Keystone
RUSSIA 2018
12.07.18 - 10:000

Kevin De Bruyne, un campione da sposare

Il centrocampista ha soltanto accarezzato la finale della Coppa del Mondo: nonostante delle ottime prestazioni il suo Belgio è stato sconfitto al penultimo atto dalla Francia (1-0)

MOSCA (Russia) - Se non fosse stato per la stagione da alieno di Mohamed Salah, Kevin De Bruyne avrebbe vinto il titolo di giocatore dell’anno in Premier League. E se non fosse stato per la zuccata di Umtiti, probabilmente oggi il belga starebbe preparando la finalissima del Mondiale anziché quella “di consolazione” per il terzo posto.

Nonostante gli ostacoli, il 27enne ha confermato in Russia di essere, a oggi, uno dei migliori centrocampisti in circolazione. Non solo, è anche il classico ragazzo perbene. Il carattere tipicamente inglese gli è stato tramandato da mamma Anna, mentre dal padre, belga, ha ereditato l’amore per la natura. Bird-watcher per passione, nel 2014 De Bruyne è diventato ambasciatore del Weltvogelpark in Germania, il santuario per uccelli più grande al mondo. Nello stesso anno ha prestato il volto ai Giochi Paralimpici con un manifesto che lo ritrae con gli occhi di una persona affetta dalla sindrome di Down e lo slogan provocatorio “Ora De Bruyne si merita meno tifosi?”. Il centrocampista ha, infine, una sua linea di abbigliamento, la KDB, con i proventi della quale sostiene Special Olympics.

Certo, qualche scheletro nell’armadio lo ha persino lui, avendo tradito una sua ex (che a sua volta si è “vendicata” flirtando con il compagno di nazionale Courtois) con la migliore amica. Dall’anno scorso però ha messo la testa a posto anche in ambito amoroso ed è convolato a nozze con la bellissima Michèle Lacroix.

Commenti
 
sergejville 10 mesi fa su tio
Belgio fortunato contro il Giappone e fortunatissimo contro il Brasile: finito il sedere, contro la francia è arrivato lo stop.
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Sport
CICLISMO
1 ora

«Doping? Non era legale, ma non cambierei nulla»

Lance Armstrong, vincitore di 7 Tour de France (poi revocati): «Abbiamo fatto quello che dovevamo per vincere. Molti errori hanno portato al più grande scandalo nella storia dello sport»

TENNIS
4 ore

La rottura con la Vekic? Stan se la ride: «Ci sono stati molti cambi durante la mia carriera»

Wawrinka ha svicolato davanti alle domande riguardanti l'addio a Donna Vekic: «Non è solo la mia vita privata ad influenzare il mio tennis e quel che succede sul campo»

SUPER LEAGUE
7 ore

Lugano, cuore a Cornaredo, testa a Berna? «Il rischio è quello di non giocare la partita»

Fabio Celestini ha messo in guardia i suoi in vista della sfida al GC: «Comprensibile un 10% di distrazione: se arrivassimo ad avere il 50% di testa qui e l'altro al Lucerna non andrebbe bene»

SUPER LEAGUE
10 ore

Vincere non basta ma il Lugano spera

Non è più in pole position, non è più padrone del suo destino, in vista dell'ultima corsa dell'anno il Lugano ha in ogni caso un posto privilegiatissimo sulla griglia di partenza

VIDEO
TENNIS
12 ore

Roger, ora anche la calamita sulla racchetta

Colpi da maestro di un repertorio inesauribile: il tennista renano offre spettacolo anche in allenamento

Copyright ©2019 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report