Keystone
FORMULA 1
17.09.17 - 16:240
Aggiornamento : 19:59

Trionfa Hamilton, incubo Ferrari

Il britannico vince sul circuito di Marina Bay e scappa a +28 da Vettel, coinvolto in un incredibile incidente al via insieme a Raikkonen e Verstappen

SINGAPORE - E meno male che Singapore sarebbe dovuto essere un tracciato favorevole a Ferrari e Red Bull. Quello che doveva essere il weekend del riscatto dopo Monza si è trasformato in un incubo per la Rossa, con il successo di Hamilton davanti a Ricciardo e Bottas.

Il britannico della Mercedes si ritrova impacchettato un regalo gigantesco proprio in quello che doveva essere il GP più difficile - con il ritiro-lampo di Raikkonen, Verstappen e Vettel coinvolti un incidente clamoroso al via -, e vince a Marina Bay (terzo successo di fila, settimo di quest'anno, 60esimo in carriera) portandosi così a +28 da Vettel nella generale.

L'anno scorso qui Rosberg vinse e divenne campione alla fine, quest'anno potrebbe ripetersi la stessa cosa col britannico della Mercedes, visto che alla prima curva le due Ferrari e Verstappen si sono fatte fuori a vicenda con una carambola clamorosa in cui un po' tutti sono responsabili. Verstappen e Raikkonen si sono ritirati subito, Vettel ha provato a rientrare in pista ma la Ferrari era ingovernabile, è andata a sbattere sul muro, ha perso pezzi ed anche lui ha dovuto arrendersi. È entrata la safety car ed è cambiata completamente la situazione in testa e Hamilton (che partiva quinto) si è ritrovato in pugno gara e Mondiale senza sforzi. Quello che è successo dopo l'incidente, infatti, ha quasi poca rilevanza anche se la pioggia e l'asfalto bagnato hanno comunque creato tensioni in una gara in cui non sono stati completati i 61 giri previsti perchè si sarebbe sforato il tetto delle due ore di gara.

Nella notte di Marina Bay si sono ritirati via via Alonso (nono ritiro stagionale per l'asturiano), anche lui per effetto della carambola iniziale in cui parzialmente era stato coinvolto, Kvyat (frontale sulle barriere), Ericsson (testacoda violento sulle barriere) e Hulkenberg (solo 12 vetture sono arrivate al traguardo).

Ora Hamilton si trova a quota 263 punti: per Vettel (235) si fa davvero durissima.

Commenti
 
Figenfeld 2 anni fa su tio
La colpa è anche di Vettel di tirare talmente sulla sinistra ad incastrare dapprima Verstappen, che non si arrende mai e non sa cosa sono i freni o lasciare il pedale del gas! Il maggior bastonato rimane come tante altre volte Kimi e il campionato per la Ferrari è perso, dato che restano 4 GP sarà molto difficile di ricuperare un disavanzo di 28 punti, forse capita un miracolo...mmhh..meglio rimanere realisti.
TOP NEWS Sport
TENNIS
23 min
«Non dovevo scacciare dei fantasmi, ma è sempre speciale battere Djokovic»
Roger Federer, capace di eliminare Nole con una prestazione stellare, scherza e si prepara per le semi delle Atp Finals: «Mi sento giovane e in forma, ma credo sia merito del taglio di capelli...»
NATIONAL LEAGUE
3 ore
«Bisogna avere pazienza e fiducia in Kapanen»
Marco Baron ha parlato del momento dei bianconeri: «Al Lugano manca qualche gol, soprattutto da giocatori del calibro di Bürgler»
HCAP/HCL
6 ore
Esame doppio per l'Ambrì, trappole per il Lugano
Weekend di campionato; i biancoblù sfideranno Friborgo e Losanna, i bianconeri se la vedranno con il Langnau
NAZIONALE
7 ore
C'è la sfida alla Georgia, i tre punti sono d'obbligo
Questa sera la Nati giocherà a San Gallo il penultimo match di qualificazione all'Europeo. Serve solo vincere
TENNIS
15 ore
Maestoso King Roger: piega Djokovic e vola in semifinale
Il campione renano ha liquidato il serbo con il punteggio di 6-4, 6-3
MOTOMONDIALE
16 ore
«Lorenzo? Triste vederlo in questa situazione»
In molti hanno commentato l'addio dello spagnolo. Marc Marquez: «È una sorpresa, ma ha dimostrato coraggio e personalità». Paolo Ciabatti, direttore sportivo della Ducati: «Decisione sofferta»
SERIE A
19 ore
CR7 smentisce Sarri: «Non sto bene, sto molto bene...»
L'attaccante della Juve, dal ritiro del Portogallo, manda un messaggio al tecnico: «Vi dico una cosa per tutte le prime pagine dei giornali...»
MOTOMONDIALE
20 ore
L'addio di Lorenzo: «Impossibile trovare ancora le motivazioni»
Jorge Lorenzo ha annunciato il ritiro all'età di 32 anni: «Adoro questo sport, ma adoro vincere. Mi sono reso conto che questo non è più possibile»
MOTOMONDIALE
23 ore
Lorenzo si ritira!
Il 32enne pilota spagnolo, cinque volte campione del mondo (tre nella classe regina), ha annunciato il suo addio al circus
FORMULA 1
1 gior
«La Ferrari bara», Verstappen ingenuo portavoce della Mercedes
Helmut Marko ha provato a chiudere la querelle innescata dall'olandese. «Lui ha esagerato, ma l'indagine è partita dalla Mercedes»
Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile