FORMULA 1
08.10.15 - 21:520

Kaltenborn: "Per noi piccoli team podio impossibile"

Il team principal della Sauber: "Quando sono state stabilite le regole sui motori, non siamo stati consultati"

SOCHI (Russia) - "Il podio per noi team piccoli è quasi impossibile in F1”.

Amara analisi del team principal della Sauber, Monisha Kaltenborn, che si sfoga per i costi saliti alle stelle: “Quando sono state stabilite le regole sui motori, non siamo stati consultati. Non ho nulla contro la tecnologia ibrida, ma contro il loro prezzo, sì. È ingiusto che siano solo sei team a determinare arbitrariamente le regole. Non è una concorrenza leale. Non conosco nessun altro sport così, e penso che dovremmo attingere ad altre discipline. In NBA, ad esempio, il draft è progettato per favorire i piccoli team. E in Inghilterra e Germania, le migliori squadre di calcio guadagnano più soldi, ma tutti hanno abbastanza per sopravvivere. La distribuzione del reddito è più equa che in F1. Noi piccoli team siamo la spina dorsale della F1 ma non abbiamo voce in capitolo. Per i fabbricanti di auto la F1 è soprattutto una piattaforma di marketing".

Vuoi fare anche tu una domanda a Serge Pelletier e Patrick Fischer? Non perdere tempo, scrivi a sport@tio.ch

Commenti
 
TOP NEWS Sport
TENNIS
1 ora

«Quando avevo dieci anni odiavo Roger Federer»

Daniil Medvedev ha svelato un curioso retroscena riguardante la sua infanzia: «Non potevo più vederlo vincere»

TENNIS
4 ore

La prima sull'erba sorride a King Roger

Il campione renano ha superato John Millman con il punteggio di 7-6, 6-3. Dal canto suo Wawrinka, impegnato al Queen's, non è sceso in campo per maltempo

SUPER LEAGUE
4 ore

Celestini sereno: «Io molto tranquillo, senza Renzetti... vedremo»

Mercato e allenamenti sono le uniche preoccupazioni del mister del Lugano, che al momento non sta pensando al possibile arrivo di Novoselskiy. «Io e lui potremmo convivere? Certo»

SUPER LEAGUE
7 ore

Custodio e Rodriguez al Lugano

Entrambi i giocatori provengono dal Lucerna: il primo ha firmato un triennale, mentre il secondo un biennale

NATIONAL LEAGUE
9 ore

«Non abbiamo strapagato Kovar e pure il Lugano gli aveva fatto un'offerta»

Ingaggiando il 29enne ceco, lo Zugo ha completato un roster di primissimo livello. Reto Kläy: «Faticato per convincerlo? Molto, davvero molto»

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report