COL Avalanche
3
TB Lightning
4
fine
(1-0 : 1-3 : 1-0 : 0-1)
COL Avalanche
NHL
3 - 4
fine
1-0
1-3
1-0
0-1
TB Lightning
1-0
1-3
1-0
0-1
1-0 BURAKOVSKY
5'
 
 
 
 
25'
1-1 KILLORN
 
 
26'
1-2 GAUNCE
 
 
34'
1-3 STAMKOS
2-3 MACKINNON
39'
 
 
3-3 NICHUSHKIN
53'
 
 
 
 
64'
3-4 KUCHEROV
5' 1-0 BURAKOVSKY
KILLORN 1-1 25'
GAUNCE 1-2 26'
STAMKOS 1-3 34'
39' 2-3 MACKINNON
53' 3-3 NICHUSHKIN
KUCHEROV 3-4 64'
Ultimo aggiornamento: 18.02.2020 06:28
Keystone
RUSSIA 2018
11.07.18 - 20:250
Aggiornamento : 23:48

Il Mondiale diventa spettacolo: il rito della partita inaugurale

Il fischio d'inizio della sfida fra Inghilterra-Uruguay - disputatasi l'11 luglio del 1966 - fu preceduto per la prima volta coreografie, coriandoli e musica

LONDRA (GB) - Davanti agli oltre 87 mila spettatori di Wembley va in scena il primo rito inaugurale di una Coppa del Mondo così come lo conosciamo oggi. Il fischio d'inizio di Inghilterra-Uruguay è infatti preceduto da danze, coreografie, coriandoli e musica, una festa diventata sempre più spettacolare e “televisiva” con il passare delle edizioni e con l'aumentare della rilevanza mediatica della competizione.

Alle ore 17, fuso inglese, è la Regina Elisabetta in persona ad aprire il cerimoniale che dà inizio al torneo, mentre l'ingresso in campo delle due squadre è accompagnato dalla banda delle Horse Guards che intona “When the Saints go marching in”. Su cartelloni, manifesti e a bordo campo è inoltre presente il leone Willie, la prima mascotte nella storia dei Mondiali.

L'attenzione sull'evento è massima (anche se il match finirà con uno scialbo 0-0), non solo per la sua svolta mediatica e commerciale, ma soprattutto perchè appena poche settimane prima (il 20 marzo) la Coppa Rimet (oggi semplicemente Coppa del Mondo) era stata rubata dalla teca che la ospitava alla Westminster City Hall: una vera macchia per l'intelligence britannica, che dopo qualche giorno arrestò il colpevole – tale Edward Bletchley – senza tuttavia trovare la Coppa.

Ci volle il fiuto del cane Pickles a scovarla una settimana più tardi, avvolta in un giornale tra i cespugli, durante una passeggiata con il proprio padrone David Corbett. A giocare la partita inaugurale è la squadra ospitante per sole due edizioni, Inghilterra '66 e Messico '70: dal 1974 al 2002 tocca invece alla nazionale campione in carica, mentre a partire dai Mondiali di Germania 2006 si torna alla vecchia formula a seguito di una modifica nel regolamento, che costringe anche la detentrice del titolo a passare dalle qualificazioni per partecipare all'edizione successiva.

Commenti
 
Potrebbe interessarti anche
TOP NEWS Sport
NATIONAL LEAGUE
23 min
3x2 con vista sui playoff: il Lugano serve (due volte) per il match
Negli scontri diretti con Friborgo e Berna, i bianconeri possono chiudere i conti. Devono farlo, per non correre rischi
SUPER LEAGUE
9 ore
«Per Janga parlerà il campo, ma l'impressione è ottima. Crnigoj? Fuori dal progetto»
Il presidente Angelo Renzetti ha commentato l'arrivo dell'attaccante: «È un prestito con diritto di riscatto. Spero di vederlo già col Sion»
PREMIER LEAGUE
12 ore
Chi ha preso più cartellini in Premier? Granit Xhaka
Il centrocampista elvetico ha rimediato la bellezza di 27 cartellini gialli negli ultimi due anni e mezzo, nessuno ha fatto peggio di lui
SUPER LEAGUE
15 ore
Ufficiale: Janga rinforza il Lugano
L'attaccante 27enne arriva in prestito dall'Astana fino al 30 giugno 2020
HCAP
17 ore
Grande carattere e un po' di frustrazione: l'Ambrì non molla, ma raccoglie poco
I generosi biancoblù, sempre incerottati, sono reduci da due sconfitte oltre il 60'. Ancora 4 fatiche, poi si tireranno le somme: la lotta continua
FOTO
HCL
19 ore
Lugano, ecco Ryno per la prima volta sul ghiaccio
In questa stagione il 33enne ha totalizzato 15 punti in 30 partite con il Färjestad
VIDEO
PRIMEIRA LIGA
20 ore
Offeso e arrabbiato abbandona il campo: «Andate a farvi f******»
È successo a Moussa Marega del Porto nella sfida di campionato contro il Guimaraes
SUPER LEAGUE
21 ore
Lugano, sacrificio e giuste soluzioni: bel sospiro di sollievo 
I bianconeri, al quarto tentativo, hanno colto con merito il primo prezioso successo del 2020. YB piegato e +7 sulle ultime della classe
HCL
1 gior
Dopo gli acuti un'occasione persa
Steso il Losanna e compiuto un altro passo verso i playoff, sabato il Lugano si è fermato al cospetto del Ginevra. Resta accesa la lotta per la top-8
STOP AND GO
1 gior
Ambrì "a pezzi" ma combattivo come sempre, Lugano (quasi) al riparo da brutte sorprese
In National League c'è un Langnau che sembra non averne più ed è scivolato sotto la linea
Copyright ©2020 - TicinOnline SA  WhatsApp |  Company Pages | Mobile Report

Stai guardando la versione del sito mobile su un computer fisso.
Per una migliore esperienza ti consigliamo di passare alla versione ottimizzata per desktop.

Vai alla versione Desktop
rimani sulla versione mobile