al giorno
Lo Slam francese è stato riprogrammato dal 27 settembre all'11 ottobre
FORMULA 1
18 ore
Crisi da coronavirus? Lewis chiede... l'aumento
Il britannico avrebbe chiesto 45 milioni di euro a stagione al posto dei 40 che percepisce ora
SUPER LEAGUE
21 ore
Lungo stop per Mattia Bottani, in arrivo Untersee
Infortunio al ginocchio sinistro per il bianconero: sarà out 2-3 mesi
TENNIS
23 ore
Djokovic: tampone negativo
Coronavirus: il serbo e la moglie Jelena si sono sottoposti a un nuovo "esame" che ha detto che entrambi sono guariti
TENNIS
1 gior
Covid-19: Djokovic dona 40'000 euro a... Novi Pazar
Il numero uno al mondo ha deciso di aiutare una delle città serbe più colpite dal coronavirus
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile